Woow magari fosse stato vero.

Scritto da , il 2021-06-25, genere dominazione

Ero appena tornato dalle vacanze ,sapevo che in città mi aspettavano temperature fuori dal comune 40° seganav il termometro, non ti veniva la voglia di nulla . L'unica cosa che pensai di fare fu quella di catapultarmi al prince Park , l'unico posto dove avrei trovato sicuramente un po di pace , fresco fresco serenità per potermi mettere nuovamente al lavoro per poter portare a termine il mio testo per consegnarlo al mio capo prima che finisse l'estate. Il prince Park distava da casa mia una ventina di metri , solitamente finivo i miei la lavori lì, anche momenti piacevoli in compagnia , ma quella mattina avevo preso l'impegno di voler finire il lavoro . Quando arrivai al parco ,il grande parco che oltre tutto separa i due quartieri .Quella mattina notai uno strano silenzio , si sentivano solo gli uccellini cantare, le piste ciclabili solitamente invase da giovani erano vuote . Diedi una leggera occhiata tutto attorno e mi rassegnai all'idea che quella mattinata afosa era più solitaria e silenziosa del solito . Posai il mio sguardo sul tablet di lavoro ,avevo la mente un po chiusa ,mancavano le idee ,questa non era sicuramente una bella notizia .Dovevo consegnare il lavoro entro quarantotto ore ed io ero li che cercavo come iniziare . La mente improvvisamente soggiocava pensieri strani, mi sforzavo di più per capire cosa fossero qui pensieri ,che pensare l'argomento giusto da presentare. D'improvviso ebbi una fase lucida di ciò che pensavo, anche il mio corpo era stato rapito ed era in balia da quelle strane onde che sfioravno il mio corpo dando segnali di eccitamento . Dovevo finire il lavoro non era il momento di pensare al piacere . Mentre sembrava che stessi cominciando il lavoro , fui come rapito da una strana forza alla quale non seppi fare opposizione, mi lasciai avvolgere totalmente da quel turbine molesto ,ma implacabile e sinuoso che avvolte il mio corpo e la mia mente ,comincia a toccarmi ero un fuoco , fin quando improvvisamente mi trovai catapultato in un letto tutto setoso , aveva una forma di conchiglia, mi sentivo prezioso sdraiato lì , ero come una perla che se ne stava placda al centro .Ero toalmente nudo e sfiorava il mio cazzo, il miei capezzale, i sensi erano ormai entrati in un territorio di cose belle ma proibite . Tutto ad un tratto mi sentì avvolgrre da delle carezze che sfioravano il mio corpo e mi davano la sensazione di chi volesse essere dominato . Ben presto vidi tre uomini statuari di rara bellezza erano nudi con dei cazzi stupendi , mentre le loro mani sinuose si muovevano su di me .Senza più badare mi precipitati nel primo cazzo lo misi in bocca 'mmmm' che goduria, lo scalpellavo per bene con la lingua su e giù , su e giù mentre lo baganvo con la mia saliva per poi deglutire il tutto ,lo sentivo in gola ,lo volevo sempre più instancabilmente succhiavo e lo masturbavo piano piano, era in abbondanza. Sentivo il suo profumo che mi enibriava i sensi più spompinavo quel bel cazzone più godevo , mentre ero intendo a spompinare il primo per bene , ecco che si avvicina alla mia bocca già piena e vogliosa il secondo , non tardai di prendere in bocca il secondo cazzo comincia.con stessa maestria a lavorarlo per bene non volevo deludere quei bei cazzoni , spompinavo e deglitivo mentre gemevo , il terzo preso da una.spirale.di eccitamento vedendo che facevo pompini da favola, bene presto senza esistere cominciò a leccare tutto il mio buchetto per bene , era fantastico sentivo la sua lingua che scivolava dentro il mio buco caldo che pulsava desideroso di essere scopato e sottomesso grandemente . Era una goduria continuavo e succhuavo entrambi i cazzi già belli bagnati e duri . Non staccavo minimamente la mia bocca dai quei due cazzi ,ero in balia ad un orgasmo pazzesco senza eguali . Fin quando il terzo dopo aver peccato per bene il mio culo si mise in posa e mi penetrò con forza ,non ebbi ne il modo , ed il tempo di urlare ,lo mise tutto dentro e mi cavalcava come.se non ci fosse un domani ero al settimo cielo , mentre i due aumentavano la pressione sulla mia bocca e mi tenevano fermo io gemevo di goduria misto di dolore mi sentivo come se si spaccava il culo, volevo gridare ma nello stesso tempo il piacere era tanto , continuavo a spompinare i loro cazzi con sempre più foga e desiderio di cazzi . Ormai ero stato dominato . Mentre il tizio mi scopava per bene io mi sfiorava il mio cazzo già umido ,ma con regolarità fermavo la mano per non venire subito . Ero ormai in una situazione di assoluta goduria . Ormai aveva bloccato miei fianchi e mi domava come fossi una bestia in calore, rimasi con la bocca aperta mentre gemevo sempre più il primo venne mi riempi di sperma, non esitai a leccarlo tutto lo ripuli per bene quel bel cwzzo che ancora pulsava di goduria ,lo mandai giù il suo sperma caldo , mentre con la lingua continuavo a ripulirlo ,anche le palle furono ripulite per bene non ebbi né anche il tempo di prendere fiato che il secondo mi entrò il cazzo in bocca e dopo alcuni su e giù venne anche lui , ero estasiato , chiusi gli occhi mi rilassati mentre il terzo mi spaccava gridai dal forte godimento mentre il secondo mi blocco la testa mi tenne una mano sotto ip mento come.a temere la mia bocca aperta ed ecco che mi venne in bocca ,lo mandai giù con forza quasi quasi mi mancò il respiro ma ero troppo eccitato come non mai prima d'ora . Mentre lentamente comincia a masturbarmi il terzo sempre con più ingordigia continuava a penetrarmi con violenza , nona avevo la forza di parlare ma genevo soltanto come un pazzo , ero messo sempre a pecorina mentre trattenevo le urla ma gemente come una cagna , volevo che non si fermasse mai , fin quando gettò un gemito, i movimenti si fecero più marcati ed insistenti e mi venne dentro, un turbine meraviglioso mi avvolse, strinsi i denti perché venni anch'io nello stesso istante , ero totalmnte estasiato da ogni parte del mio corpo. Respiravo gemendo ,mentre mi cavalcava per venire tutto dentro di me, mentre ero con gli occhi chiusi mi mise il cazzo in bocca e mi disse pulisci per bene ora ,lo voglio pulito ,non esitai per niente a fare il mio lavoro ,lo leccai fino a farlo luccicare quel bel cazzo ancora caldo . Ero sfinito ma felice , avevo provato la scopata più bella del mondo con tre uomini fantastici e super dotati .Mentre ancora mi leccavo le labbra sentendo i loro cazzi su di me che mi sfioravano la faccia ed io gli sfiorava con la logua quasi a voler ricominciare. Aprì gli occhi, la vista era sfogata , non ebbi subito a capire dove realmente fossi , ero confuso ,rapito da una sensazione extra corporea ,mi sentivo indolenzito, ma stentavo a capire cosa fosse in verità successo . Quando scuotendo diverse volte il capo presi totalmente la mia vista ,mi ritrovai chinato sulla fontanella che distanza solo pochi metri da me . Mi sentivo come uno che era uscito da una navicella spaziale , intontito, avevo dolori in tutto il corpo , ero tutto bagnato , ero tutto sborrato nelle mutande , sentivo l'ano che pulsava , ero pienamente soddisfatto ma completamente confuso . Quando ebbi la piena coscienza di dove fossi ,mi guardai tutto attorno , menomale ero solo a quel punto tirai un sospiro di sollievo come quando arrivai la parco. La solitudine fece da sfondo a quella strana mattinata di luglio . Quando i pensieri si riordinarono , misi insieme tutti i frangenti che mi rapirono e soddisfatto dissi Woow magari fosse stato vero . Presi il tablet e con fare di chi aveva vissuto una scopata del secolo mi diressi verso casa , sapendo pure cosa scrivere per il mio capo ,credo proprio che sarebbe stata promozione sicura .

Questo racconto di è stato letto 1 4 9 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.