Erotici Racconti

Mio marito mi fa scopare da un cazzone nero

Scritto da , il 2016-07-10, genere prime esperienze

Era da tempo che la mia vita sessuale era nettamente calata.
Mio marito ci provava spesso, ma la mia voglia andava sfumando sempre più. Che dirvi, sarà stata la noia, il troppo lavoro e la stanchezza.
O forse sarà stato che non ci stavo capendo nulla neppure io... Fatto sta che non scopavamo più ormai da almeno sei mesi.
Qualche sera fa mio marito prova a toccarmi e mi dice chiaramente che vuole fare l'amore... Io mi scanso e ancora una volta gli rispondo di no.
Non mi va.
Mio marito va in escandescenza:
"Ma come cazzo è possibile? Sono sei mesi che non facciamo nulla! Basta adesso ci penso io a te".
Si vestì in fretta ed uscì di casa.
Mi sentivo affranta. Non avrei voluto arrivare a quel punto, ma non sapevo come altro fare. Il mio corpo non ne voleva sapere.
Stavo per prendere nuovamente sonno (nonostante la preoccupazione per mio marito che era uscito in piena notte senza dare spiegazioni) quando sento la sua macchina rientrare. Passi che salgono su verso la stanza e poi la luce accesa a giorno mentre io, abbagliata, mi coprivo il viso con le mani.

"Lui è Paul" mi disse.

Davanti a me un ragazzo di colore molto alto e magro, che mi guardava serio dritto negli occhi.

"Ma che cazzo fai? Porti sconosciuti in casa in piena notte? Sto dormendo cazzo!" Mi sembrava tutto assurdo.

Il ragazzo nero continuava a fissarmi e tacere.

"Non vuoi mai scopare con me! Adesso scopi per forza e con lui!"

Stavo per alzarmi e uscire, ma mio marito non me lo permise...

Fece un cenno a Paul che mi buttò sul letto ed iniziò a toccarmi. Inizialmente provai a difendermi, poi mi strappò le mutandine ed invase la mia vagina con la sua lingua rovente. Iniziai a contorcermi dal piacere ma continuavo a dirgli di fermarsi. Non volevo. Mi girai e vidi mio marito in piedi che sorrideva e si godeva la scena.

"Fallo fermare!"

Paul prese un OGGETTO DEL GENERE e me lo mise sul clitoride. Urlai di piacere ed intanto sentii un cazzo enorme entrarmi tutto in vagina.

"Basta! Basta è troppo grosso!" Ma Paul continuava a spingere sempre più forte senza rallentare neanche di un soffio, sempre più forte, sempre più forte e sempre più in profondità. Un orgasmo enorme mi avvolse.

"Ahhhhhhhhh"

Mio marito si toccava il cazzo con negli occhi una eccitazione estrema.

Paul mi girò e mi buttò in maniera abbondante QUESTO addosso. Poi senza pensarci troppo mi sfondò il culo.
Urlai ancora, ormai senza più freni..

"Siiiii cazzo siiii, sfondami il culo!! Ti piace guardare eh cornuto? Ti piace!"

"Si che mi piace! Finalmente!"

Mio marito si avvicino e mi infilò tutto il cazzo in bocca mentre Paul continuava a scoparmi da dietro.

Glielo succhiai come mai prima di allora. Dopo un po' Paul mi venne sulla schiena e mio marito vedendolo non riuscì a trattenersi riempendomi la bocca.

"Grazie Paul" gli disse. Puoi andare questi sono per te e questi per il taxi".

Il ragazzo non aveva detto una parola, si era limitato a scoparmi violentemente. Prese i soldi ed uscì.

Mio marito sembrò molto soddisfatto.

"Allora cara? Quando mi rifiuti ancora una volta?

Questo racconto di è stato letto 1 3 7 4 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.