Il mio nuovo vicino

Scritto da , il 2019-04-26, genere gay

"padron Lucas è un metodo stupendo per il mio culetto ma ha ancora caldo" lui smise di segarmi e riprese il collare e lo tiro a se, infilo tutta la pallina e appoggio la intermedia all'entrata del mio buchetto e disse "a sì troia allora te lo rafreddo meglio" in quell'istante infilo la seconda pallina, grande come una pallina da tennis, io soballzai e geometti, alzai lo sguardo verso Lucas che in men che non si dica mi tiro a se e mentre mi limonava mi ficco anche la terza palla nel culo, era circa delle dimensioni di un arancia, io gridai ma lui tiro a se il collare mi guardo negli occhi e mi disse "ora tu le tieni tutte e tre lì dentro, e godi troia" lui muoveva le palline usando il capietto che spuntava dalla più grande, le muoveva in senso orario o antiorario, su e giù, ne ertraeva una o la teneva metà fuori e metà dentro, me ne tirava fuori due e poi la eibuttava, io gridavo, gli chiedevo di non smettere, di sfondami il culo, lui sorrideva, mi diceva cose zozze e mi limonava tirando a se il collare, dopo questo gioco mi disse "ora te le tiro fuori, e passiamo al vibratore troietta" io risposi "sì padrone, punisci la tua troietta con il vibro" lui inizio a tirare fuori lentamente tutte le palline, che erano ormai ricoperti di lubrificante e mucosa anale, ma quando arrivo alla più piccola la tiro fuori per metà, mi guardo mi tiro a se e mi disse "grida puttana" e in una sola volta mi infilo tutte e tre le palline nel culo, io lancia un grido "ooooooooo mio dio aiuto sfondamelo" lui sorrise ancora e tiro fuori tutte le palline in un colpo, io rimasi a bocca aperta e ansimante, lui mi tiro nuovamente con il collare e mi mise la più piccola pallina in bocca, mi tiro qualche sberla in faccia, non troppo forte, dicendomi "lo vuoi il vibro troia" io annui con la pallina in bocca, lui me la tolse e poso le palline sul tavolo, prese le chiavi e mi tolse le manette e disse "a pancia in giù sul divano putanella" io esegui, lui prese il vibratore in mano e si mise a cavalcioni sulle mie cosce e senti il suo pisello apoggiarsi fra le mie natiche e strusciandomi su di esso gli dissi "padrone ma questo è molto più grosso del vibro, perché non ci metti questo bel cazzone nel mio culetto?" Lui sorrise e disse "beh volentieri, ma il tuo culetto vergine merita più di un divano, quindi andiamo in camera" mi tolse i tacchi e mi prese per il collare e io mi misi a gattonare fino alla camera mi misi a pecora a bordo letto lui aveva preso il lubrificante dal tavolino, io mi piegai lui si lubrifico il cazzo e mi mise un po' di lubrificante nel culo e appoggio la capella sul mio buchetto, e disse " sei sicura che lo vuoi da me la prima volta?" Io risposi "mi hai fatto impazzire prima con quei giochini, ho voglia di cazzo e tu sei l'unico vero uomo con cui sia mai stato, fammi diventare la tua troia padron Lucas" lui mi prese per il collare e mi infilo lentamente la capella nel culo, finalmente carne pensai era fantastico, lentamente mi infilo tutto il cazzone nel culo e mi fece impazzire era stupendo, il suo grosso e lungo membro di carne che spompava il mio culo, e nel mentre lui mi tirava dal collare, e piano piano aumentava la velocità e la forza con cui mi scopava, finalmente un vero uomo che mi scopava, un enorme cazzo nel mio culo che mi sfondava... inizio a scoparmi sempre più forte io gli dissi "sì padron Lucas, sfondami il culo con il tuo grosso cazzone" lui inizio a scoparmi fortissimo, io godevo ormai gridavo dal piacere e il suo cazzo mi pentrava profondamente e velocemente, sentivo le sue palle sbattere sulle mie e il suo cazzo scivolare nel mio culo, io godevo e lui anche, mi sculacciava e mi dilatava....
Dopo una quindicina di minuti gli dissi "padron Lucas voglio cavalcare il tuo cazzone" lui mi diede qualche botta forte mi sculaccio e tolse il cazzo dal mio culo si distese sul letto e disse "allora sali su" gattonai verso di lui apri le gambe e mi misi a cavalcioni, presi il suo cazzo con una mano e divaricai le natiche con l'altra, puntai la sua capella sul mio ano e lentamente mi sedetti su di esso facendomi nuovamente penetrare...
Era fantastico, lo sentivo in un modo diverso dalla pecorina, ma era stupendo saltare su quel cazzone, mi muovevo su e giù e avanti in dietro, mi piaceva da matti così inizia a saltare sempre di più su quel cazzo, anche a Lucas piaceva parecchio, mi stringeva i fianchi si muoveva, mi sculacciava e io ero in paradiso, ad un certo mi disse "vieni qui e metti le mani dietro la schiena troietta" io mi piegai verso di lui e mise le mani dietro la schiena, mi limono mentre iniziava lentamente a scoparmi, con le mani scese molto lentamente dai fianchi All mio culetto, mi afferrò saldamente per le chiappe e ne sculaccio prima una poi un altra e in fine mi divarico le chiappe e inizio a scoparmi fortissimo, dicendomi "ti piace brutta zoccola (?) Ti piace il cazzone del tuo padrone (?)" Io gemendo e gridando gli dissi "sì adoro il cazzo del padrone" lui mi sculaccio contemporaneamente entrambe le chiappe con le mani, in modo molto deciso e disse "allora cavalcalo" io tornai dritto e inizia a strusciarmi avanti e indietro con il suo enorme membro bel culo, mentre lui me lo spompava per bene con foga e decisione, andammo avanti a una velocità incredibile per 10 Min, fin che senza dire niente aumentammo ancora di più la velocità e lui grido "sto per venire, ti inondo il culo troia" io aumentai la velocità a mia volta e godendo gridai "sì sì vienimi dentro, sborami nel culo padron Lucas" e d'un tratto senti il suo cazzo infilarsi fino in fondo con un colpo secco, inizio a pulsare e pian piano sentivo schizzi del suo caldo nettare inondarmi il culo per poi scendere e riempirlo lentamente, il mio corpo era pervaso dai brividi, Lucas gemeva e mi stringeva le natiche, sboro fino all'ultima goccia e poi si rilasso, io rimasi per un po' lì sopra, in estasi e poi estrassi lentamente il suo cazzone dal mio culo, mi distesi affianco a lui e mi accorsi che senza saperlo gli avevo eiaculato anche io sul suo pube, così senza dire nulla scesi lentamente leccai tutta la mia sbora e la ingoiai poi gli presi il cazzo ormai a riposo in mano e ripulì il mix di sbora, lubrificante e mucosa anale, prendendolo in bocca....
Lui soddisfatto mi disse "non male per la prima volta troietta, questo sarà il nostro piccolo segreto e tu sarai la mia cagnolina da scopare ogni volta che vorrò" io sorrisi e risposi "se giochi con me così e mi scopi in questo modo, il mio culetto e la mia bocca saranno sempre a tua totale disposizione, ti ho detto le mie regole, fammi godere e puoi fare sì me ciò che vuoi pardon Lucas" lui si mise su di me e disse "mi fa piacere, e sappi che oggi ti ho dato un piccolo assaggio di quanto possa farti godere"....
Per un po' parlammo ci toccammo e ci baciammo, poi sorridente mi disse "ti va se andiamo a farci una bella doccia" io risposi "certo volentieri" e così andammo in bagno, lo stesso bagno in cui me lo mise in bocca la prima volta....
In doccia ci divertimmo un altro po', ci baciammo ci toccammo, io gli feci un altro bel pompino, e poi lui mi prese di forza e mi sbatte contro il box doccia, sì prese il cazzo in mano e infilo la capella nel mio culo, con una mano mi strinse per il collo con l'altro per un fianco, e con un colpo secco infilo tutto il suo cazzone nel mio culetto, io gridai e lui continuo a scoparmi lentamente, ma mettendo ad ogni colpo, tutto il suo membro dentro di me, poi inizio a scoparmi velocemente e per 15 minuti mi sfondo il culo a martelletto, tra gemiti e parole zozze mi disse "sto giro voglio venirti in gola" allora io senza dire nulla mi tolsi il suo cazzone dal culetto e mi misi in ginocchio lo presi in mano lo misi sulla lingua e guardando Lucas gli dissi "non avere pietà per la mia bocuccia padrone Lucas" lui sorrise e mi prese la testa fra le mani e con una foga incredibile inizio a scoparmi la bocca, fin che non me la inondo di sperma....

Questo racconto di è stato letto 3 7 1 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.