Prima esperienza

Scritto da , il 2021-03-04, genere bisex

Era troppo che volevo provare, ho colto l'occasione di un lavoro fuori città e mi sono imposto di non avere paura ed arrivare fino in fondo. Ho messo un annuncio su un sito di incontri nella località in cui avrei lavorato e dove chiedevo un incontro alla pari. Mi risponde un sacco di gente ma capisco dalle varie risposte su chi mi sarei dovuto concentrare di più.
La mia scelta si presenta come un maturo, deciso e virile......
Ok è lui penso.... finisco di lavorare e ci diamo appuntamento in un parcheggio a me sconosciuto. Arrivo, ho il cuore in gola ma non posso tirarmi indietro. E' buio ma si intravedono diverse macchine, mi scrive che la sua è quella piccola, e meno male che mi ha avvisato perchè mi stavo parcheggiando vicino ad un suv. Mi riposiziono vicino alla sua e sono paralizzato. Usciamo dalla macchina in contemporanea e con un po' di coraggio gli chiedo:-"sei tu vero quello del messaggio?". Mi conferma con un cenno della testa poi mi si avvicina.
E' un signore sulla 50 con una bella barba grigia ed è vestito con una tuta.
Dopo qualche secondo di silenzio mi dice di aspettare che il suv se ne andasse, cosa che poco dopo fa.
Ora siamo soli, lui è difronte a me, in un secondo mi mette la mano sul pacco e mi chiede cosa voglio. Gli dico che è la prima volta che mi trovo in quella situazione e per risposta mi prende la mano e se la porta sul suo pacco dicendo che c'è sempre una prima volta.
Tremo e sto ansimando più per la paura che per l'eccitazione che comunque non tarda a venire. Ci stiamo toccando entrambi e dalla stoffa sento che ha un bel arnese e che sta crescendo; mi slaccia la cintura e mi tira fuori il pene ormai duro, non dice niente ma mi guarda facendomi capire che gli piacerebbe facessi lo stesso, cosi sposto la mano in modo da infilarla sotto la tuta. Ora ho il suo pene di carne in mano ed è bello grosso alla base e un po' più stretto sulla cappella. lo massaggio e lo masturbo, faccio su e giù e si capisce che gli piace. Senza dire niente si abbassa con la testa e me lo prende in bocca, mi spinge addosso alla macchina e lo lavora con sapienza; se lo ficca in gola da solo, fa così per un minuto e poi si rialza e continua a masturbarmi. Io ora sto ansimando per la prestazione, è la prima volta che un uomo mi sbocchina. Mi sento eccitato. Ormai i tabù sono saltati e mi sa che ora è il mio turno così gli chiedo con voce tremolante se posso fargli lo stesso che lui ha fatto a me e lui mi da il via libera con un cenno della testa.
Mi inginocchio e mi avvicino alla sua cappella, la passo sulle labbra, la bacio e poi me ne inserisco una parte, poi un po' di più e poi mi ritrovo ad ondeggiare sul suo pene sentendo che poco a poco va verso la gola. Che sensazione strana io, mentre lui ansima per quello che sto facendo. Mi dice che sono bravo per essere la prima volta. Me lo tolgo dalla bocca e inizio a leccare l'asta per poi passare alle palle, non capisco più nulla e agisco come fossi un automa. Lui apprezza ma poco dopo me lo rimette in bocca e facendo leva con le mani sulla testa inizia a muoversi sempre più veloce. Mi sta scopando la bocca e non lo trovo affatto male. Lo spinge fino in fondo, e anche di più, mi sento soffocare e inizio a fare suoni strani tipici da soffocamento, gli occhi mi lacrimano ma non mi oppongo. Sento che ci sta dando dentro e che gode ansimando fino a quando non si blocca per un momento e mi schizza in gola. Riesco a sputare un attimo ma poi ce l'ho di nuovo dentro e sento che continua a produrre sperma finchè l'eccitazione inizia a scemare. Io sputo per terra e poi continuo a leccarlo fuori e poi le palle forse nella speranza che si riecciti. Non lo fa, anzi mi fa alzare e si mette lui di nuovo alle prese con il mio pene. In breve vengo e anche lui sputa tutto.
Mi offre un fazzolettino, mi dice Bravo e poi sale in macchina e se ne va.
Io rimango li frastornato con il pene ancora fuori, mi pulisco un po' e poi risalgo in macchina.
Uau, ce l'avevo fatta!
Sono ancora frastornato e cerco col pensiero di rivivere quello che era appena accaduto.
Mi accendo una sigaretta e col finestrino aperto cerco di rilassarmi.
Non finisco neanche la sigaretta che si accendono i fari di un auto dietro la mia che in un attimo si affianca a me e parcheggia....... un suv......
AIUTO CHE FACCIO?
Tira giù il finestrino mi saluta e mi dice che gli è piaciuto quello che aveva visto.
Sono bloccato; questo qua si è nascosto e ha guardato tutta la performance? ma da dove?
Mi sa che era quello del suv di prima e che durante il trambusto emozionale si è spostato a fari spenti e si è visto tutto quello che era successo.
Faccio finta di niente e gli chiedo:-" Ma cosa hai visto?".
"Tutto, .... e sono super eccitato, ti va di salire in macchina da me?"
"veramente stavo per andarmene"
"Dai, facciamo una cosa veloce e poi te ne vai"
"Hmmmmm non so"
"Ti pago"
......
Ero già tentato di andare, ma quando mi ha detto che mi avrebbe addirittura pagato mi sono eccitato ancora di più.
"ok"
Scendo dalla mia auto e salgo sul suo suv.
La luce interna dell'auto mi fa vedere il tipo, anche lui sulla 50, bruttino, sembra alto, magro e moro. Non posso non notare che aveva i pantaloni già slacciati, mi sa che si era segato mentre mi guardava prima.
Mi viene da dirgli "piacere", ma sono di nuovo tremolante e con il respiro spezzato.
Mai avrei immaginato di trovarmi in due situazioni la stessa sera. La prima sera.
Tira fuori dalla tasca il portafoglio e mi dice:-"Tieni questi sono tuoi ora fammi lo stesso trattamento che hai fatto prima all'altro tipo."
Mi consegna 50 euro che metto subito via, ma il suo tono è abbastanza perentorio, di chi ha pagato e pretende.
In un attimo si abbassa i pantaloni e viene fuori un pene incredibile, lungo e grosso con una bella cappella.
Tra poco svengo dall'emozione, ma come in preda ad una ipnosi, mi avvicino al suo pene.
Lo annuso, lo lecco prima sulla cappella e poi per tutta la lunghezza dell'asta.... è proprio grande.... lo bacio e lo avvolgo con la lingua dopodichè mi faccio cadere con la testa e lo faccio entrare in bocca. Ci sta.... inizio un movimento giù e su molto lento, ma dai suoni che emette il tipo mi sembra molto apprezzato. Mi dice "Brava ...vai cosi che mi piace"
"brava?" Ha detto veramente Brava?
Ero un po'interdetto ma la situazione non implicava discussioni..... ma sì, che dicesse quello che voleva....
Dopo un po' appoggia anche lui le mani sulla mia testa e inizia a spingermi verso giù, ho la bocca allargata al massimo, ma lui lo fa con decisione, come se fosse dovuto, in fondo ha pagato.
Inizia a scoparmi la bocca.... non so se ce la faccio .... lo spinge forte, mi soffoca ma anche in questo caso non mi tiro indietro, lo assecondo anche se mi sento usato. Molla la presa e lascia che continui io, che mi sento un po' sollevato.
La sua attenzione è passata al mio sedere visto che con una mano è riuscito ad intrufolarsi nei pantaloni che pero non erano stati allacciati bene prima.
Mi carezza e poi afferra le mie natiche con forza, continua ma lo sento che si allunga e arriva con la mano sul mio buchetto. Faccio dei suoni gutturali visto che ho ancora il suo uccello in bocca,sperando di fargli capire che non mi garba. Ma lui prima toglie la mano e la porta alla bocca per cercare di umettare le dita, dopodichè ritorna all'attacco lanciandosi direttamente sul buchetto.
Lo sento che sta spalmando la saliva e ad ogni passaggio usa sempre un po' più di pressione, io non capisco più niente, sono in balia degli eventi.
Un'altra pressione e riesce ad inserire un dito.... non so cosa faccio ma inizio a muovere il bacino, tanto da facilitargli i movimenti. Mi sta penetrando con un dito e fino in fondo alla mano..... io mi muovo e lui prova ad inserire anche un secondo dito.....ho i brividi e mi contorco con tutto il corpo e con la bocca sul suo uccello divento vorace.... riesce ad inserire anche il secondo e mi scopa il culo con le dita.
Mi blocca e mi dice che vuole incularmi..... io riesco a dire solo "va bene".
mi toglie le dita e mi dice di andare fuori, viene dalla mia parte, mi mette a 90 appoggiato al suv e dopo aver sputato sul mio buco appoggia la cappella e inizia a spingere. Si attacca ai miei fianchi e inizia a fare il movimento avanti e indietro finchè non sento entrare la punta..... Mi dice "Brava, ci siamo quasi" ho il fiato spezzato e mi sento che sto mugolando, ogni movimento avanza terreno fino ad un affondo che mi sconquassa .....
Ora è dentro ed è gigantesco, lo sento che fa un po' di attrito ai lati ma lui si butta in un movimento sempre più veloce, ci sta dando proprio dentro, mi sento aperto e in stato di confusione.
Mi cavalca come non ci fosse più tempo finchè non si scarica tutto dentro.
"Brava, ce l'hai fatta, era tanto che non godevo così".
Riesco a dire solo "grazie"
Ci ricomponiamo e dopo avermi dato il suo biglietto da visita se ne va.
Io risalgo sulla mia auto e con movimenti meccanici mi preparo una sigaretta non mettendo bene a fuoco quello che era appena successo.
Accendo la sigaretta e mi butto sullo schienale stravolto....
neanche il tempo di arrivare a metà sigaretta che vedo delle luci di auto avvicinarsi..........



Questo racconto di è stato letto 4 5 0 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.