Sesso in doccia

Scritto da , il 2010-02-08, genere gay

Sono una bella persona abbastanza socievole, e da quando ho cambiato lavoro, mi capita spesso di incontrare dei bei maschioni muscolosi e devo dire che tra i mie colleghi c'e ne sono alcuni veramente appetitosi. Ho sempre tenuta nascosta questa mia tendenza. Non potete immaginare il momento dedicato al rientro in cantiere dopo una giornata di lavoro tra spazzamento strade e svuotamento cassonetti, nelle docce......E' propio un bel vedere. Quei bei maschioni, che si spogliano, i loro corpi sudati e loro cazzi...... Quante volte nei miei sogni ho desiderato di fare sesso con uno di loro e quanti segoni mi sono fatto. Ultimamente il mio capo squadra mi ha accoppiato a Antonio, 45 sposato con un figlio. Propio un bel maschione muscoloso, moro. Da qualche settimana lavoriamo insieme abbiamo instaurato un gran rapporto di amicizia. Lo osservo nel suo splendore le sue mani grosse possenti e i suoi muscoli in azione....L'altro giorno per motivi di servizio abbiamo fatto il turno pomeridiano a svuotare i cassonetti. Al rientro ci siamo ritirati nelle doccie.Il cantiere era completamente vuoto.Abbiamo iniziato a spogliarci. Avevo il cuore che batteva a mille. Antonio dal suo armadietto ha tirato fuori una rivista porno e mi ha reso partecipe alla lettura.Guardavamo insieme la rivista...Ero inebriato, lui mi poneva domande. Quand'e stata l'ultima volta che ti sei masturbato? Era bellisimo vedere lui, con le sue coscie muscolose, il petto villoso e un gran pacco di cazzo che diventava sempre piu’ duro dentro i suoi slip. Non potevo distogliere lo sguardo da quel bel cazzone. Continuvamo a sfogliare la rivista e intanto piano piano allungo la mano sulle sue coscie fino allo slip e finalmente con grande coraggio riesco a tirare fuori il suo cazzo nodoso e duro. Che meraviglia non resisto inizio a smanettarlo ma il desiderio di sentirlo in gola è troppo forte. Inizio a spompinarlo di gran lena. Finalmente ho realizzato un mio sogno. Lui imppazzisce di piacere, era la prima volta che un uomo lo spompinava.......Ho continuato a succhiarlo con grande desiderio, i suoi gemiti erano sempre piu' forti. Ad un certo punto mi ha piantata con le sue forti braccia la testa piu' in giu. Non riuscivo a respirare con il suo cazzone in gola..... Ahhhhh che bello uno schizzo cremoso bollente di sperma mi ha innondato la gola e imbrattato la mia faccia. Siamo rimasti tutti e due sfiniti sudati un attimo in silenzio. Ci siamo guardati negli occhi. Ho visto con gioia il suo viso. Ho chiesto a lui se ci fosse stata una prossima volta. Ti prego desidero di essere inculato dal tuo grosso cazzone. Mi ha risposto di si. Adesso il nostro obbiettivo era di fare una bella calda doccia, e ritornare a casa.

Questo racconto di è stato letto 8 0 6 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.