Mio nipote Renato 3

Scritto da , il 2021-04-19, genere incesti

Come dicevo l’avventura sessuale tra me e mio nipote era appena cominciata . Io continuavo a giocherellare col suo cazzo mentre lui mi dava dei dei bacetti sul tutto il collo, sulle tette, mi leccava ogni angolo del mio corpo , gli dissi io accidenti quanto ti piaccio mi rispose lui sia ziietta aggiunse poi con ironia e canticchiando alla Celentano IMPAZZIVO PER TE, mi feci una risatina, e mi chiese cosa né pensassi io del fatto che l’è piacessi così tanto e se mi faceva piacere, risposi io non fare lo sciocchino cert che mi fa piacere mentre dicevo questo lui venne sopra di me per mettermelo i figa io allungai una mano afferrai il suo cazzo e me lo strusciai alle labbra della figa e me lo misi dentro, e Renato cominciò a fottermi , non mi dava colpi veloci , ma abbastanza potenti che mi facevano gemere di piacere, mentre continuava a trombarmi infila la sua testa nel mezzo delle mie tette levandole, baciandole,succhiandole , io l gli accarezzavo la testa , lui la scuoteva no sapendo più cosa fare per , mordicchiarmi i capezzoli , anche perché io sono una maggiorata, gli sussurrai mettici il cazzo nel mezzo vedrai che spagnola da sogno ti farà la tua zietta, lui mi disse c’è lo posso mettere zia , che domande che mi fai infilamelo dove vuoi in in figa come stai facedendo adesso, in culo,, tra le tette, in bocca, voglio il tuo cazzo in tutti mie buchi , l lui non si fece pregare dicendomi mettiti a pecora che te lo metto nel culo, messami appuntò i posizione me lo infilo nel culo e io co le mani mi massaggiavo la figa , poi mi disse porca lo sentì? Io mugugnando gli risposi si fino al midollo maiale , ora siccome è un ragazzo molto educato e io pur sempre sua zia mi disse scusa zia il porca mi è scappato intanto continuava penetrarmi nel culo con colpi decisi, gli risposi io ma stai scherzando chiamandomi porca mi fai eccitare ancora di più quindi continua a chiamarmi porca maialino mio, subito dopo estrasse il cazzo dal culo e me lo rimise in figa con me che ero messa sempre a pecora e godevamo tutti e due come due matti (segue)

Questo racconto di è stato letto 8 4 0 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.