Segreti inconfessabili... o forse no

Scritto da , il 2020-12-23, genere incesti

Mi chiamo Stefano, ho 28 anni e sono un singolo bisex versatile, non sono super esperto ma mi piace giocare. Così cominciava l'annuncio che avevo pubblicato su un sito di incontri qualche tempo fa, prima dei fatti di cui sto per parlarvi.

Il fatto di essere bisex naturalmente aveva attirato principalmente uomini, molti perdigiorno con la voglia di una sega (e chi no) e ogni tanto qualcuno di valido che sapeva scambiare qualche parola oltre ai monosillabi e che avevo avuto modo di incontrare. Da quando avevo scoperto quel sito mi ero tolto parecchi "sfizi" a livello sessuale: incontri con uomini, coppie e... coppie di uomini ;)
Mancava solo il salto, unire più divertimenti con una vera coppia bisex!

L'occasione arrivò un sabato pomeriggio di settembre.. fuori pioveva ed ero al computer per passare il tempo... controllo il sito di incontri, chissà se mi riserva qualcosa per la sera.. Trovo un paio di messaggi, il solito segaiolo che scarto velocemente e un tipo con qualche anno più di me,Alberto di 34 anni, ben dotato e a quanto pare capace di scrivere un messaggio più articolato di "bel cazzo".

Scambiamo qualche messaggio di presentazione e ci scambiamo un contatto più comodo per continuare la conversazione. Ci raccontiamo le nostre esperienze e fantasie, solite cose, poi finalmente andiamo al dunque... e arriva il bello.

Mi racconta che durante le vacanze estive ha introdotto la sua nuova ragazza ad alcuni "giochi" e che lei si è molto divertita, tanto da decidere di portare questi giochi anche "in città", cercano un coetaneo riservato e che capisca la situazione, i tempi e quindi senza forzature. "Non aspettarti di scopare da subito" mi dice, "ma se succede, cazzo vedrai che roba"

L'aveva informata da subito della sua bisessualità e delle sue esperienze trasgressive e lei aveva preso la cosa con intelligenza e a quanto pare le piaceva molto.
Mi racconta un po' dei loro exploit in vacanza: La prima sera al privee lei non aveva quasi proferito parola.. non aveva voluto fare nulla.. poi si è sciolta, si è concessa al primo scambio di coppia e a fine vacanza aveva già provato la sua prima doppia penetrazione! "parte piano, ma è una bomba atomica"

Ci scambiamo qualche altra foto e lui mi manda qualche foto di lei... un culetto che chiede soltanto di ricevere cazzo e un fisico da modella! Sono curiosi di giocare veramente in 3, senza tabù e barriere e senza che nessuno sia escluso dall'attenzione degli altri due.. decidiamo quindi di far entrare nella chat anche lei per parlarci tutti insieme.

Si chiama Elisa (nome falso) e ha la mia età.. parliamo un po' delle nostre aspettative, fantasie e anche timori, è chiaro. Lei desidera tantissimo ripetere la doppia penetrazione che per lei è stata un esperienza quasi mistica.. e poi adora vedere il suo ragazzo che gioca con un uomo liberamente "la prima volta che l'ho visto succhiare un cazzo sono praticamente venuta senza toccarmi".

Il ghiaccio si è sciolto e il discorso scivola su un possibile incontro. Manteniamo le cose semplici e senza forzature, ci troveremo quella sera in un locale del centro per bere una birra, fare due chiacchiere e poi vedremo. Non ci sarà sesso questa sera, ma se questa sera andrà bene ce ne sarà moltissimo in futuro: "Questa città è molto piccola, ci si conosce tutti, se troviamo qualcuno che fa al caso nostro ce lo teniamo stretto... è già difficile così". La cosa è decisa e ci diamo appuntamento per le 19 in un locale che conosciamo tutti ma che non frequentiamo abitualmente (sarà più facile non trovare persone che conosciamo ed evitare situazioni imbarazzanti). Non ci scambiamo foto del volto, ma dei segnali distintivi che ci permetteranno di riconoscerci.

Sono emozionatissimo e mi preparo per uscire quasi in trance, per fortuna che parte della tensione è allentata dalla certezza matematica che non si scoperà altrimenti esploderei! Metto la mia migliore camica ed esco giusto in tempo perchè smetta di piovere ed esca un raggio di sole del tramonto.. è un buon segno!

Mi faccio trovare puntuale al bar, entro e prendo una birra rossa (come previsto sono l'unico in tutto il locale) e aspetto... ma di loro neppure l'ombra.. Qualche minuto è normale ma dopo mezz'ora ormai il bidone è conclamato. Aspetto ancora un po' ordinando un'altra birra, il beneficio del dubbio si da a tutti ma ormai è chiaro e finita la birra me ne torno a casa molto amareggiato. Avevo grandi aspettative ma che delusione!

Al ritorno prendo una pizza da asporto e mi piazzo sul divano a guardare la tv.. sono ormai le 10 quando mi arriva un loro messaggio nella chat. È Elisa, si scusa per il loro comportamento ma ha avuto un ripensamento, mille dubbi e non ha avuto il coraggio di entrare nel bar.. Alberto sarebbe voluto entrare per salutarmi ma lei glielo ha impedito. Rispondo che è comprensibile, sono amareggiato ma capisco la situazione e come promesso non intendo forzare le cose.

Ora però i dubbi attanagliano me ed espongo le mie paure: Mi sono fidato e mi sono fatto "riconoscere" in quel bar, in una piccola città di provincia dove magari abbiamo molti amici in comune se non ci conosciamo addirittura, vista l'età così vicina.
Elisa mi rassicura e mi tranquillizza, il mio "segreto" è al sicuro e ci resterà.

Nei giorni successivi tutto tace e io di certo non vado a disturbarli.. attendo un loro cenno che però purtroppo non arriva. Peccato, sembravano decisi e ben disposti ma evidentemente mi sbagliavo. Passano i mesi e la vita va avanti, io mi vedo con qualche tipo del sito e mi dedico a uno dei miei passatempi: i racconti erotici. Ne scrivo alcuni in quel sito, metà sono storie vere di cui voglio mantenere il ricordo e l'altra racconti di fantasia di tutti i generi.

Qualche tempo dopo la pubblicazione del mio ultimo racconto mi arriva un messaggio nella chat di gruppo, da Elisa.. chiede come va, come sto e mi confessa che in questi mesi mi ha seguito sul sito di annunci, letto i racconti e guardato le nuove foto.. "c'è speranza allora" penso, e lo scrivo.. lei è quasi fredda "mi piacerebbe, ma non so se sono pronta"... Mi chiede del mio ultimo racconto, in cui due cugini fanno sesso nella mansarda della zia: "è una storia vera? o ti ispiri a qualcuno?" - "è una fantasia.. ma non mi dispiacerebbe fosse una storia vera.. la ragazza è ispirata a mia cugina Francesca" - "interessante fantasia.. Alberto mi dice che è molto comune, non lo immaginavo minimamente!" - "è comune sì, ma se hai una cugina come la mia è quasi impossibile non fantasticare!".

La cosa finisce in questo scambio di battute.. ma abbiamo riallacciato i rapporti e ora ci sentiamo ogni due o tre giorni.. all'inizio timidamente ma poi la cosa si fa interessante.. condividono con me alcuni loro momenti intimi: una sborrata sulle tette, un cazzo piantato per metà tra le chiappe di lei. Io ricambio con video delle mie sborrate e con le mie labbra che avvolgono il cazzo di un tipo ben dotato.

La cosa sembra funzionare e io ho sempre la speranza che arrivi l'incontro.. Elisa mi propone di vedermi solo Alberto per cominciare.. "è in crisi di astinenza da cazzo poverino e mi sento in colpa a farlo aspettare che io sia pronta ahah". Così è deciso, ci diamo appuntamento al solito bar e stavolta Alberto si presenta puntualissimo. Ormai siamo come vecchi amici, scoliamo la birra e andiamo di volata a casa mia.. il cazzo ci esplode nei pantaloni.

Neanche il tempo di entrare e i vestiti stanno volando.. mi sbatte sul divano, si piazza in ginocchio tra le mie gambe e attacca un pompino DA-FAVOLA.
Mi passa il telefono, dobbiamo documentare tutto con foto e video per elisa e mandare tutto nel gruppo. Lo riprendo mentre si gusta tutta l'asta, ha una voglia irresistibile e mando subito a Elisa che risponde con commenti osceni e eccitanti, mi incita a saziarlo di cazzo. Quasi sto per venire ma Elisa è un'abile registra e ci invita a scambiarci.. finalmente posso godermi quel cazzo fantastico, Alberto riprende tutto, scatta foto e manda a Elisa per farla ingelosire ma lei è ancora più eccitante e oscena "quel cazzo sa trasformare chiunque in troie succhiacazzi" Ci scambiamo più volte mentre Elisa dirige la scena, siamo pronti per sborrare e ci posizioniamo entrambi davanti al telefono e facciamo un video delle nostre mazze mentre ci seghiamo e sborriamo.. fuori scena Alberto mi ha messo la lingua in bocca.. di solito non lo faccio ma l'eccitazione è alle stelle.. ci stuzzichiamo il culetto con le dita mentre veniamo a fiotti caldi che colpiscono anche lo schermo.. il commento di elisa non tarda ad arrivare "cazzooo è come se mi aveste sborrato in faccia, bellissimo"

Ci ricomponiamo e parliamo ancora un po' prima che Alberto corra da Elisa.. ora è lei a reclamare una bella scopata e non voglio certo privarla di questa gioia. Alberto mi ringrazia e goffamente si scusa per quella prima sera... facendomi capire che elisa mi conosceva e non voleva "esporsi" - "ma è quasi pronta e penso che questa serata l'abbia convinta, quindi non preoccuparti perchè la prossima volta ci divertiremo in tre e ne varrà la pena"

Passa circa un'ora e nella chat arriva un video, Alberto sta prendendo da dietro Elisa, la sbatte di forza.. alzo l'audio: "Stefano siii sbattimi, sbatti la tua troiaaa!" Stanno scopando e lei finge che a scoparla sia io.. mi ci vuole un'altra sega perchè ho già il cazzo di marmo.

La settimana passa nell'attesa di un loro messaggio che arriva un mercoledì, mi chiedono se sono libero quel sabato, vorrebbero vederci direttamente a casa di Alberto "per non perdere tempo" aggiunge Elisa.
I giorni non passano mai ma finalmente il sabato arriva e con google maps arrivo a casa di Alberto che mi apre e mi fa accomodare in salotto. Elisa è quasi pronta, ma avrebbe un'ultima cosa da chiederti.. vorrebbe che tu fossi bendato quando entra nella stanza.. non so cos'abbia in mente ma credo ne valga la pena!.

Accetto senza problemi, in effetti è strano tutto questo mistero, ma anche eccitante.. Alberto mi benda, mette della musica e sento dei passi.. Elisa è entrata nella stanza, mi si avvicina e mi accarezza il viso.. mi bacia con passione, si stacca e poco dopo sento un'altra bocca, stavolta è Alberto.. Elisa mi accarezza le gambe e lentamente sfila i pantaloni.. le mutande.. mi accarezza il cazzo già di marmo mentre mi preme i seni sodi sulla bocca.. lecco avidamente mentre la sento scendere sul cazzo.. mi lecca la cappella e poi la ingoia leggermente.. mi stuzzica e risale.. mi bacia passandomi il sapore del mio cazzo.

Anche Alberto si intrufola nel nostro bacio poi mi sussurra "indovina chi ti spompina".. Si allontanano e cominciano.. "alberto" - "bravo"... ricominciano "ancora alberto" "mmm bravissimo".. ora la bocca è cambiata, "Elisa" - dico - "no.. ritenta".. - "eppure mi sembra Elisa" dico.. mi sfilano la benda, "guarda meglio", tra le mie gambe, con in bocca il io cazzo c'è Francesca, mia cugina, la cugina della mia fantasia e del mio racconto. Mi sorride imbarazzata ma anche maliziosa.. ormai siamo in ballo e con uno sguardo di intesa continuamo a ballare.. lei continua a succhiare mentre Alberto mi offre il suo cazzo.. oggi è lui il registra e in breve si scambia con Francesca, lei mi offre la sua patatina mentre lui prosegue il pompino.. gronda di umori e mi riempie la faccia.. la mia lingua esplora ogni centimetro e scopro un plug anale ben piantato nel culo..

Oggi tutto il divertimento è per lei e me lo fa capire fin da subito, letteralmente strusciandosi con la figa sulla mia faccia.. si mette a cavalcioni.. Alberto tiene stretto il mio cazzo, ci infila un preservativo e lei docile si impala, è una fontana e il plug mi stimola ancora di più.. mi sembra di esplodere ma in qualche modo mi controllo, mentre alberto si posiziona sopra di noi e ci offre il suo cazzo.. lo spompino insieme a lei alternando pompate e leccate.. si fanno un cenno di intesa, lei si appoggia a me, mi bacia, lui da dietro sfila il plug e lentamente infila il suo cazzo.. la riempie e contemporaneamente sfrega sul mio cazzo.. una sensazione incredibile.. ci mettiamo un po' a prendere il ritmo ma alla fine con l'aiuto di Francesca ci riusciamo e comincia letteralmente lo show: è una tigre e urla oscenità senza sosta, si preme sui nostri cazzi con violenza, li vuole sentire fino alle palle..

In una situazione del genere è impossibile non venire.. lo faccio capire mentre le stringo le tette e lei si galvanizza "la voglio in faccia, voglio farmi sfigurare dalla sborra".. si butta a testa indietro su divano, pronta per essere annaffiata.. sfiliamo il preservativo e con poche smanettate le inondiamo la faccia.. sfigurata come voleva lei, con la sborra che le cola oscenamente ovunque.. ripulisce i cazzi con la lingua e poi ridendo ci bacia appassionatamente passandoci la sborra ormai mischiata di entrambi.

Non c'è cosa più divina di trombarsi la cugina.. ma se quella vuole darti il culo è per la prossima storia!

Questo racconto di è stato letto 5 4 8 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.