Erotici Racconti

Il mio amico camionista

Scritto da , il 2016-11-30, genere gay

il mio amico Piero fa il camionista e molto porco a un cazzò di ventitré cm mi chiede se voglio andare con lui nel nord d'Europa con il suo camion partiamo l'a domenica sera ore ventuno Piero a trentasette anni mi disse prima di partire vedrai come ci divertiamo arrivati sul posto dove doveva scaricare verso le cinque del mattino io ero nella brandina a dormire 💤 ero nudo all'ora lui si spogliò restando nudo anche lui io mi girai a pancia in su Piero mi viene sopra mi disse metti le gambe sopra le mie spalle con una mano portò il cazzò sul bucò del culo poi spinge dentro sempre piano era entrato molto bene bruciava un po' ma poco dopo scompare cominciai a godere il suo cazzò mi massaggiava la prostata godevo come un maiale dopo cinque minuti Piero mi sborava dentro nel culo poi si sdraiò accanto a me e dormimo fino alle ore sette poi ci rivedremo perché era ora di scaricare la prima parte del carico Piero mi disse questa sera andiamo in un locale dove ti divertirai venuta la sera ore venti andiamo in un club per soli uomini entriamo Pietro mi presenta ai suoi amici entriamo tutti nudi poi vedo Piero con due persone questi due avevano un cazzò enorme sui ventisette cm a dir poco erano due quarantenni Piero mi disse ci vediamo dopo io le dico mi ai venduto Piero mi disse di no voglio che tu provi due veri cazzi poi andiamo in un stanzino chiusero a chiave L'a porta 🚪 uno si sedette sul letto mi disse adesso succhiamelo l'altro mi stava leccando il bucò del culo poi mi mise della vaselina quello ché stavo succhiando si rilevò un cazzò da cavallo 🐴 intanto l'altro mi introduce anche uno splung e lo lascio' dentro poi tiro' fuori lo splung mi disse adesso siediti sopra feci come mi dissero siediti sopra il cazzò entrò come un siluro mi arrivò fino in pancia poi cominciò a pompare l'altro mi disse ai un bucò ché ci passa un altro cazzò mi disse piegati un po' aveva messo ancora della vaselina anche sul cazzò punto' il suo cazzò sul bucò nella parte superiore senti un male teribile dentro nel culo mi pareva di scoppiare però era molto bello avere due cazzi dentro nel culo cominciarono a pompare ebbi subito un orgasmo anale ché bello ma poco dopo l'ultimo lo tiro' fuori me lo mise in bocca 👄 e mi sborava in bocca l'a sbora era molto buona molto dolce l'altro cambiò posizione mi disse mettiti alla pecora mi sopra a cavalcioni il cazzò trovò subito il bucò entrò come un siluro cominciò subito a pompare ma dopo tre minuti mi sborava dentro nel culo poi mi fecero i complimenti io chiesi l'oro di dove sono mi dicono ché sono due camionisti al tuo amico abbiamo dato trecento euro per averti volero il mio cel. Da Piero o voluto duecento euro perché mi aveva venduto

Questo racconto di è stato letto 3 7 1 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.