La vasca

Scritto da , il 2019-11-13, genere etero

È mattina. È una freddissima e uggiosa mattina di dicembre. Lascio il bambino a scuola di corsa, siamo già in ritardo. Per la fretta dimentico di prendere la sciarpa prima di uscire di casa. Il freddo è talmente pungente che sembra penetrare nelle ossa. Rientro in macchina accendendo il riscaldamento al massimo, ma non è sufficiente.. voglio solo rientrare a casa e assaporare i suoi 23 gradi...
Una volta entrata però sento che quel tepore non mi basta.. da lì il lampo di genio! Decido di concedermi un paio d'ore di relax e di caldo sfruttando la mia tanto amata vasca da bagno.. In genere mi accontento del box doccia, ma quella mattina era come se la vasca mi stesse chiamando....
La riempio con acqua bollente.. e, con tutto il bagnoschiuma che ho messo, le montagnole bianche e soffici fuoriescono dai bordi.
Mi spoglio velocemente.. non desidero altro che immergermi...
Finalmente entro. La sensazione di benessere è estrema, un godimento per l'anima e il corpo..
Passa una decina di minuti, e quella sensazione di godimento aumenta sempre di più... sono inebriata dall'atmosfera.. il corpo nudo e caldo.. le mie mani che lo accarezzano lentamente.. è liscio.. è mio..... poi il silenzio della casa, interrotto solo dallo scroscio della pioggia che batte contro la finestra del bagno.. un'estasi crescente..
Ecco.. iniziano a riaffiorare i miei pensieri, le mie fantasie.. ti immagino.. ti penso..
ripenso a noi.. alla chimica e all'attrazione che gli anni non hanno scalfito... nella mia mente ripercorro i momenti migliori... e mi soffermo sull'ultimo.. un incontro imprevisto non appena arrivata al lavoro, io e te in quella cucina, in un attimo il tuo cazzo in bocca, come fosse la risposta più naturale del mondo alla tua provocazione... nonostante la paura che qualcuno entrasse all'improvviso e vedesse quella scena.. le tue mani fra i miei capelli.. una cosa meravigliosa, le sento ancora...
Ancora con gli occhi chiusi, e ormai eccitatissima, quasi senza nemmeno accorgermene inizio ad accarezzarmi il clitoride.. sempre più velocemente.. le grandi labbra sono davvero gonfie... mi infilo due dita dentro, mentre il palmo continua a strofinare sul monte di Venere... se non fossi già nell'acqua avrei bagnato completamente perizoma e jeans.... sto per venire... ma voglio che tu sia fiero di me, anche in fantasia.. con l'altra mano inizio ad accarezzare la zona perianale.. e in men che non si dica, grazie anche alla lubrificazione del bagnoschiuma, due dita mi penetrano il culo facendomi inarcare ancora di più... bastano pochi colpi... non trattengo più i gemiti ormai fragorosi...ed esplodo in un orgasmo memorabile....
Rimango immobile a godere delle ultime scosse di piacere... Finalmente riapro gli occhi.. pochi minuti ed esco da quel luogo inebriante..
Mi asciugo i capelli, mi spalmo il mio olio di mandorle dolci su ogni cm di pelle.. le parti intime sono ancora sensibili.. mi vesto con un paio di jeans e una maglia morbida, oversize.. per stare più comoda..
Guardo l'orologio.. mezzogiorno!!
Non posso credere di essere stata così tanto in immersione...
Guardo il tel.. nessun msg.. ci speravo, confidando in una telepatia legata all'intenso momento appena vissuto pensando a te....
Apro fb.. sei online.. ma ormai la speranza è svanita.. spengo lo schermo..
Mentre appoggio il tel sul tavolo, arriva una notifica... anzi.. LA notifica.....
Rapidamente riaccendo la schermata...
Sì, sei TU..!
Mi chiedi cosa stia facendo.. ti rispondo con una trasparenza disarmante "Ti ho appena pensato!".
Ma la tua controrisposta è ancora più spiazzante "Bene.. allora ora tocca a me... mi apri..?".
Io ormai in preda a uno stato confusionale totale, apro il portone dal citofono.. e ti aspetto sull'uscio dell'appartamento.. con una tachicardia che necessiterebbe di una consulenza cardiologica immediata..!
Esci dall'ascensore, non sto ancora credendo al fatto di rivederti di nuovo qua dentro.. a casa mia.....!
Qualche secondo di imbarazzo.. spazzato poi subito via dall'attrazione e dall'eccitazione palpabili a dir poco..
In un attimo, mi ritrovo senza la mia maglia.. solo jeans e reggiseno.. e tu a dorso nudo.. segnato da 1000 ore di palestra... bellissimo, perfetto.
Mi baci.. prendendomi il viso tra le mani.. appassionato.. profondo.. sai quanto mi piace....
Io intanto armeggio con cintura e bottoni dei jeans.. sono curiosa di vedere se sotto ci sono i MIEI boxer....
Sì, ci sono, sono loro!
Sono sempre più carica... voglio solo prendere in bocca il tuo cazzo, lo voglio sentire tutto, fino in gola, accarezzarlo... leccarlo... stringerlo... e guardarti negli occhi... perché voglio che tu veda nel mio sguardo tutta la mia carica erotica... tutta la mia passione... tutto il mio volerti e il volerti sentire....
Le tue mani che tirano con forza la mia chioma appena lavata, fanno grondare ancora di più i miei umori.. che ormai sgorgano in modo prorompente...
Stai per riempirmi la bocca.. lo sento e ti sento... non vedo l'ora... chi l'avrebbe mai detto......
Ecco... sei arrivato.... non trattieni i gemiti nemmeno tu... la tua sborra inizia a uscire violentemente.. ne prendo un po' sulla lingua.. poi mi sposto leggermente ma sempre guardandoti fisso e sempre con la bocca aperta.. e mi direziono il tuo cazzo su tutta la faccia.... mi riempi ovunque... È l'estasi.
Mi ripulisco un po' con dei fazzoletti.. tu non ne hai bisogno.. ho preso io tutto quanto...
Ci rivestiamo.. hai ancora le gambe tremanti.. Non ti chiedo di fermarti un momento, non lo faresti..
Ti apro la porta. Ci guardiamo. Accenniamo un sorriso d'intesa.
Siamo sempre noi.

Questo racconto di è stato letto 3 7 9 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.