La fighetta di mia moglie 15

Scritto da , il 2016-10-23, genere bisex

Seguito dal racconto numero 14.
Mia moglie urla e geme come posseduta dal demonio.
In effetti il demonio è rappresentato dai 35 centimetri del palo della mia amica trans che se la sta scopando con una violenza inaudita.
Alterna affondi micidiali a rotazioni del bacino che la scavano con la cappella in ogni angolo di quella fica immensa. Gode la troia e dalla fica escono umori sciabordanti.
" dai ancora, dai sfondami, lo voglio sentire fino nel cervello " urla.
La trans ora accelera il ritmo e sbatte violentemente il suo bacino contro le cosce divaricate di mia moglie. Il tipico rumore dei corpi sudati si sentirà fino nell'androne del palazzo. Poi un urlo e anche la trans viene in maniera così copiosa che sembra inondare tutta la fica di mia moglie e mentre esce ne fa cadere una buona quantità sul divano.
Sono sudati, sfiniti, forse appagati, o forse ne vorrebbero fare ancora un'altra. Hanno il fiatone e si abbandonano sul divano a riposare.
Io vado a fare una doccia e a cercare di ricomporre quello che mi resta del mio povero buco di culo dilaniato con violenza da Giorgio.
Sotto la doccia me lo tocco e quasi la mano ci scivola dentro; ha ragione mia moglie quando mi chiama " la sua fighetta ". Non mi posso vedere ma a sentire con la mano, sembra veramente un taglio verticale fra le chiappe.
Torno nel salotto e gli altri si sono ripresi e uno alla volta si recano anche loro nel bagno per rinfrescarsi, quando improvvisamente sento suonare al citofono.
Rispondo e mi si presenta un tizio che si qualifica come tatuatore e ha un appuntamento con mia moglie. Non capisco e la chiamo per avere spiegazioni.
" a si caro, mi ero dimenticata di dirti che ho invitato il tizio per farti un regalo " mi dice mia moglie.
" ma sai che io non amo i tatuaggi e poi non mi interessano, cosa vuoi fare ? "
" ho pensato di farti fare un tatuaggio sul culo, vedrai che bella idea, sicuramente i tuoi amanti ne saranno entusiasti ! ".
Il tizio arriva e confabula con mia moglie; poi mi invitano a mettermi sul divano in posizione ginecologica, a gambe ben aperte e Giorgio e la trans contribuiscono a tenerle ferme e in alto. Praticamente sono con il culo esposto alla vista del tatutatore, con il culo alla sua mercè.
" la mia idea caro, visto che ti piace tanto il cazzo e sei invidioso della mia fica, è quella di farti tatuare tra le palle e il culo, una sorta di fica, bella a colori e vedrai i tuoi amici come saranno eccitati nel vederti !"
Sono allibbito, esterefatto, in balia di mia moglie e degli altri due che sghignazzano incuriositi.
Il tizio si inginocchia tra le mie gambe e inizia a lavorare con gli aghi, che cambia in continuazione in funzione dei colori che mi applica. Sento un prurito e un leggero dolore, sopratutto quando si avvicina allo sfintere ma dopo quasi un'ora, tutto è finito.
Il tizio va via, raccomandandosi di non usare la parte per almeno 20 giorni.
Mia moglie, Giorgio e la trans, sono meravigliati del lavoro " mamma mia caro, ti ha fatto una fica che sembra vera, e coincide perfettamente con il buco del culo, ha anche le labbra disegnate in rosso e poi tutti i peli, sopra vicino alle tue palle ".
" cazzarola, sembra una fica vera" dice Giorgio " non ho mai visto un tatuaggio così realistico ".
E la trans " bellissmo, ti porterò a battere con me, vedrai faremo soldi a palate ".
Io non so più cosa pensare ma devo dire che la cosa mi eccita; vado in camera dove c'è uno speccio lungo difronte al letto e mi sdraio supino aprendo le gambe.
Mi si presenta uno spettacolo incredibile, inaspettato.
Ho una fica tra le gambe ! Sembra vera !.
Finisco di fantasticare su questa cosa quando sento dei ruomri provenire dal salotto. I cazzoni dei due hanno ripreso vigoria e mia moglie se li è fatti sprofondare contemporaneamente nei suoi anfratti.
Mi guarda e mi dice " vieni caro, leccami e insalivami come ti piace, tu purtroppo dovrai stare fermo per 20 giorni ma poi vedrai che belle scorpacciate di cazzi che ti farai !".
Obbedisco e capisco che mi aspettano 20 giorni di favolosi pompini, fino a quando la mia nuova fica sarà pronta.

Questo racconto di è stato letto 6 2 3 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.