Incesto a tre

Scritto da , il 2021-02-15, genere incesti

Ho sessant'anni e vivo in una villetta in una località di mare. Sono single da sempre e ho avuto le mie avventure e non mi mancano nemmeno ora le occasioni. Sono felice così , niente vincoli ne gelosie e la libertà di variare amante.
Sono ben dotato ed ho ancora un fisico tonico che tengo allenato.
Ho avuto esperienze di tutti i tipi con donne libere ma anche con donne sposate che in genere sono le più troie ed ho anche scopato con mariti presenti che si eccitavano a vedere la loro donna godere tra le braccia di un altro.
Vi voglio raccontare di una situazione inedita nella quale mi sono trovato coinvolto.
Ho due nipoti , figli di mia sorella , Alessandro di 21 anni e Silvia di 23. Due bei ragazzi che mi sono affezionati. Vivendo io al mare hanno preso l'abitudine di passare un periodo dell'estate da me.
Da piccoli venivano con i genitori , ora che sono cresciuti a volte viene uno a volte l'altra e altre tutti e due assieme.
Col tempo si sono fatti degli amici e hanno modo di passare piacevoli momenti di relax dopo mesi sui libri (frequentano entrambi l'università).
Una di quelle estati che sono da me sia Alessandro che tutti chiamano Alex , io compreso e Silvia succede una cosa che vale la pena raccontare.
La sera dopo cena escono per andare in qualche locale del centro a riunirsi con gli amici o in discoteca.
Io me ne sto in casa , guardo un po' la tv e ad una certa ora mi metto a letto e leggo un libro prima di mettermi a dormire.
Ad un certo punto vengo svegliato da dei rumori che vengono dal piano di sotto.
La mia casa è stata costruita su due piani , quello inferiore è dedicato alla zona giorno mentre l'altro alla zona notte.
Sono quasi le tre. Mi alzo e cauto scendo le scale senza far rumore. I suoni che seno non sono di qualcuno che armeggia con i cassetti alla ricerca di qualcosa di valore ma sembrano più gemiti.
Provengono dal soggiorno che è illuminato da una luce soffusa.
La prima cosa che vedo affacciandomi con prudenza è la lampada a stelo coperta con un foulard o qualcosa del genere di colore arancione. Mi affaccio ulteriormente e con mia estrema sorpresa vedo Silvia in ginocchio sul divano con le mani appoggiate allo schienale e Alex in piedi dietro di lei. Sono completamente nudi entrambi e lui sta scopando sua sorella da dietro.
“oih fai piano , ce l'hai troppo lungo , non spingerlo fino in fondo , mi fai male. Mmmmmm si , così , oooooooh come lo sento , è grosso e duro siiii così sbattimi amore fotti la tua sorellona , falla godere”
“oddio che figa , sei bagnatissima , mi fai impazzire”
Dopo un momento in cui resto sorpreso e sconcertato continuo ad osservarli.
Sono giovani e belli. I corpi perfetti. Lui alto , snello e benfatto. Silvia non è altissima di statura , ha un profilo perfetto , sembra disegnato da un artista. A parte il viso che conosco bene con i suoi lineamenti aggraziati , le piccole labbra carnose e dei bellissimi occhi marroni è il resto del corpo che vedo per la prima volta nella sua nudità ad affascinarmi. I seni pieni e sodi pendono verso il basso e dondolano al ritmo dei colpi del fratello. Mi perdo ad osservare quella linea perfetta che disegna la schiena fino ai fianchi e il culo giù lungo le gambe ad arrivare a quei deliziosi piedini. Una giovane dea , non trovo altre parole per definire quella visione e Alex il suo splendido ed altrettanto giovane amante.
Alex mostra tutta l'esuberanza della sua giovane età e scopa la sorella con ritmo costante e senza segni di cedimento. Geme , sbuffa mentre le tiene i fianchi.
Io devo essere franco , nonostante fossero i mie nipoti e li avessi visti crescere da quando sua madre li ha messi al mondo non ho potuto fare a meno di eccitarmi e estratto il cazzo dai boxer che indosso già duro come un pezzo di legno inizio a menarmelo.
Silvia viene un paio di volte e dopo l'ultimo orgasmo Alex si scosta da lei che si siede sul divano e glielo prende in bocca ed inizia a succhiarglielo. Lui le mette una mano sulla testa e la invita ad andare più a fondo ma è troppo lungo per la sua boccuccia e quando lui la spinge ad ingoiarne di più le viene un conato ma piano piano si abitua e riesce ad ingoiarne una buona parte.
Alex dopo alcuni minuti lo estrae , gronda saliva. Si masturba mentre lei lo osserva quasi estasiata ed impaziente di ricevere l'agognato premio.
Non deve aspettare molto perché dopo pochi secondi Alex sprigiona tutta la sua potenza sborrandole abbondantemente nella bocca e sui seni.
Lui piega leggermente le ginocchia e come fosse un pennello intinge la cappella nella sborra sui seni . La spalma e se ne impregna poi glielo da di nuovo da succhiare.
Silvia lo riprende in bocca e lecca mentre succhia restituendoglielo pulito e lucido poi con le mani si massaggia i seni facendo assorbire la sborra rimasta.
Io sto per venire ma non so come fare , non voglio schizzare in terra , non avrei la possibilità di pulire , nei boxer non rientra più , è troppo duro e non si piega. Chiudo gli occhi e cerco di pensare ad altro , qualcosa di triste e per fortuna funziona , all'ultimo momento riesco a fermare l'imminente eiaculazione.
Attraverso le palpebre ancora chiuse vengo colpito da un chiarore improvviso.
Apro gli occhi e vedo i miei nipoti che mi osservano con un espressione tra lo stupito e il divertito.
Mentre mi sforzavo di mandare indietro la sborrata loro avevano tolto il velo arancione che copriva la lampada e la stanza si è illuminata così che sono stato sorpreso col cazzo in tiro fuori dai boxer.
Sono decisamente imbarazzato “ragazzi non so come giustificarmi se non dicendovi la verità. Quando vi ho sorpreso , fratello e sorella fare sesso dopo un primo momento di disorientamento mi sono eccitato. Eravate tanto belli entrambi e la scena di un così forte impatto erotico che mi sono eccitato e ho seguito il vostro amplesso fino alla fine. Ho dovuto fare un grande sforzo mentale per non venire col rischio di imbrattare il pavimento. L'ho fatto per non essere scoperto ma vedo che è stato uno sforzo inutile visto che sono stato sorpreso comunque , scusatemi anche se voi del resto qualche spiegazione sarebbe il caso che la deste ”.
“Zietto io e Alex abbiamo scoperto il sesso quando eravamo poco più che bambini giocando tra noi e nonostante crescendo abbiamo fatto le esperienze che fanno tutti i ragazzi ed abbiamo avuto relazioni. Io ho un ragazzo al quale voglio molto bene e Alex ha una ragazza che lo ama ricambiata da lui non abbiamo mai smesso di amarci perché il sesso tra noi ha qualcosa di speciale , quel brivido in più che questo tipo di relazione ti può regalare”
“Capisco e non me la sento di giudicare , tra l'altro non ne avrei nemmeno il diritto data la figura fatta”
“Zio è una reazione umana la tua e la nostra esperienza ci ha portato al convincimento che nel sesso bisogna essere di mentalità aperta. Secondo noi tutto è lecito se condiviso”.
“Beh , tesoro se parli di mentalità aperta non posso che essere d'accordo con te. Nella mia vita ho avuto molte esperienze e non mi sono posto limiti per cui capisco cosa intendi.
Sono stato solo sorpreso nel vedervi ed il mio imbarazzo non deriva solo dal fatto che mi abbiate colto in stato di eccitazione ma più che altro perché non riesco a non pensare a voi bambini quando venivate a passare le vacanze coi vostri genitori ed è difficile per chi vi ha visto crescere togliersi quelle immagini dagli occhi per constatare che siete cresciuti ed ora seppur molto giovani siete un uomo ed una donna pienamente formati con una vostra vita e con esigenze da adulti”.
“Sei molto dolce e le tue parole mi hanno commossa ma è ora di tornare alla realtà”
“Cosa intendi dire Silvia ?”
“Non hai dato sfogo alla tua eccitazione , hai diritto che si ponga rimedio”
“Non preoccuparti tesoro , fa niente , sarete stanchi , è meglio che andiate a dormire”
“Andiamo su incamera tua”
“Mah.......”
“Su zio tranquillo , lasciaci fare”
Saliamo insieme. Io mi sono ricomposto (ho rimesso l'uccello nei boxer , non indosso altro , anzi quando sono solo di solito dormo nudo) mentre loro due hanno lasciato i vestiti da basso.
Entrati in camera mia saltano sul letto.
“Coraggio spogliati , un uomo come te che ha avuto molte donne non sarà in difficoltà”
“Dovete capire , siete i figli di mia sorella , se sapesse”
“Tranquillo non sa niente di noi due e a maggior ragione non saprà mai di stanotte. Ora spogliati e non fare storie”
“Ok , come volete”
Mi tolgo i boxer e salgo sul letto insieme a loro.
Alex si sposta in modo da farmi stare in mezzo.
Silvia mi guarda con espressione dolce e mi accarezza il petto.
Il mio cazzo comincia a reagire , loro lo guardano crescere.
“Mmmm zione hai davvero una bella dotazione , ci credo che le donne ne siano attratte come le api con il miele. Quello di Alex è lungo e snello mentre il tuo non è altrettanto lungo ma è molto più grosso e quella cappellona poi.......”
Me lo prende in mano e lo massaggia passando dal fusto alle palle.
Poi avvicina la bocca e inizia a leccarmi prima le palle e poi l'asta per arrivare infine alla cappella che bacia e cinge con le labbra mentre fa roteare su di essa la punta della lingua.
La sua boccuccia mi sta regalando grande piacere e Alex Che ci osserva mentre si mena il cazzo accresce l'eccitazione e quel senso di perversione che mi da essere li con i miei due giovani nipoti.
Silvia si mette a succhiarmelo.
“E' davvero grosso , faccio quasi fatica a prenderlo in bocca , devo quasi spalancarla” e riprende il pompino facendomi gemere di piacere.
Dopo alcuni minuti e averlo ingoiato quasi fino alla base si toglie e si mette seduta con le gambe raccolte.
Alex si avvicina dall'altra parte e i due si baciano.
Silvia poi mi si mette sopra e prende a strusciare il suo dolce fiore sul mio uccello teso al massimo.
Dopo un po' alza il culo , Alex lo prende in mano e lo tiene dritto perpendicolare al mio corpo. Lo guida all'apertura di quella magnifica fighetta e lei a quel punto si siede facendolo sparire dentro al suo ventre. Appena è tutto dentro spalanca la bocca e per qualche secondo le manca il respiro.
“Mamma mia come è grosso , me l'ha allargata , la sento tirare”
passato quel momento che ha permesso hai muscoli di rilassarsi , mette le mani dietro alla testa , i seni vengono spinti all'insù e inizia a muoversi come faceva prima , strusciandosi avanti e indietro con movimenti sinuosi del corpo che la fanno sembrare una danzatrice del ventre Sono estasiato da tanta armonica ed erotica bellezza. Sento il cazzo pulsare dentro di lei.
Poi si china , appoggia le mani sulle mie spalle e si mette a cavalcarmi , vedo il mio cazzo entrare ed uscire lucido dei suoi umori. Ho i suoi seni ad un palmo dal mio viso , li prendo con le mani a coppa e li palpo , stringo e rilascio. I capezzoli sono ritti come chiodi e duri , le areole gonfie. Pizzico e poi sollevo la testa e li prendo in bocca e succhio tenendoli tra i denti , ogni tanto do un piccolo morso che la fa sussultare.
I suoi movimenti si fanno più frenetici , i bellissimi giovani seni danzano davanti al mio viso per la gioia dei miei occhi.
“Ooooooh zio mio vengo o siiii , godoooo” e viene colta da un lungo ed intenso orgasmo che le fa liberare umori che mi bagnano il ventre.
Si accascia su di me , mi bacia “E' stato fantastico ,come ti ho goduto”.
Alex si è menato il cazzo per tutto il tempo e ora si mette dietro di lei , si sputa sulle dita e le passa sul buchetto della sorella.
Dopo essersi insalivato l'uccello lo appoggia a quel dolce e oscuro pertugio e lo spinge dentro. Questa volta riesce ad inserirlo tutto senza che lei ne soffra.
Silvia riprende a godere col cazzo del fratello che le scorre in culo , mi bacia di nuovo con intensa passione. Riesce a sollevare un po' il bacino dandomi agio di muovere il cazzo dentro la fighetta fradicia. Il cazzo che fa su e giù come uno stantuffo immerso in quegli umori produce un suono umido – sciaq aciaq – che accresce l'eccitazione di tutti.
Silvia viene colta da un altro orgasmo che le fa strabuzzare gli occhi e urlare tutto il suo piacere.
Alex viene poco dopo inondandole le viscere di sborra.
Quando estrae il cazzo ne sento colare un po' su di una coscia.
Mi immagino quel bel culetto aperto dal quale esce un rivolo di sborra e sto quasi per venire.
Avviso Silvia che si toglie e chinatasi verso il mio cazzo lo prende in bocca succhiando forte e facendomi venire. E' da quando ero da basso che sentivo il bisogno di liberarmi e le schizzo potenti getti di sborra che all'inizio le vanno per traverso facendola tossire ma non molla il cazzo. Una certa quantità di sborra le scappa fuori dalla bocca , il restante lo ingoia tutto fino all'ultima goccia.
Infine lecca quella che le è sfuggita e colata lungo l'asta fino alle palle ed il bassoventre.
Non è finita , mi si mette sopra dandomi la figa da leccare.
Mi gusto goloso quel delizioso nettare e sento anche il salmastro sapore di sborra che le è colato dal culo che vedo ancora aperto.
Come ultimo atto bacia a me e il fratello condividendo la miscela di golosi sapori.
Siamo tutti e tre stanchi ma appagati. E' stata un'esperienza unica e incredibilmente eccitante.
Fratello e sorella restano accanto a me e ci addormentiamo insieme. Ci svegliamo che è quasi mezzogiorno con ancora addosso i sapori e gli odori della sera prima.
A turno facciamo la doccia e rivestiteci andiamo in cucina dove io preparo qualcosa di sostanzioso da mangiare per iniziare la giornata ed il ritorno alla quotidianità.

Questo racconto di è stato letto 1 5 2 8 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.