Una bella festa

Scritto da , il 2020-11-06, genere orge


(per ovvie ragioni i nomi sono fittizi)

Una serata come tante di fine inverno, un invito ad una festa di compleanno di una coppia come noi, giocherellona, ed eccoci arrivati nella zona più residenziale della tiburtina. Ad attenderci nel parcheggio un giovanotto con barbetta, sembra uno studente universitario, non alto, anzi, ma sembra ben definito. Una breve presentazione e Bruno ci fa strada verso il portone.
In ascensore siamo un po’ stretti e Stefania mi fa notare che Bruno è letteralmente incollato al suo culo, la serata comincia bene.
Ad aprire la padrona di casa ed ecco quello che non ti aspetti, sulla porta di casa quasi sul pianerottolo, Lei in una tutina di rete senza fraintendimenti ben truccata pronta a farsi tutti e tutto. Entriamo nel salotto e c'è il giro di presentazioni, il marito Mario, alto come me forse meno robusto, Marzia una bella donna non più di 30 anni vestita molto fasciata con delle labbra molto carnose, il marito di Marzia cuckold contemplativo, un altro ragazzo Franco anche lui studente ed infine il festeggiato Carlo il Bull di famiglia. Resto un po’ interdetto dalla figura di Carlo non mi sembra il classico bull ne mi sembra un grande amatore. In totale siamo 3 coppie e 3 Bull, un buon mix per una serata divertente. Il padrone di casa ci chiede di poter mostrare tutti i nostri certificati NO HIV perché la serata come deciso in anticipo sarà libera e senza precauzioni, tutto è ammesso anche se NO significa NO.
Qualche convenevole e si comincia con aperitivi ed auguri, la padrona di Casa Giovanna tutta in grandi moine e strusciamenti al festeggiato con invito alle altre signore ad unirsi per giocare con lui e subito si inginocchia davanti a Carlo e aperti i pantaloni tira fuori il suo cazzo, una mazza di proporzioni asinine, adesso mi spiego!!! Giovanna comincia ad imboccarlo è tanto grosso che Marzia e Stefania lo tengono entrambe con una mano e Giovanna fa andirivieni con la bocca.
Stefania mi guarda con quello sguardo da troia, che ben conosco, e vedo che stringe la mano per valutare la consistenza. I due studenti si lanciano immediatamente nella mischia a palpare tette e culi delle signore.
Dopo pochi istanti i pompini in contemporanea sono diventati 3 noi mariti restiamo a guardare come sono brave le troie che si scambiano le mazze dei Bull anche i due giovani sono ben dotati, non hanno ovviamente delle proboscidi come Carlo ma sono ben messi in particolare Bruno che sta piacevolmente riempiendo la bocca di Stefania ancora un po’ e la situazione si evolve Stefania è riuscita a prendere in bocca la mazza di Carlo e dopo qualche colpo di lingua e un paio di affondi di prova si lancia e riesce a fagocitare più della metà di quel cazzo spropositato, io ho i miei 23 cm con una buona circonferenza ma quello era di gran lunga più lungo e più largo, un piccolo assestamento e lo fa quasi sparire nella sua gola.
Adoro Stefania quando sa essere così troia, anche Marzia e Giovanna vogliono provare mentre i due ragazzi presentano i loro cazzi a Stefania per gioire delle sue capacità di ingoio mazze. I due mariti mi fanno i complimenti e Mario si spoglia in un attimo per cercare di usare la bocca di Stefania.
So che le piace essere il centro della festa e questa volta è partita in quarta con il pompino che è una delle sue armi speciali.
Mentre guardiamo la scena chiedo al cuck se sua moglie Marzia ha il culo aperto, la sua risposta è limpida "molto ben aperto", mi complimento e gli chiedo se osserva o partecipa, lui mi risponde di essere impotente e di godersi lo spettacolo di sua moglie chiavata per bene.
Mi spoglio anch'io per unirmi alla festa, nel frattempo noto che Mario ha cominciato a scopare a pecorina Marzia che intanto continua a leccare il cazzo di Carlo insieme a Giovanna, Stefania si sta riempiendo bene la bocca con i cazzi di Bruno e Franco che ogni tanto li spingono dentro in contemporanea. Mi avvicino alla padrona di casa e le porgo il mio cazzo da spompinare, cosa che lei inizia con una certa foga, anche lei ha una buona capacità e dopo qualche colpo sento che il mio cazzo è in mezzo alle sue tonsille mi giro e vedo che Stefania è in piedi fra Carlo e Bruno che a turno la baciano in bocca e le strusciano i cazzi fra le cosce ed il culo, lentamente la portano verso il divano e Bruno la fa abbassare con la bocca sul suo cazzo mentre si siede sul divano appena Stefania è sufficientemente piegata Carlo comincia a penetrarla.
Non riesco a staccare gli occhi dalla scena, vedo quel grosso palo cominciare ad affondare nella figa di Stefania so che è abituata a grossi calibri ma mi domando come reagirà a questo vero palo. Inizio a vedere scomparire la prima parte, osservo il suo volto per capire se le piacerà, mentre lei continua a succhiare il cazzo di Bruno ancora un pezzo e poi superata la metà vedo che Carlo molto bastardamente, lo fionda dentro completamente.
Stefania si blocca, la bocca spalancata sul cazzo con uno sguardo fra il sorpreso ed il dolorante, Carlo resta fermo un paio di secondi e poi comincia un lento e breve andirivieni, senza estrarre il cazzo più di pochi centimetri. Ci sa fare le sta allargando la figa per farla abituare, Stefania riprende il pompino e finalmente Carlo comincia a pompare sul serio ritira il cazzo e poi fa possenti affondi, la vedo che strabuzza gli occhi, la bocca piena.
Intanto Giovanna si dedica a Franco ed io disoccupato vado verso Marzia che sta prendendo il cazzo di Mario a pecorina le porgo il mio cazzo da ciucciare e continuo a gustarmi lo spettacolo di Stefania impalata da Carlo, la vedo cominciare a godere per il profondo trattamento, Bruno si sfila dalla sua bocca e la aiuta ad inginocchiarsi sul divano e confabula con Carlo. che ferma la sua monta Bruno sale quasi sulla schiena di Stefania, che in quel momento mi sembra tramortita dall'orgasmo, e le infila il cazzo, non piccolo nel culo ben esposto, il suo culo è abituato e ben aperto e lo accoglie senza difficoltà e quando Bruno è ben piantato nel culo Carlo ricomincia a penetrarla. Un lungo mugolio la vacca è stata sfondata completamente. La sento che mugola adoro vederla trattata da troia sfondata, in fondo lo è, e presa profondamente da due cazzi gli occhi chiusi è completamente persa nel suo godimento.
E' ora che anche io mi diverta ancora di più, chiedo a Mario di lasciarmi spazio e comincio a mia volta a penetrare Marzia un affondo diretto e pesante la scuoto per bene mentre comincia a mugolare, "si, fino in fondo!" la tengo per i fianchi ma voglio incularla, Mario la solleva e comincia a baciarla mentre sono dentro di lei poi mi fa un cenno e si dirige verso il divano, che ospita ancora la doppia di Stefania, e si siede capisco e spingo Marzia ad infilarsi il suo cazzo nella fregna, aspetto che le dia qualche colpo per assestarlo e poi la piego gentilmente in avanti ed appoggio il mio cazzo a quella bella rosetta che, nonostante sia già stata aperta, sembra piccola.
Non senza qualche piccola difficoltà riesco ad infilare il mio cazzo bene dentro lo sfintere di Marzia, che accoglie senza battere ciglio, e comincio a pomparle il culo mentre vedo la dolce e brava mammina Stefania presa da due cazzi da dietro, che gran puttana.
Dopo un po’ Carlo mi chiede di scambiarci di posto ma prima che possa uscire sento un grugnito e Bruno scarica una potente sborrata nel culo di Stefania, un lungo clistere di sborra per la mia troia. Carlo si sfila ed anche Bruno un rivolo di sborra esce dal culo di Stefania, spettacolo delizioso ma non voglio perdermi l'inculata che sta per ricevere Marzia.
Marzia la più giovane che non ha battuto ciglio al mio cazzo nel culo adesso assaggia nel culo il cazzo di Carlo. Vedo un cenno di assenso nello sguardo di Mario che si ferma ben messo nella sua figa e Carlo che comincia ad infilare quel palo nel culo di Marzia.
Inizialmente lei è sempre serafica poi si rende conto che le pieghe del suo ano si stanno aprendo per far posto a quel palo, sempre la stessa strategia lento fino a metà e poi un affondo deciso. Un ululato di Marzia accompagna l'affondo insieme a delle lacrime ma Carlo non si scompone e lo lascia ben piantato nel suo culo. Il marito di Marzia si alza e si pone in osservazione fra le cosce di Carlo e sembra incantato dallo spettacolo di quel palo nel culo della sua bella mogliettina.
Poi comincia il suo andirivieni fra urla e mugolii di Marzia, le sta sfondando il culo mentre il marito si mena freneticamente il cazzetto mignon che si ritrova.
Cerco la bocca di Stefania la bacio e sento il sapore di tutti i cazzi che le sono passati nella bocca con le dita cerco il suo culo dilatato e pieno di sborra e la penetro con un dito.
La bacio ancora e poi le chiedo se vuole provare quel palo anche nel culo, mi guarda e dice "no" le chiedo "chi sei?" lei mi guarda e poi "la tua troia!" Un sorriso e poi invito Carlo che sta massacrando il culo di Marzia ad incularla.
Senza farselo ripetere esce dal culo di Marzia con un sonoro "plop" e si piazza subito dietro di lei e punta il palo sul suo buchetto, avviso Carlo che non serve lubrificarla è ancora piena della sborra dell'altro!!!
Boccheggia all'entrata di quel cazzo! La stringo e sento che comincia a piangere per quel palo che le sta sfondando il culo, le dico di stringere i denti fra due minuti comincerà a godere, mentre con le mani le massaggio il clitoride.
Un urlo! E' entrato completamente, Marzia le si avvicina e la bacia in bocca un colpo poi un altro e comincia a prendere fiato risponde al bacio di Marzia facendo saettare la lingua.
Allungo le mani e sento il suo sfintere dilatato e la pelle tesa intorno al cazzo che la sta penetrando, mi sposto lasciandola all'abbraccio ed ai baci di Marzia, voglio vedere il suo buco del culo sfondato da quel palo. E' rosso e teso intorno a quel palo che la penetra profondamente. Carlo comincia a tirare il cazzo più in fuori e vedo che lo sfintere segue la mazza e poi ci sprofonda dentro con forza, un affondo dietro l'altro, dopo un paio di minuti che mi sembrano lunghissimi le sue palle sbattono contro la sua fregna. Stefania è sfondata completamente, penso che il cazzo di Carlo abbia superato anche l'ampolla rettale e sia arrivato all'intestino. Lei è inginocchiata sul divano con quella mazza che le spana il culo a dovere, la testa di lato persa in un orgasmo profondo, la bacio, le chiedo come è farsi scopare l'intestino, non risponde sorride poi ancora una volta spalanca la bocca e gode.
Carlo si ferma nel culo di Stefania e chiede a gran voce di Giovanna vuole anche il suo di culo, ma lei non è nel salotto con noi e mancano anche i due studenti.
Stefania è ancora inginocchiata con quel palo nel culo, Carlo si sfila senza tanti complimenti, vedo il suo cazzo sporco, è arrivata veramente molto a fondo!!!
Marzia comincia a baciare il culo e la figa di Stefania che è riversa sul divano a cosce spalancate e sguardo sognante, non la vedevo così dai tempi delle scopate con una amico Ivoriano.
Carlo si pulisce la mazza alla meglio e va verso la camera da letto con Mario, decido di seguirli. Nella camera da letto un bello spettacolo Giovanna è nel bel mezzo di una doppia con i due giovanotti, Carlo avvicina immediatamente il cazzo alla bocca di Giovanna che non se lo lascia scappare.
Chiedo a Mario quante volte abbia preso il palo di Carlo nel culo e lui ridendo "è di casa!"
Visto che ho già visitato il culo di Marzia adesso devo provare quello di Giovanna, ma credo che non sentirebbe molto quindi decido di giocare sporco. Mi avvicino a Franco e gli chiedo di spostarsi più in alto adesso vedo bene entrambi i buchi della porca con u po’ di pazienza infilo anche il mio cazzo nel culo di Giovanna e comincio a pompare, ma non solo di punta come si vede nei film, ma spingendo il cazzo bene fino in fondo.
Giovanna ha una sorta di moto di ribellione ma fra tutti i cazzi in bocca fica e culo non fa altro che aumentare il nostro godimento. resisto poco è una esperienza incredibile e comincio a sborrare nel culo di Giovanna, si sa l'orgasmo è contagioso e mentre sto ancora sborrando sento che i ragazzi cominciano a fiottare dentro Giovanna figa e culo allagati di sborra.
Mi sfilo, qualche secondo per riprendermi e torno da Stefania per trovarla languidamente distesa sul divano con Marzia che le lecca avidamente figa e culo, si sta godendo un po’ di riposo…………

Questo racconto di è stato letto 3 6 3 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.