La mia zoccola

Scritto da , il 2019-08-22, genere tradimenti

Quel giorno riuscii a terminare prima del previsto e tornai a casa intorno alle 18.entrai e dissi ciao cara, sono tornato Manon ricevetti risposta. Sara'uscita pensai. Mi recai in bagno e passando davanti alla camera da letto sentii dei versi indistinto.
Entrai e vidi qualcosa che mi lascio'di sasso. Mia moglie, messa a pecorina tra due uomini, stava succhiando un cazzo e l'altro lo prendeva nella fregna.Non sapevo se prendere un bastone e rompere le ossa a tutti e tre oppure restare a vedere come si sarebbe evoluta la situazione. Optai per la seconda soluzione, mi accomodati sulla poltroncina e rimasi ad osservare.La porca succhiava rumorosamente il cazzo dell'uomo, e prendeva in figa quell'altro assecondando i movimenti di penetrazione muovendosi davanti e indietro e tutti e tre gemevano di piacere.
I due si scambiarono I ruoli e scaricarono la sborra nella fregna e in bocca. Bravi, bello spettacolo dissi lanciando un applauso. Lei rimase terrorizzata, i due presero i panni e tentarono la fuga. Chiusi di colpo la porta, calma dissi sorridendo, i tizi si guardarono in faccia sbalorditi. Vestite i... anche tu dissi a mia moglie e andammo in salotto. Statemi bene a sentire, non ho intenzione di fare piazzate, e' vero in primi ho avuto la tentazione di uccidervi tutti e tre, ma guardandovi all'opera mi sono infoiato come un toro e mi sono masturbato. Ora, mettiamola cosi'potete venire quando volete a sbattervi la troia a patto che lo facciate in mia presenza e con me partecipe. Nel sentire quelle parole miamoglie mi abbraccio', grazie caro, sei un tesoro. Loro se e andarono, ciao ragazzi dissi, alla prossima.

Questo racconto di è stato letto 9 8 7 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.