Erotici Racconti

La serata no si trasforma in una notte magica

Scritto da , il 2018-05-14, genere gay

Era nudo steso sul letto ad ascoltare il rumore della pioggia, accanto a lui Jim dormiva profondamente.In una delle loro rare serate no, avevano fatto l'amore in modo poco soddisfacente. Duilio aveva faticato parecchio a far rizzare il pene dell'amico, pur usando tutte le sue migliori tecnice di lingua e di bocca. Alla fine l'erezione era ben lontana dall'essere la solita verga d'acciaio. Jim lo aveva penetrato a fatica e dopo qualche spinta era venuto nel preservativo, senza riuscire a sfilarlo in tempo per venire nella bocca golosa di Duilio, insomma un disastro. Jim si sveglio` stiracchiandosi e accarezzo` il culo del suo scopamico..."scusami per la figuraccia non so cosa mi sia successo non sono riuscito nemmeno a sborrarti in bocca come piace a te". "Ecco ci risiamo"pensò Duilio "basta che per una volta non mi monti come un toro e si sente impotente"..." Jim dovresti aver capito che dalla prima volta che l'abbiamo fatto, le donne non le guardo nemmeno, ho voglia solo di te, nessuno potrebbe scoparmi come te penso solo al tuo cazzo"...detto questo salì su di lui baciandolo con passione, le lingue si intrecciarono le mani si allacciarono, Jim affondavaa la lingua in quella del partner con veememza,il quale a sua volta la succhiava con maestria. Duilio a fatica si sottrasse a quel dolce bacio per leccare il collo del suo toro,per poi scendere sul petto sulla pancia e finalmente sul membro di Jim. Duilio bacio la pelle sotto i testicoli stuzzicandoli con la lingua e massaggiandoli piano,mentre le mani lavoravano sull'asta ormai turgida...la lingua indugiava sul glande per poi saettare fulminea sulle palle, e di nuovo su tutta l'asta piena di vene in rilievo. Ora il membro era nel pieno della sua poderosa erezione. Duilio guardò soddisfatto per un attimo il risultato del suo lavoro prima di far alzare da letto il suo amico.Duilio si sistemo` un cuscino sotto le ginocchia e spense la luce. Ora al buio c'erano solo due corpi accaldati e mugolii di piacere. Duilio ai colpi di lingua alternava dei dolci morsi al cazzo di Jim mandandolo in visibilio,non tralasciando di succhiare anche i testicoli pieni che stavano per esplodere. Infatti dopo alcuni istanti Jim raggiunse il culmine del piacere, afferrò con entrambe le mani la nuca del suo splendido pompinaro, e spinse il cazzo come un toro dentro la sua vacca.Sborro` gemendo non so quanti schizzi caldi in bocca a Duilio che bevve tutto con avidità senza perdere una goccia.Jim sentì le gambe cedere crollando seduto sul letto, Duilio come sempre affondò la faccia fra le gambe del partner pulendogli completamente il membro con sapienti leccate. Poi decise che era il suo momento,Jim era ancora seduto Duilio in piedi di fronte a lui si masturbo furiosamente..."si sii vengo" Jim apri la bocca per accogliere l'orgasmo di Duilio che non si fece attendere, poi avvicinò la sua bocca a quella del partner, baciandolo a lungo...ora l'acqua che scorreva era quella della doccia. Duilio massaggiando il corpo muscoloso di Jim esclamò ridendo" visto come si trasforma una notte no in una serata magica"..."lavami la schiena troietta invece di parlare" risero per mezz'ora :-)

Questo racconto di è stato letto 1 4 3 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.