Erotici Racconti

Sono bisex cornuto

Scritto da , il 2018-05-17, genere prime esperienze

La mia bisessualità è nata tempo fa quando in un viaggio in treno mi ritrovai da solo con un umo anziano di circa 70 anni, dopo i convenevoli saluti, ci accomodammo per il viaggio notturno, chiudemmo le tendine e stendemmo i sedili nel tentativo di dormire, improvvisamente sentii una mano sulla coscia che mi accarezzava, io mi voltai e chiesi all'uomo cosa stesse facendo, lui mi rispose che gli piacevano gli uomini e mi sbottonò i pantaloni e iniziò a succhiarmi il cazzo, mi fece alzare la camicia e mi mordicchiava i capezzoli mi sentivo bene e appagato, lui si sbottonò i pantaloni e tirò fuori un cazzo notevole e mi invitò a prenderlo in bocca, io leccavo quel cazzo e leccavo le sue palle come un forsennato, mi chiese se ero sposato e io risposi di si.
Mi sborrò in bocca copiosamente mentre mi chiedeva di descrivergli mia moglie.
Mia moglie Laura ha 53 anni è formosa ma fatta bene con le giuste misure e ben proporzionata, ho sempre avuto fantasie trasgressive, sin da fidanzati che mi piaceva esibirla, facendole indossare autoreggenti in modo che altri uomini potessero osservarla e desiderarla.
Due settimane fa, io ero in centro alla stazione di Bologna e cercavo uomini da spompinare, intravidi un uomo maturo, e mi avvicinai chiedendogli se voleva compagnia, lui rispose di si e salii nella mia macchina, ci presentammo e lui mi prese la nuca e mi abbassò sul suo cazzo che aveva tirato fuori,era davvero bello, pulito e duro come il marmo, mentre glielo succhiavo, si accorse della fede nuziale al dito, mi chiese se ero sposato e io risposi di si, lui mi chiese di mia moglie e io nel fantasticare un po' gli dissi che era una porca ee che le piaceva molto il cazzo,mi sborrò in bocca e poi mi chiese se volevo che si scopasse mia moglie, io risposi di si e lui mi disse di invitarlo a casa nostra e presentarlo a mia moglie come un vecchio amico.
Andammo a casa mia e presentai Lucio a mia moglie come un vecchio amico, lei fu felice di fare la conoscenza del mio amico, e ci sedemmo sul divano, mentre lei ci portava da bere, Lucio iniziò a complimentarsi con mia moglie, che era vestita con gonna, tacchi alti e autoreggenti, la invitò a sedersi sul divano insieme a noi, e io allontanatomi per un momento per andare in bagno, quando tornai, lui le aveva messo una mano in mezzo alle gambe e la baciava in bocca con la lingua, io mi sedetti a fianco a loro e lui mi disse...guarda cornuto come si scopa una troia di moglie come la tua...la fece piegare a pecora e le infilò il cazzo nella figa e lei godeva come una troia, io mi chinai sotto di lui e iniziai a leccare le sue palle, poi estrasse il cazzo dalla figa e avendogli leccato il culo glielo infilò nel culo e lei emise un gridolino di dolore che ben presto passò e si eccitava come una cagna, quando stava per sborrare, la fece girare e le sborrò in bocca e invitò me a baciarla assaporando tutta la sua sborra...(Storia di fantasia)

Questo racconto di è stato letto 3 6 6 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.