Il mio rozzo vicino di casa 3

Scritto da , il 2021-06-16, genere dominazione

--Il mio Rozzo vicino di casa 3

Sono stato chiaro??? Tettedoro?
Da oggi ogni volta che staremo insieme io e te il tuo nome da schiava e da oggetto sarà Tettedoro, ti piace?
Tetted'oro Fai un cenno con la testa?
Faccio un cenno con la testa per dare risposta positiva..

S sono completamente alla sua merce e questo mi spaventa, sono una donna che ha sempre potuto scegliere,
Sì anche quello quando fare l'amore con mio marito O quando leggere qualche racconto erotico,
E masturbarmi di nascosto con quel grande dildo di colore viola nel secondo cassetto del comodino di fianco al letto di casa...
Dove Roberto non può accedere in quanto la mia chiave del cassetto è nascosta....
Molte donne come me,
Nobili d'animo e anche di famiglia, molto riservate con un ottima cultura un intelligenza molto fine nella vita di tutti i giorni sembriamo delle Sante e....
Fondamentalmente lo siamo con i nostri mariti, con i nostri figli, in tutti quei contesti Dov'è la riservatezza il rispetto e la serietà comporta che la nostra sobrietà ai massimi livelli questo è la vera donna.....
Ma anche noi sotto sotto abbiamo istinti Carnali, istinti primordiali, istinti che il più delle volte teniamo dentro di noi per tutta la vita, senza mai lasciarci andare e ogni tanto di tanto in tanto decidiamo nel segreto delle nostre camere da letto di casa, quando il marito e i figli non ci sono anche noi ci concediamo con le nostre mani e qualche oggetto di ottima manifattura un po' di santo piacere fuori dalle righe...
Ma tutto questo rimarrà sempre segreto dentro la nostra mente..

Ma ora come ora che sta per iniziare questo incubo per me, mi chiedo se non fosse stato meglio una qualche volta andare oltre ai limiti di una vita sessuale molto pacata e normale con Roberto per sapere cosa mi aspetta da adesso alla prossima settimana,, devo essere un po' più pronta alle angherie di questo maiale senza scrupoli.....

Non faccio in tempo a finire questo pensiero che sento il solletico sotto i piedi della lingua di Ermes che inizia a leccarmi dal tallone alla pianta del piede come se il mio piede fosse un gelato,
per poi leccarmi tra le dita dell' alluce e le altre quattro ditina del mio piedino da fata per poi iniziare a succhiare e a mettersi in bocca quasi metà del mio piedino quasi per Simulare un p****** al mio piede, è una scena agghiacciante però tra il solletico e il piacere qualche piccola è strana emozione per me mi cresce dentro....
Nonostante sono impaurita infastidita ed estremamente ferita nell'anima sento partir mi dal piede un brivido fino in mezzo alle gambe.....
Sto provando emozioni che sono in contrasto tra di loro e di tanto in tanto anche un pizzico di piacere....
Ma nonostante tutto non riesco a tenere aperti gli occhi, quell'energumeno schifoso mi fa proprio schifo,
anche se la sua lingua mi sta facendo provare cose nuove solo leccandomi i piedi.....
Sai tettedoro, i tuoi piedi sono buonissimi li avevo immaginati un po' meno Saporiti,
ma c'è una cosa che più di tutte negli anni passati a farmi delle seghe pensando a te mi sono chiesto!!!? che sapore potesse avere la tua bella fighetta, e stamattina in aereo ho potuto avere una mano bagnata dopo averti sfiorata per un istante l ho annusata per tutto il viaggio e poi lo leccata come se fosse miele sapendo che non erano altro che cucchiaini in confronto a quello che succhierò direttamente dalla fonte durante questa vacanza....
Tra un po' verrò a mescolare la mia lingua e la mia saliva alla tua bella vagina, e al sapore del Nettare che ci porti dentro, poverina quella tua fighetta che secondo me ha visto solo il Cazzetto che ha tuo marito,
, un'altra cosa tette d'oro apri gli occhi ti devo mostrare una cosa che Volevo mostrarti da tanto tempo...
da vicino una cosa che imparerai ad apprezzare con ogni tuo buco, lo so non sono bello Non sono un uomo di stile
Ma sai quanto me ne frega perché io tra le gambe ho questo e non penso che una fighetta sofisticata aristocratica come te abbia mai visto un cazzone come questo,

Apro gli occhi e nonostante Ernest sia in piedi il suo corpo faccia inorridire in quanto coperto di pelo, la pancia tonda, è un po' troppo grasso sui fianchi, in tutta sincerità ha un pene di tutto rispetto e la cosa decisamente strana è che quella parte di lui si vede chiaramente che è molto pulita, lo sento da l'odore che emana il suo sesso quando me lo avvicina al naso e la bocca pochi minuti dopo, e devo dire che c'ha anche un discreto arnese tra le gambe non penso di aver mai ricevuto dentro di me Un arnese di quella larghezza e lunghezza ora comprendo come negli anni ho sempre visto donne anche discretamente belle ronzare sempre all'entrata e all uscita di casa sua,

Pian piano viene gattonando su di me sento la punta del suo pisello striscia armi su tutto il ventre tra le t**** e poi arrivarmi in bocca dov'è con molta poca delicatezza si siede sopra il mio ventre e appoggiandomi le ginocchia vicino le spalle mi guarda dall'alto al basso chiudendomi ogni movimento facendomi capire chi comanda
Ho i brividi ho paura ma nello stesso tempo penso di essermi leggermente bagnata là sotto e tra me e me non riconosco il perché di questo mio istinto....
Un qualunque uomo in questo momento mi starebbe già penetrando mi starebbe già scopando senza troppi perché, senza troppi ma,
Invece lui no da malato mentale quale è appoggiato i suoi grossi maroni sui miei seni e guardandomi dritto negli occhi dal basso verso l'alto con tutto il suo peso su di me si sta sparando una sega.... mi guarda con gli occhi di uno che mi ha sempre voluta Ma che non mi ha mai potuto avere è che adesso si prende la sua rivincita in modo lento e disturbante per me...
Sento il calore delle sue palle che stanno facendo bollire il pentolone dentro i suoi maroni, per poi svuotarmi tutta la sua arroganza calda addosso....

Tettedoro Per quanti anni dal tuo giardino mi guardavi dall'alto al basso come se non potessi toccarti, come se non potessi oltraggiare il tuo corpo, con il mio quante volte sono tornato a casa dopo averti incontrato e mi sono ammazzato di seghe,
nonostante io sia un uomo pieno di soldi e che posso avere chi voglio,
ma no io volevo te!!!
E adesso sei qui!!!
sei la mia schiava e finalmente consumerò tutte le mie turbe su di te e tu dovrai subirle senza poter avere scampo.....
Tutto questo Ermes lo ha fatto guardandomi negli occhi ha detto tutte queste frasi e quando ha finito la frase in contemporanea ha puntato il suo glande nella direzione della mia bocca e me l'ha fatta aprire....,
Facendo finta di farmi soffocare con l'altra mano se non l'avessi aperta, e facendo uscire da quella bocca di fuoco una quantità immensa di sperma caldo che mi colpi anche in faccia e sul naso e sulle labbra della bocca, fin poi andare dentro la mia bocca in grandi quantità, per poi spremersi l'uccello come si fa con il barattolino della panna e tirare fino all'ultima goccia fuori per riversarla nella mia bocca.
poi in un secondo momento con le dita tutti i fiotti di sperma gli ha presi con le mani e lì ha infilati di forza nella mia bocca....
Ho ingoiato tutto contro il mio volere il sapore del suo sperma era molto acido Ma poi sempre con la mano sul collo ho imparato ad obbedire e ciucciare via anche restante sperma dall'indice con cui con cura aveva tirato via dal mio viso tutto quel liquido seminale caldo e biancastro che aveva espressamente dimostrato tutte le emozioni verso di me che aveva represso in tutti quegli anni...


Ma all'ultimo secondo prima che si alzasse dal mio corpo notai nel suo sguardo da mostro, una lacrima scendere dal suo viso.....

Per info missionformyenergy@libero.it

Inviato da Libero Mail per Android

Questo racconto di è stato letto 5 6 5 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.