Una storia Cuckold. 1 parte

Scritto da , il 2023-02-13, genere tradimenti

---RIPUBBLICO UN RACCONTO PRECEDENTEMENTE PUBBLICATO CON ALTRO NICK---
Il rapporto con mia moglie è sempre stato molto movimentato dal punto di vista sessuale:
abbiamo sempre avuto voglia di sperimentare ed abbiamo sempre avuto voglia di provocarci ed eccitarci.
Io, Giuseppe, ho 35 anni e lei, Paola, 33, siamo sposati ormai da 5 anni e devo ammettere che siamo
proprio una bella coppia; ovviamente il merito è tutto suo, alta 1,65 terza di seno, capelli neri e occhi neri:
la tipica donna mediterranea. Paola a letto è sempre stata una furia adorava farsi leccare la fighetta
perfettamente depilata, adorava farsi inculare con violenza, adorava farsi sborrare in faccia, adorava
essere insultata, essere frustata, stare al guinzaglio, ma al tempo stesso non disdegnava assumere il ruolo
di mistress, non era raro che ordinasse di leccarle la figa subito dopo aver fatto la pipì, a volte in realtà
è anche capitato che la pipì me l'abbia fatta addosso o direttamente in bocca e poi sapeva quanto mi eccitassero i
suoi piedini e non era raro che mi ordinasse di leccarglieli mentre lei stava al telefono con sua madre o magari
mi chiedesse gentilmente di farle
un massaggio mentre eravamo in compagnia di amici (la cosa mi eccitava da morire). Fu quasi per caso che assieme
una sera scoprimmo il mondo cuckold: avevamo voglia di guardare un film porno e la ricerca era orientata verso un
film che avesse come protagonista una donna e diversi uomini ma quello che alla fine guardammo ci eccitò da morire,
mi eccitò da morire e si impresse a fuoco nella mia mente: un uomo accompagnava la sua bella moglie in una stanza
dove ad attenderlo vi erano tre uomini, lui inizia a baciarla, la spoglia e poi la cosegna ai tre, ovviamente vi
risparmio il resto della trama, ma la cosa che più mi colpì e mi eccito fu il ruolo di quell'uomo in tutta
la monta:
baciava la moglie, le teveva la mano, e le leccava i piedi (devo ammettere che anche i piedi dell'attrice erano
veramente eccitanti) alla fine di tutto l'uomo si occupò di ripulire il corpo della moglie che i tre avevano riempito
di sperma e solo dopo lei gli permise di segarsi e godere sui suoi piedi. La scopata con mia moglie fu indimenticabile:
lei volle godere con il vibratore nero tutto infilato nella figa ed a me disse di segarmi e godere sui suoi piedi e
proprio mentre stavamo per godere mi urlò che sarei diventato un gran cornuto.

Iniziai a girare un pò su internet alla ricerca di esperienze di altri uomini che provavano piacere nel condividere
la propria moglie ed iniziai a seguire vari forum in cui venivano sempre raccontate esperienze che mi eccitavano
sempre di più ed è inutile dire che in ogni racconto che leggevo immaginavo mia moglie nel ruolo della
porca di turno ed io nel ruolo del cornuto ed iniziai anche ad avere qualche incontro in chat con quelli che s
coprii chiamarsi bull. Intanto i rapporti con mia moglie continuavano con la stessa intensità, anzi, ormai
avevamo aggiunto un nuovo elemento al nostro panorama di giochetti, capitava che a volte le chiedessi di
raccontarmi un ideale scopata con qualcuno dei sui colleghi o con qualcuno dei nostri amici e puntualmente
queste scopate terminavano con la mia sega sui suoi splendidi piedini.

Questo racconto di è stato letto 3 1 4 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.