Tacco 16

Scritto da , il 2017-02-22, genere bondage


Due schiave e un Padrone....Nessun freno....nessun limite....Nel pieno e totale rispetto reciproco, con i loro corpi esplorano e sperimentano piaceri e sensazioni esplosive e talvolta stupendamente devastanti...

Loro Lo aspettano nella loro Little house...sono pronte....Una è vestita di latex nero...coda alta...occhiali ed orecchini a cerchio..scarpe nere con una fessura laterale molto interessante...l'altra è una dottoressa...Anche lei ha i capelli legati e occhiali....indossa un completino molto sensuale bianco, calze bianche e delle scarpe rosse lucide...Il Padrone arriva....Loro si inginocchiano ai Suoi piedi,Gli baciano le mani..una la destra..l'altra la sinistra...simultaneamente....lentamente scendono e iniziano a leccarGli le scarpe...Si muovono in completa sintonia...Lui sorride e le accarezza premendo con forza sulla testa le Proprie mani...Loro si contorcono di piacere ma non smettono di servirLo.....piano piano e sempre e solo con la bocca Gli sfilano le scarpe e le calze baciando con estrema devozione e incalcolabile piacere Quei piedi...continuano silenziosamente fino a quando Lui non le tira per la corda che hanno legata al collo...Quello è il segno che possono alzarsi e proseguire nello spogliarLo....Una davanti e una dietro si strusciano sensualmente su di Lui senza mai perdere di vista il loro dovere....non superano quel limite che Lui ha insegnato loro a rispettare sempre e prima di ogni altra cosa: servire il loro Padrone ha la priorità assoluta su tutto,anche sul proprio istinto animalesco che hanno ormai imparato a domare e contenere anche nelle prove più dure alle quali Lui le sottopone...Gli sfilano prima i pantaloni...poi le mutande....sono così bagnate che le fissano quasi ipnotizzate...il loro istinto le porterebbe a strapparGliele via con i denti e succhiare Quel cazzo che ora si erge davanti ai loro occhi avidi e affamati...ma sono schiave e sanno cosa il loro Padrone vuole che facciano...Ora Lui è nudo...le Sue schiave tornano ai Suoi piedi e ricominciano a baciarLi con pacatezza e controllo....La loro eccitazione non può mostrarsi ma le loro fighe sono bagnate....Lui tira entrambe le corde e senza dire una parola le trascina di sopra...Ne fa sdraiare una supina sul letto...la benda,le alza le gambe e lega stretti i polsi con le caviglie, immobilizzandola...l'altra deve guardarli senza distogliere lo sguardo in ginocchio a terra, ferma e zitta,davanti a loro...il Padrone inizia a scopare con forza e violenza la schiava legata guardando peró fisso l'altra che sembra rimanere impassibile come Lui le ha ordinato....In realtà lei sta provando una forte eccitazione che le sta esplodendo dentro...Lui la provoca con ogni mezzo scopando l'altra ed esercitando tutta la Propria autorità...Sa esattamente quello che dietro quello sguardo vitreo sta provando la Sua schiava nel guardarLo....ad un certo punto si ferma....La tira per i capelli e la fa salire sul letto..."Sei stata davvero brava cagna....Il tuo Padrone è fiero di te"....."Grazie Padrone" risponde lei contenendo la propria emozione....La mette davanti alla schiava legata, sempre sdraiata, che nel frattempo è completamente stravolta da quello che Lui le ha appena fatto ....Avvicina la testa alla sua scarpa e la guarda intensamente..Lei capisce il Suo desiderio ed inizia a leccarla liberando gradualmente la propria bramosia..Lo sguardo mentre esegue la Sua volontà é caldo e infuocato....Lui l'ha portata a sentirsi così calda e vogliosa che ora che ha il permesso di esprimersi il suo corpo sprigiona tutto il desiderio che ha accumulato.....lecca quel tacco....lo lecca molto avidamente....Quel tacco...Quando sarà ben bagnato,il Padrone l'affererá con forza per i capelli e la farà girare....La metterà in ginocchio con le mani a terra e mentre si farà spompinare dalla schiava legata, le infilará il suo tacco scopandole meravigliosamente il culo...

Questo racconto di è stato letto 6 5 3 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.