Troia in cam

Scritto da , il 2009-10-29, genere masturbazione

Ho scoperto da poco che mi piace tanto fare le porcherie in webcam.

Ho sempre pensato fosse una cosa da pervertiti e da sfigati ma mi son dovuta ricredere.

Mi chiamo Eleonora, ho 20 anni e sono fidanzata da nove mesi con un bel 22enne.

Questa storia è iniziata due mesi dopo che mi sono messa con lui.

È un ragazzo molto bello alto 1,85 moro con gli occhi chiari, gioca a calcetto.

Abitiamo nella stessa città e ci vediamo spessissimo.

All'inizio era un vero toro, stavamo sempre ad accoppiarci come conigli, poi dopo due settimane i nostri rapporti sessuali hanno cominciato a diradarsi e adesso lo facciamo una volta a settimana il sabato nella classica posizione.

Dieci minuti di su e giù ed è tutto finito.

Una sera ero a casa mia, e ero su MSN a parlare con i miei amici, mi sentivo sola.

Il mio "amore" era uscito con gli amici, non sia mai avessi protestato, mi avrebbe accusato di essere asfissiante e di non lasciargli lo spazio suo libero.

Mentre stavo chattando, si collega un mio amico di Bari, che avevo conosciuto qualche giorno prima, un ragazzo molto simpatico, dolce, sensibile e carino (a giudicare dalle foto) di 21 anni.

Mi ha chiesto come stavo e abbiamo cominciato a parlare di noi.

È uscita fuori anche la mia situazione non molto bella con il mio ragazzo.

"Ma non ti farebbe piacere conoscere qualcuno che ti tratti come una vera Donna di carne e ossa?" mi ha scritto.

"Sì" gli ho risposto...

Lui "Ti trovo bellissima e sei molto sensuale nella foto che hai messo, il tuo ragazzo è fortunatissimo ad averti, se fossi io lì non ti toglierei gli occhi di dosso e stasera, mai ti avrei lasciato sola"

(era una foto dove indossavo una magliettina aderente e si vedeva il mio seno abbondante)

"Guarda cosa sto facendo mentre ci stiamo scrivendo"

Ha acceso la cam e ho visto che si stava sparando una sega.

La sua mano si muoveva velocemente su e giù, il suo cazzo era grosso e con la cappella tutta di fuori.

Ha acceso anche il microfono, così sentivo il rumore della mano che lo menava e i suoi gemiti...

Sono rimasta un minuto imbambolata e poi ho chiuso di scatto la connessione, senza nemmeno salutarlo.

Sono corsa in camera e mi sono masturbata come una pazza e ho goduto tantissimo, e così per parecchi giorni durante i quali quando sapevo che lui probabilmente era collegato su MSN, ma non avevo il coraggio di raggiungerlo.

Una sera ho deciso di avere coraggio e sono rientrata su MSN, lui mi ha detto:

"Sai Ely che mi è dispiaciuto che sei scappata così però forse sono stato un pò un cafone, ti chiedo scusa. Lo capisco che vedere il mio coso in questo modo ti ha scandalizzata."

Io: "Non lo so... "

Lui:"Non volevo offenderti, anzi era un modo per farti capire come sei bella, me lo fai drizzare e nemmeno ti ho mai incontrato"

Io mi stavo eccitando... "Dici davvero?"

Lui:"Si Ely. Non posso fare tanto per te da questa distanza, ma lascia che ti dimostri quanto mi piaci."

Ha riacceso la cam e il microfono e ha cominciato a masturbarsi, era ancora più gonfio e duro di quanto ricordassi, un cazzo enorme.

Mi stavo bagnando le mutandine a vedere quello spettacolo, sentivo tutto un friccicorio nella fica...

I capezzoli si erano induriti e mi facevano male.

Lui continuava dicendo "Guarda che cazzo mi fai venire, quanto vorrei fartelo sentire".

Io ormai non resistevo più e mi sono infilata una mano nelle mutandine, ho cominciato a farmi un ditalino.

Lui: "Non parli? Scommetto che ti sei eccitata, fammi vedere dai..."

Io continuavo a stare zitta e a torturarmi il clitoride, si stava bagnando anche la sedia ormai di tutti i miei umori.

Lui:"Fammi vedere le tette dai, non sai quanto vorrei leccartele tutte.."

Non ero più lucida. Sentire la sua calda voce era diverso che vedere delle fredde parole scritte su uno schermo.

Ho acceso anche io la mia cam e mi sono scoperta le tette. Con una mano continuavo a masturbarmi, con l'altra mi pizzicavo i capezzoli duri.

Lui: "Si daiii, sei fantastica! Me lo stai facendo scoppiare..."

Mi sono alzata in piedi e mi sono abbassata le mutandine così lui ha visto le mie dita in fica.

Superato questo limite, ho deciso di accendere il microfono e di dirgli cosa provavo, visto che avevo entrambe le mani occupate...

"Vorrei tanto che me lo ficcassi tutto dentro, ce l'hai enorme..."

Lui:"Siii, è tutto per te.."

Io:"Sono tutta bagnata, struscia il cazzo sulla webcam così lo vedo meglio..."

Lui ha eseguito i miei ordini e ho avuto un sussulto quando ho visto la cappella enorme e rosea che copriva gran parte dello schermo.

Non ce l'ho fatta più e sono venuta, ho messo una gamba sul tavolo in modo che vedesse bene la mia fica bagnatissima dopo l'orgasmo.

Anche lui ormai era vicino e ha cominciato a scuoterlo sempre più forte, finché non ha schizzato tutta la sborra sulla webcam.

Una cosa fantastica!

Ci siamo ricomposti e abbiamo continuato a parlare come se nulla fosse, ma con un nuovo spirito, la nostra amicizia virtuale era diventata ancora più intima e forte...

Da quel famoso giorno è passato qualche mese e non mi importa se il mio ragazzo è un coglione, perché basta che accendo il computer e c'è il mio amico che pensa a me e alla mia fica vogliosa.

Lui vorrebbe incontrarmi.

A me per ora stanno bene così le cose, e poi siamo troppo lontani.

Però chissà, sogno spesso di sentire la vera consistenza e l'odore e il sapore di quel cazzo stupendo.

Voi andreste...?

Questo racconto di è stato letto 1 1 3 5 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.