Finalmente si avvera la mia Fantasia prima parte

di
genere
corna

Ciao mi presento, mi chiamo Franco 57 anni sposato con Carla 56 anni 1.68 un po’ in sovrappeso. La cosa che mia ha sempre creato problemi è la mia dotazione. Sinceramente piccola però di questa cosa mia moglie non me lo ha mai fatto pesare. Lei non è una donna appariscente ma nonostante l’età ha ancora un corpo che si fa guardare. 1.67 terza di seno con un po’ di pancetta che non riesce a perdere cosa che la fa molto arrabbiare. A dimenticavo io soffro di eiaculazione precoce cosa che fa durare molto poco i nostri rapporti. Negli ultimi tempi forse per farla eccitare e per eccitarmi, mentre facciamo i preliminari le chiedo sempre più spesso se le piacerebbe un cazzo più grosso del mio che la scopasse, sarà per l’eccitazione lei dice che le piacerebbe un bel cazzone che la riempisse. Tutto però finisce dopo l’amplesso. Non le ho mai confessato che mi piacerebbe vederla scopare con un’altro uomo. Un venerdì decidiamo per il giorno dopo di andare a Mare, abitiamo in provincia di Napoli quindi i non molto lontano dal mare. La mattina del sabato prepariamo l’occorrente e arriviamo al lido verso le 8.45 riuscendo ad avere un ombrellone in prima fila. L’ombrellone vicino al nostro è aperto con un solo lettino sotto ma dell’’occupante nessuna traccia. Sistemate le nostre cose e preparati i lettini andiamo al bar per prendere un caffè . Seduto noto un uomo sui 40 anni seduto da solo che faceva colazione e la mi fantasia galoppa. E’ un bell’uomo atletico e noto che anche mia moglie lo sta guardando ma non ho il coraggio di dire nulla. La cosa però mi eccita un bel po’. Mentre beviamo il caffè l’uomo si alza e non posso non notare il rigonfiamento che ha d’avanti in quanto indossava un costume a slip, l’uomo si allontana scomparendo alla nostra vista. Dopo il caffè torniamo al nostro ombrellone e con mia sorpresa scopro che l’uomo del bar è il nostro vicino di ombrellone. Ci mettiamo sui lettini e guardando mia moglie noto che ha lo sguardo rivolto al nostro vicino, l’uomo è steso sul lettino intento a leggere un libro e quello che risaltava era il rigonfiamento che ha tra le gambe. Con la scusa di vedere se l’acqua è fredda porto mia moglie a riva e senza mezzi termini le dico “ Ti piace di la verità “ lei mi guarda stranita “ mi piace cosa ? “ Io- dai non fare la scema ho visto come gli guardi il cazzo al nostro vicino, puoi dirlo non mi arrabbio. Diventando rossa in viso mi guarda. Lei - ad essere sincera come si fa a non notarlo deve avere un affare non indifferente e mi fa l’occhiolino. Cogliendo la palla al balzo la guardo e Io - ti piacerebbe essere scopata da un cazzo così? Lei - e a quale donna non piacerebbe. Io - allora ora che torniamo ai lettini mettiti distesa a prendere il sole e infilati il costume tra le natiche con fai per abbronzarti. Però fai in modo da fargli vedere il culo. Lei - ma sei scemo e se quello poi ci prova con me tu ti incazzi Io. Che te lo ha detto che mi incazzo? Mi guarda con sguardo sorpreso. Io - ti piacerebbe essere scopata da lui? Si notava che ero serio e non scherzavo lo dicevo guardandola negli occhi. Lei - sinceramente mi farei scopare anche subito e sorrise. Io - ok provaci ad un patto che se ci riesci a rimorchiarlo io sia presente. Mi guarda sconvolta Lei - vorresti guardare mentre lui mi scopa? Ma poi parliamo sei sicuro che voglia scopare una tardona come me con tante ragazze in spiaggia? Io - provaci ma ricorda che dovrò essere presente. Come d’accordo lei si stende sul lettino si infila pa parte posteriore tra le natiche poi mi guarda Lei - Tesoro mi spalmi un po’ di crema abbronzante? Mi avvicino prendo il contenitore con la crema e cominciai a spalmarla prima sulla schiena poi piano piano arrivo alle native e mi soffermo a massaggiarle, giro il viso e noto il nostro vicino che fissa il culo di mia moglie. Finisco di massaggiare e torno al mio lettino. L’uomo continua a guardale il culo senza curarsi della mia presenza. Era il momento per rompere il ghiaccio. Io - ti piace molto da come lo guardi. Si gira verso di me sorride e Lui - le cose belle di guardano mica ti da fastidio? Credo di no come non ti ha dato fastidio che tua moglie mi guardasse il cazzo. Sorride Lui - Piacere Giacomo . Mi presento anche io mia moglie ci sente parlare e si gira guardandoci Io - lei e’ Carla la mia metà . Si avvicina e le dà la mano dicendo G. - complimenti Carla e sorride. C. - complimenti per cosa scusa? G- per il culo molto attraente sorride mia moglie mi guarda e vede che le sorrido facendole l’occhiolino poi si gira verso Giacomo ed esclama a bassa voce C - complimenti a te per quel bel rigonfiamento che hai.. Giacomo senza scomporsi ci guarda e G - visto che il tempo non è granché perché non andiamo da me per un caffè ho un villino non molto lontano. Lei mi guarda C - che dici tesoro andiamo? Io - se ti fa piacere certamente. Prendiamo le nostre cose lasciamo il lido e prendiamo la macchina nel parcheggio mentre Giacomo prendeva la sua per farci strada. In macchina lei mi guarda ed esclama Lei - Tesoro ma sei sicuro? Quello vuole chiavarmi e tu diventi un cornuto? Io - Carla tu non chiedi altro che farti sfondare la fica da quel cazzone e si lo ammetto non chiedo altro di vederti chiavare con lui.. Cornuto ebbene sì per me non è un problema. Continua
scritto il
2024-06-10
6 . 2 K
visite
2 6
voti
valutazione
4.9
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.