Un patto con mamma dopo la scoperta del suo tradimento

Scritto da , il 2021-10-03, genere incesti

Salve a tutti. Ho diciotto anni e due mesi fa è successi un qualcosa di inaspettato. Mia madre è una donna sui 46 anni che porta benissimo, è ben curata, sensuale, intelligente, capelli biondi occhi verdi, culo sodo e tette piccole ma non troppo. Aveva tanti amici e conoscenze in quanto il suo sorriso e la sua simpatia sono delle particolarità che la contraddistinguono da tutte le altre donne. Un pomeriggio estivo stavo facendo una bella passeggiata per la mia città ascoltando un po' di buona musica. Ma ad un tratto la mia attenzione va tutta su quel bar di fronte alla Cattedrale. Vidi mia madre con un amico di vecchia data che spesso veniva a casa nostra. I due si stavano baciando, stavano limonando come due adolescenti e non terminavano mai. Presi il telefono e feci un video. Non nascondo che nel guardare la scena mi eccitai. Mia madre è una donna spettacolare e avrei voluto tanto essere nei panni di questo suo amico. Mi allontanai di lì e mi venne un'idea: "E se la ricatassi? In cambio potrebbe darmi ciò che ho sempre desiderato, ossia il suo corpo?". Allora andai su whatsapp e le girai il video e sotto un messaggio che recitava così:"Se non vuoi che papà scopri qualcosa di questo tradimento, voglio che oggi a casa dato che saremo soli dalle 22 in poi io e te facciamo sesso. Sei il mio sogno erotico e non mi sfuggirai questa volta. A te la scelta." Lesse il messaggio circa venti minuti dopo. Non rispose. Nin vi nascondo che temevo delle conseguenze. Tornai a casa alle 20.30, vidi un po' di TV e mi lavai per bene. Erano le 22.40 e lei non era tornata. Mi feci prendere dall'ansia perché avevo fatto qualcosa di sbagliato e avevo rivelato qualcosa di molto personale. Ero distrutto e imbarazzato. Ma alle 23.10 sento per le scale i rumori dei suoi tacchi. I miei occhi si spalancarono e il battito del mio cuore si fermó per qualche istante. Il rumore delle chiavi che aprivano la porta mi fece salire un'ansia indescrivibile. Ero nella sua camera da letto in piedi sul ciglio della porta. Appena entró mi diressi nel corridoio. Lei sbattè la porta e con i tacchi acceleró verso di me mentre si tolse il cappotto beige che rimase a terra. Mi fece un piccolo sorriso e mi disse:"Scateniamoci amore di mamma." Io feci un sorriso a 32 denti e mi diressi verso di lei. La spinsi di spalle al muro e iniziammo a baciarci proprio come stava facendo lei con il suo amico. Limonammo per diversi minuti. Il suo collo venne abbondantemente baciato e leccato, ma poi la presi in braccio mentre le toccavo il suo culo spaziale. Io mi sedetti sul letto e lei era ancora in braccio. Ci stavamo fondendo l'uno con l'altro. Con le mani le tolsi le sue scarpe con i tacchi rossi molto provocanti e le massaggiavo le piante dei piedi che mi fecero venire duro il pene. Le tolsi il vestito. Indossava un reggiseno e una mutandina nera molto sensuali. La scaraventai sul letto. Le baciai i piedi e poi iniziai a salire verso le sue cosce lisce ed attraenti. Giunsi alle sue mutande che strappai e gettai sul pavimento. Leccai la sua fica calda mentre lei urlava di goduria. Orgasmi che erano qualcosa che rendevano letteralmente magico il momento. Ma prima di giungere al suo culo. Le leccai con calma la pancia partendo dall'ombellico. Arrivai al seno. Le tolsi il suo reggiseno che raggiunse le mutandine. E poi mordicchiai i capezzoli, palpavo le sue tette sebbene non fossero grandissime. Stava godendo tantissimo ed io non ero da meno. Continuai a baciarla e a leccarla. Lei fece lo stesso. Da stare sotto di me, lei finì sopra. Mi voleva dominare e ci riuscì. Subito dopo mi svestì e mi fece una sega mentre mi eccitava. Mi succhió il pene e poi le venni in faccia. Continuammo a fare sesso per un'ora.Non potete immaginare che goduria. Nel momento post-sesso mi disse le seguenti parole che lasciarono le porte aperte a ciò che accadde pochi giorni dopo: "Non c'era bisogno di ricattarmi. Lo avevo intuito che ti piacessi e non ti nascondo che in alcune circostanze anche io ti ho guardato con occhi differenti. E non ti preoccupare per oggi pomeriggio. È stato solo un bacio. Non si verificherà piu." Quella sera fatta di grande ansia e paura per via del ricatto fu la prima di tante per una relazione mamma-figlio sempre più eccitante e infiammante.

Questo racconto di è stato letto 1 2 2 8 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.