Erotici Racconti

Il piacere prima di tutto

Scritto da , il 2009-11-15, genere etero

La mia storia inizia quando un giorno come tanti altri il mio ragazzo mi lascia... sai quando stai veramente bene con qualcuno che non penseresti mai di ritrovarti sola... erano gli inizi di questa estate quando ancora piangevo per lui... così decisi di farmi forza perché tanto non era l'unico in terra e potevo stare benissimo senza di lui come ci stavo prima di conoscerlo, così iniziai di nuovo a parlare con ragazzi nuovi su msn o amici con il quale non parlavo più tanto essendo fidanzata, una sera un mio amico organizza di andare la mattina dopo al bar a  fare colazione poi pensandoci un pò mi disse che aveva i genitori che erano via per lavoro e sarei potuta andare io li con la colazione e così feci la mattina seguente... non successe niente essendo lui fidanzato ridemmo e scherzammo tutta la mattina, una setimana dopo andai di nuovo da lui questa volta i nostri giochi si fecero più eccitanti, iniziammo a mozzicare poi ci stringemmo e pian piano ci ritrovammo nudi, iniziammo con i preliminari, mi spinse la testa giù nele parti basse e lo feci entrare in bocca... era la prima volta, era una sensazione nuova, anche piacevole le mie intenzioni erano di non farlo pentire, mi disse mettiti a 69, così mi inizio a leccare la figa, iniziava a piacermi, poi mi fece mettere sotto, lo infilò e iniziò a spingere, era grande e lungo, faceva un pò male ma allo stesso tempo era piacevole, andammo avanti per 3 ore poi ritornai a casa... e da quel giorno non mi parlò più, per me era indifferente, in realtà non mi piaceva... e non mi era mai piaciuto, solo che il sesso aveva superato questa cosa. Da quel giorno iniziai seriamente a pensare che non c'era cosa più bella dello scopare, in testa ormai avevo solo quello, non volevo uomini attorno che avrebbero voluto da me una vera storia...

volevo divertirmi perché potevo e non ci sarebbe stato nessuno che me lo avrebbe vietato... poco importava se mi avrebbero etichettato come troia, in me sapevo benissimo quello che stavo facevndo e non avrei fatto male a nessuno forse solo un po' al mio orgoglio, anche se non importa poi molto. Così iniziai ad essere più provocante e diciamo che funzionò molto bene. Un pomeriggio circa dopo una settimanella dall'accaduto andai a casa di un amico ci ubriacammo inizziamo a toccarci... le mani andavano a finire sempre più giù finché non mi spogliò e viceversa... era il mio migliore amico! e ci stavo per scopare... iniziai a fargli un bocchino, non ero poi così tanto lucida da capire cosa stessi facendo ma la cosa mi piaceva e continua, dopo un po' mi girò a petto in sotto e me lo infilò dietro... dalla sbronza non sentivo veramente niente così continuò... con lui ci continuai a parlare tranquillamente anche se dopo quella volta avevamo il timore che riaccadesse... e forse tt e due non volevamo veramente anche se ci era piaciuto. Passato un po' mi incontrai con un altro ragazzo a casa mia, perché non c'era nessuno, anche iniziammo a parlare poi a stuzzicarci in fine ci ritrovammo nel letto... mi disse di fargli una bocca così mi abbassai e iniziai, mi teneva la testa e me la spingeva con forza verso di lui, tanto da farmi male alla bocca, poi mi disse leccami sotto le palle! io ero un pò perplessa era la prima volta che qualcuno mi chiedeva una cosa simile però lo feci non mi importava nulla, volevo provare tutto, l'importante era divertirmi... capitò altre due volte con altri due diversi separatamente di infilargli la mano nei boxer... uno in spiaggia conosciuto il giorno prima, un altro a casa sua anch'esso conosciuto da poco. Una sera si fece risentire il primo ragazzo con il quale mi ci divertii per la prima volta dopo essermi lasciata con il mio ex, un pomeriggio mi venne a predere a  casa, andammo a farci un giro, al ritorno mi chiuso sotto in garage da lui e mi si scopo di nuovo in macchina, poi mi chiese se lo avevo mai preso dietro, gli risposi di si... e mi disse ci riproviamo? e io si... così me lo infilò questa volta lo sentii, mi fece molto male ma era troppo bello quel male, troppo bello da volerne ancora, ancora e ancora...l'estate finì e con lei finirono anche i miei divertimenti.

Il tutto è sapere se mi sono veramente placata o no...

Questo racconto di è stato letto 3 8 8 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.