L'ironia di papà sul sesso.

di
genere
incesti

-Non ti masturbare troppo, diventi cieco- Papà ironicamente questa espressione la usava spesso. Mamma commentava, finta irritata -Lascialo stare quel ragazzo, pensa a te- Nella solita battuta una volta ho reagito con altrettanta dose di ironia- Tu alla mia età cosa
facevi- La risposta gli è venuta di getto, senza riflettere -Le seghe- -Io cosa dovrei
fare?- -Ti sei offeso?- -No ma tu mi martelli- -Quando avevo la tua età facevo quello
che fai tu, erano altri tempi però, non c'era la libertà sessuale che c'è ora- -A quale
libertà sessuale ti riferisci?- -Oggi le ragazze ti sbattono la figa in faccia- Ah si,
dove sono queste ragazze?- -Scusami non volevo ferirti- -No papà non è quello, conosco
alcune ragazze che forse sono nate senza cervello, magari le incontro tutte io- -Quindi?-
-Ho un amico, si chiama Gianfranco, ci siamo trovati casualmente, i nostri interessi sono
simili, entrambi abbiamo le stesse idee sulle ragazze- -Vi frequentate solo?- -Cosa intendi dire-? Mamma che fino a quel momento aveva assistito la dialogo in perfetto silenzio, è andata in camera -Avete anche le stesse idee sul sesso?- -Finora ci siamo scambiati solo quelle che tu chiami seghe- Eravamo in cucina, papà ha avvicinato la
sedia alla mia, sottovoce mi ha detto -Alla tua età ho avuto le tue stesse pulsioni-
Me lo ha detto mettendomi una mano sulla gamba -Ho avuto fortuna ad incontrarmi con
tua madre, ora no ma un amichetto l'ho avuto anch'io- -Io sto bene con Gianfranco, se dovessi trovare la ragazza giusta sicuramente sarei in grado di sostenerla, nel senso
che mi piacciono i ragazzi, ma non rifiuto l'altro genere, a volte sento te e mamma nel letto che esternate tutto il piacere rumorosamente, in alcuni momenti ho desiderato di unirmi a voi, tanta era l'eccitazione, quante volte ho desiderato fare l'amore con mamma ed avere il tuo cazzo in bocca- -Abbiamo gli stessi gusti, sei mio figlio, quei rumori
di piacere che ascoltavi, avevano un senso, ti avremmo desiderato averti tra noi. Abbiamo
perso del tempo che potremo recuperare- Siamo andati in camera, mamma era distesa sul letto coperta solo da un lenzuolo, papà l'ha scoperta, era nuda -Ne avete impiegato di
tempo-
di
scritto il
2024-03-15
4 . 5 K
visite
0
voti
valutazione
0
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.