Ragazza troia

Scritto da , il 2009-01-01, genere etero

Un po di tempo fa ho scoperto che la mia ragazza è una grande troia.

Un giorno le confessai che tutte le sere dopo aver scopato con lei, prendevo la macchina e andavo a troie facendomene una o due, e questo lo facevo non perché non l'amavo, ma perché avevo voglia di sesso, lei si arrabbio molto all'inizio, ma poi mi disse che invece di spendere soldi per le toie potevo dirlo a lei che mi avrebbe risolto il problema, un giorno così feci, la chiamai e le dissi che volevo scopare, lei mi disse di non preoccuparmi e che mi avrebbe risolto il problema.



Aspettai e tutto ad un tratto suonarono alla porta, apri e mi trovai davanti un'amica della mia ragazza che si avvinghio subito al mio cazzo, così incominciammo a scopare.

L'indomani mattina lo dissi alla mia ragazza per sapere se c'entrava qualcosa e lei mi disse che l'aveva chiamata lei.

Io chiesi cosa potevo fare per ringraziarla, lei mi rispose "visto che tu ti chiavi le mie amiche io vorrei essere chiavata dai tuoi amici".

Subito rimasi perplesso, ma l'idea mi eccitava e infine accettai.



Adesso io faccio chiamare le sue amiche per scoparmele e lei fa chiamare i miei amici per farsi chiavare, solo che io me ne faccio una alla volta mentre lei ne vuole sempre due o tre...



Quando però ci incontriamo per scopare tra di noi ne esce fuori una scopata fantastica data la grande esperienza di entrambi.

Questo racconto di è stato letto 2 5 8 2 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.