Week end porco all'Elba

Scritto da , il 2011-09-14, genere etero

Stanca del gran caldo di Firenze, della monotonia e del geloso del mio ragazzo, ho deciso di prendermi una brevissima vacanza di relax tutta per me. Vado all’isola d’Elba ho trovato un hotel molto carino vicino al mare in mezzo alle splendide colline di Capoliveri. Sono eccitata solo al pensiero di andare da sola e godermi la vacanza. Preparo la valigia accuratamente e porto con me dei bei costumi molto piccoli e sexy... li provo sono uno schianto due pere dritte ed un culo da fare invidia al Davide di Michelangelo. Parto da casa ed arrivo a Porto Ferraio m’imbarco con la macchina e salgo sul pontile ho una gonna di lino bianca, camicetta rosa e completo intimo bianco, tacco ed occhiali, mi avvicino e vedo la nave che lascia piombino, è bello partire, passeggio sul pontile e guardo il mare…sento il vento che mi rinfresca il viso ed il corpo... la gonna si alza e sento un fresco in mezzo alle cosce che mi entra dentro è una bella sensazione.. prendo la camera dalla borsa e provo a fare delle foto, purtroppo non va, cerco di ripararla si è bloccata, mi guardo intorno e vede un ragazzo moro che mi guarda vedo che ha una camera con se. Non mi ero accorta ma credo che mi osservasse mi sorride, e a sua volta gli sorrido, si avvicina e chiede se può aiutarmi, gli do la macchina lui la prende ed inizia a guardarla spinge dei bottoncini e la macchina funziona nuovamente. Mi sorride e me la da lo ringrazio e scambiamo due chiacchiere, ci presentiamo Paolo e Laura, anche lui va all’Elba per vacanze e per scattare foto paesaggistiche si ferma lì per alcuni giorni. Lo trovo molto carino ha un bel sorriso e belle labbra, credo di piacergli anch’io perché sorride spesso. Arriviamo all’ Elba lo saluto e ci diamo appuntamento il giorno dopo in spiaggia a Marciana per fare un bagno. Arrivo in albergo mi faccio una bella doccia, mi do la crema e mi sdraio sul letto completamente nuda e mi addormento. La sera scendo vado a cena nell’albergo ci sono altri clienti coppie e famiglie, mi sento fuori luogo, ceno leggero faccio una passeggiata sul lungomare bellissima e mi sento libera di fare quello che voglio. Rientro in camera, mi spoglio e provo a dormire, dalla camera accanto sento che giungono dei gemiti di due che scopano.. mi alzo e curiosa mi sento ad origliare… Sento lei gemere e dire a lui di scoparla fino in fondo di spaccarla.. sorrido, ma inizio ad eccitarmi resto lì ad ascoltare.. inizio a toccarmi e vedo che sono umida.. inizio ad accarezzarmi le tette e la figa umida mentre di là scopano…ho il clitoride che mi scoppia dalla voglia mi bagno le dita e ci do dentro i capezzoli mi si rizzano ho tanta voglia di leccare un cazzo e di farmi scopare, penso al ragazzo conosciuto sul traghetto e mi masturbo… Il giorno dopo a colazione vedo la coppia che è vicina di camera lui distrutto lei con una grande fame… Sorrido li saluto e vado in spiaggia. Arrivo in spiaggia c’è diversa gente, il mare è bellissimo, cerco e trovo un posto tranquillo per dove sdraiarmi con l’asciugamano. Mi svesto, indosso un bel bikini color turchese molto figo mi metto la crema e mi abbronzo. sento un gran caldo mi faccio un piccolo bagno e ritorno a prendere il sole, intanto arriva sempre più gente in spiaggia, intravedo Paolo il ragazzo del traghetto con dei bermuda ed uno zaino e la camera fotografica al collo, mi vede e si avvicina, ci salutiamo e m’invita a bere qualcosa di fresco con lui, andiamo al bar prediamo un the freddo e mi fa vedere le foto che ha scattato mi fa vedere dov’è stato e mi chiede cosa ho fatto. Le foto sono molto belle anche i luoghi dov’è andato, gli chiedo se posso accompagnarlo lui accetta solo in cambio di potermi fotografare accetto. Lui noleggia una barca ed andiamo di là dell’isola in una bela spiaggia raggiungibile solo dal mare. Partiamo mi aiuta a salire, sono felice ed eccitata, mi sdraio sulla barca mi tolgo il pareo e prendo il sole lui intanto naviga e di quando in quando mi guarda sorride e scatta delle foto… mi tolgo il pezzo di sopra e vedo che lui sorride e continua a scattare intanto io cambio posizione.. Mi eccito che lui mi guarda e scatta mi lascio andare. Decido di fare un po' la porca proprio come piace a me voglio eccitarlo fino a farmi scopare come una vera troia in calore. Si! in fondo mi va una bella scopata in mezzo al mare!! tolgo anche il pezzo di sotto mentre lui continua a scattare freneticamente. Sono tutta bella nuda con le tettone al vento e i capezzoli duri belli ritti pronti all'uso. Mi distendo e apro un po' le cosce sento la fica che piano piano si apre bella vogliosa di cazzo con il clitoride rosso. Mi giro muovo il culo e glielo sbatto davanti a vacca ha il cazzo duro bello gonfio dai boxer gli esce la cappella, appena vedo quella cappellona uscire mi si bagna la fica di brutto e mi sento vogliosa di cazzo in bocca mi avvicino gli afferro la verga lucida e lo tiro fuori, ci sbatto sopra la bocca lo comincio a leccare su e giù e lui scatta, la mia bocca a pompinara… Gli succhio tutto cazzo e cappella, gli sputo sulle palle e continuo mente muovo il culo voglioso pieno di spruzzi d'acqua lui mi afferra il culo con le mani tocca, lo stringe tutto eccitato mi prende il culo me lo apre ci infila la lingua umida e un dito mi vuole fare urlare di piacere vuole sfondarmi il buco del culo lo sento che troia che sono mentre mi tocco la fica aperta e slabbrata..... come vorrei due cazzi ora! Sento la sua cappella entrarmi in culo prima me lo infila piano piano poi incomincia a pomparmi il sedere su e giù su e giù mi fa proprio miagolare di piacere questo pezzo di porco arrapato, mi piace mentre me lo pompa dentro, mi afferra per le tette mentre mi pompa mi tira i capezzoli me le sbatte di qua e di là e la mia fica comincia a gocciolare, sento il culo che vuole venire si allarga sempre di più è sempre più sfondato. Ho la fica apertissima, non resisto col culo devo venire sul quella cappella arroventata ecco che sto per godergli adosso… lui sente il mio culo muoversi di godimento pieno si arrapa come un maiale; vuole che sborri anche di fica… mi gira ancora con il culo aperto e infuocato e me lo schianta nella ficona mentre mi mette le sue mani in bocca e me le fa ciucciare come fosse un cazzo! Ma si dai ora scopami la fica dai rifammi godere come la tua puttana gli urlo… Lui gode alza la testa e mi ficca dentro il cazzo, sembra un toro sfottuto e io a gambe in su larghe che godo…godo mi fa esplodere di piacere. Merda come godo! Ecco che spruzzo la mia bella venuta, lo inondo come una fontana impazzita scende di tutto.. Mi giro mi ficca il cazzo in bocca e me lo spinge con tutta la sua forza in gola me lo fa mangiare tieni troia succhia sto cazzo pieno di sborra dai fino alle palle maiala. Quasi non respiro mi prende per i capelli e mi fa andare veloce avanti e indietro senza pietà quasi mi fa lacrimare mi tappa la gola con la cappella sento che si ingrossa sempre di più spompino come una pazza, sento che la fava è enorme sono pronta a prendere la sborra gliela tiro tutta su dalle palle lo risucchio come una forsennata siamo 2 animali. Ecco che sta per sborrare si lo sento lo sento mi prende la testa e la pigia fortissima la tiene ferma lì sul cazzo urla e sento tutti gli schizzi arrivare, schizzi dappertutto in gola, lo tira fuori e continua a sborrare in faccia, negli occhi, sulle tette non finisce più. Mi inonda tutta il corpo. Mi prende e me la fa leccare, e poi mi lecca lui, io mi lascio fare come una maiala. sono una sborrata vivente! Esausti ci addormentiamo, mentre con la barca ci avviciniamo alla spiaggia, ci risvegliamo che siamo vicinissimi sentiamo le voci della gente senza ritegno ci tuffiamo in mare nudi, l’acqua è stupenda è di un colore azzurro. Risaliamo in barca ci rivestiamo velocemente e ci avviciniamo alla spiaggia… Sorridenti e felici del bellissimo servizio fotografico c’incamminiamo verso la collina.

Questo racconto di è stato letto 8 2 7 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.