Erotici Racconti

La cognata sbarazzina

Scritto da , il 2018-08-09, genere incesti

Mia moglie ed io siamo sposati da circa 10 anni , siamo entrambi sulla quarantina .
E’ da circa un annetto che la nostra intesa sessuale è un po’ calata sia per colpa del lavoro sia per colpa dell’ abitudine ? non si sa.
Tutto ebbe inizio quando un mio collega iniziò a parlarmi di una spa naturista a Gessate un pò sbarazzina con anche “l’area giochi” in sostanza un club per scambisti . Li per li l’idea mi stuzzicò ma poi lasciai perdere.
La settimana successiva dopo l’ennesima discussione con mia moglie mi convinsi a fare un salto al Club .
Mi accorsi subito che la descrizione fornitami dal mio collega rispecchiava la realtà in quanto trovai il Club molto elegante e pulito.
Una volta nella spa naturista optai per un po’ di idromassaggio per cercare in primis di rilassarmi e in secondo luogo di capire come funzionava l ambiente circostante , ed è li che la vidi .. Serena
Il mio primo pensiero fu di sorpresa poi pensai ad una grossa somiglianza . Pensai : non può essere Serena , la mia dolce cognatina non frequenterebbe mai questi posti e mi sorpresi nel pensarla in atteggiamenti vogliosi.
Sentii il mio membro prendere vita e la mia mente vagare.
Nel medesimo istante in cui la mia mente era pervasa dalle fantasie su mia cognata sentii una voce mi girai e la vidi , era leiii non ci potevo credere!
Le dissi “Serena ma cosa ci fai qui ?!e soprattutto chi è lui”.. lei con il suo visino angelico mi disse t”i presento Luca è il mio miglior amico “.
La mia cognatina mi guardò e mi disse “su non fare quella faccia sono qui a rilassarmi come te d’altronde.
Lo sai che tuo fratello mi trascura , non mi sento più desiderata “
Poi con occhi pericolosi mi si avvicinò e all’orecchio mi disse “non mi possiede più , ho bisogno di sentirmi dominata e di godere.
Non c’è bisogno che tuo fratello venga a saperlo un po’ come neanche Lisa (mia moglie) sarà un nostro piccolo segreto..”
Li mi accorsi della sua selvaggia sensualità e del suo corpo erotico , alta 1.75 circa longilinea e con un sedere da capogiro, pelle d’orata , capelli castano chiaro lunghi fino ai fianchi e occhi grandi di un blu intenso. Pensai a come mio fratello potesse farsi sfuggire un così bel bocconcino.
Una volta sancito il nostro accordo ci rilassammo e ci godemmo la spa e lei mi presentò il suo “amico “ Luca.
Iniziammo a parlare tutti e tre e li per la prima volta lei si aprì e mi disse esattamente quello che provava e pensava riguardo al sesso.
Le chiesi se Davide (mio fratello) sapeva di questo suo lato, lei mi disse” Ale , ci ho provato ma lui ha perso interesse sia in me che nel sesso pensa solo a far carriera” e li decisi che non volevo sapere altro .
Ad un certo punto mi sorpresi ad osservarle il seno, dalle sinuose curve e le sue rotondità piene e pronte ad esplodere come un chicco d’uva maturo.
Mi resi subito conto che lei mi stava fissando ma non aveva ne uno sguardo imbarazzato ne uno arrabbiato ma anzi era quasi famelico ed erotico e li la mia asta prese a pulsare e piano piano a crescere.
Lei di rimando mi sorrise e come se nulla fosse mi salì imbraccio e con il suo sorriso più angelico possibile mi disse “ oh mio bel cognatino , sai che ho sempre avuto una piccolo debole per te “ ed iniziò ad oscillare ..
Ci rimasi devo ammetterlo un conto è fantasticare un conto è vedere tua cognata comportarsi da maiala con appetiti sessuali morbosi.
Lei da altra parte si mise a ridere e si avvicinò all’orecchio ed iniziò a stuzzicarlo , leccarlo morsicchiarlo senza smettere di ondeggiare e con voce viziosa mi disse : sento il tuo pene che spinge per avermi.. sai se ti lasci andare potresti entrare e avermi tutta .. sai io ti voglio .. tu invece cosa vuoi?
Detto questo mi piantò la sua lingua in bocca e la spinse fino in fondo assaggiò ogni mio angolo e risucchiò la mia lingua .
Mi guardò e questa volta con espressione più eterea mi enunciò che lei sarebbe andata su..
Ondeggiò ancora un po’ ,sentivo le sue labbra sfiorarmi, ovviamente in quel momento la mia asta rasentava il cemento, poi con estrema sinuosità si alzò ,si girò e mi fece osservare un po’ il suo culo per poi uscire dalla vasca con il suo cagnolino Luca a seguito e si avviarono verso il Privè.
Non ci pensai un attimo la seguì e mi avviai con loro su.
Una volta su si diresse verso la stanza chiusa , quella con le sbarre e una volta dentro lei proclamò : Luca per ora guarda , ho voglia di dedicarmi completamente a te..
A quel punto la feci sdraiare sul letto , avevo voglia di assaggiare tutto il suo corpo ed iniziai proprio dai suo grondanti seni , lei iniziò a mugolare e mi disse “ che era da una vita che voleva fottermi” Io le risposi che non era lei ma io a fottere lei e così mi immersi di nuovo nel suo seno .. le presi i capezzoli con le labbra e iniziai a tirarli, poi con delicatezza le feci sentire i miei denti .. assaporai tutto il suo seno e lei iniziò a muoversi presa dall’eccitazione .. iniziai scendere verso il suo inguine e sentii il suo profumo più intimo .. mi ci buttai e iniziai ad assaporare ogni anfratto del suo inguine finchè le presi il clitoride gonfio di umori e iniziai a tirarlo .. succhiarlo…e intanto guardavo la mia cognatina che si contorceva dal piacere.. ad un tratto mi esplose in bocca e presi tutto il suo nettare grondante ..
Una volta pulito per bene la presi per i capelli e la feci inginocchiare davanti a me .. come una brava cagnolina e le misi tutta la mia asta in bocca .. lei iniziò con estrema dedizione a leccarmelo .. andava giù fino all’ano che esplorava ben bene con langua per poi salire sulle palle fino al mio pene .. sapevo di non poter durare tanto la prima volta e neanche volevo così le misi il mio pene in bocca fino alla gola ed iniziai a spingere finchè non venni e le riversai tutto il mio liquido giù fino alla gola.. a quel punto sempre con la mano tra i capelli le feci pulire per bene il mio membro e lei con ingordigia lo fece..
Luca nel frattempo era li che guardava e si toccava con gran energia .
Mi sedetti sul letto , lei mi saltò di nuovo imbraccio ed iniziò di nuovo ad oscillare , le presi le sue fantastiche anche e le feci vedere il movimento che volevo , e tornai ad impossessarmi dei suoi seni .
Serena si mordeva le lebbra e le dissi “ Ti voglio, sei fantastica e mio fratello è un coglione” lei alle mie parole si accese e iniziò ad oscillare sempre più velocemente , inarcando la schiena prese a giocare con le mie palle.
Ad un certo punto prese il mio membro, tornato di nuovo duro e se lo fece scorrere dentro con estrema dedizione e calma.. sempre più dentro si inarcava profondamente per riceverlo tutto e poi iniziò a cavalcare come non mai .. era una dea, saltava , girava e strusciava ..io di rimando iniziai a pompare sempre più forte e sempre più veloce lei iniziò dapprima a gemere poi letteralmente ad urlare , avevo il suo inguine grondante di umori che mi bagnava tutta la pancia .
Ad un certo punto girai Serena , lei capì subito e si mise a pecora e come aspettavo inarcò bene la schiena e di nuovo entrai nel suo inguine fradicio e con potenza iniziai a spingere .. a quel punto mi staccai e iniziai a leccarle tutte le sue bellissime natiche .. immersi la lingua nel suo ano e iniziai a giocarci, lei era un continuo mugolare , sentivo la sua eccitazione ovunque finché ad un certo punto chiamai Luca e gli dissi di avvicinarsi , lei mi guardò e nei suoi occhi passò un lampo famelico , dissi a Luca di mettergli il membro in bocca e rivolgendomi a Serena le dissi :” su cognatina fammi vedere come prendi il pene di Luca in bocca, ma proprio tutto eh.. “ lei eseguì con estrema devozione ..
Io continuai a morderle le natiche finchè non capii che lei mi voleva dentro , le muoveva in maniera spudorata e a quel punto decisi che era il momento giusto e appoggiai la mia asta sul ano e piano piano iniziai a spingere ..capì subito che era stato poco usato , un vero spasso , un buchetto tutto stretto , lei cercava un pochino di togliersi ,
le dissi :“ rilassati” e piano paino mi feci spazio in quel buchetto delizioso .
Una volta dentro iniziai a muovermi piano.. sentivo il pene stretto in una morsa , impazzivo dall’eccitazione .
Quando capii che iniziava ad abituarsi , iniziai ad aumentare il ritmo continuando a stimolarle il clitoride finche non lo sentii bello gonfio allora mi fermai e ancora dentro dissi a Luca di sdraiarsi sotto di lei e di leccarla , quando lui si mise sotto di lei , dissi a Serena di continuare il lavoro che stava facendo con Luca , lei non protestò anzi , e così tutti e tre iniziammo a spingere ..sempre con più foga .. lei si mise ad urlare di piacere poi ad un certo punto si fermò e ci disse che ci voleva entrambi dentro .. come non accontentarla??
Luca si mise subito in posizione ed iniziò a penetrarla e nel giro di un secondo sentì Serena venire .. Sentii tutto il suo liquido uscire come una cascata e bagnare tutto il letto.. dopo quella visione le venni dentro anch’io …mi staccai per vedere il mio liquido uscire ..dal suo buchetto bello aperto ..presi il liquido con le mani e le misi davanti a Serena e lei iniziò a leccare tutto il mio seme..
Si sdraiò e con un sorriso mi disse “ che bello essere scopata da mio cognato”
Io scoppiai a ridere e le misi una mano nel suo inguine e percepì di nuovo la sua eccitazione salire ..
Serena mi guardò e mi disse “ci vediamo domani a cena cognatino ma prima di allora devi fare ancora una cosa” .. e detto questo aprì le gambe e si mise sopra la mia faccia ed io iniziai a leccarla .. iniziai dalle grandi labbra ,percepivo l’odore del sesso e il misto dei nostri umori , poi le piccole e alla fine il clitoride . Iniziai a succhiarlo , mordicchiarlo , tirarlo finché lo sentii bello gonfio e pronto ad esplodere e li sentii arrivare il suo getto direttamente in gola.. e li capii che non sarebbe stata l’ultima volta con Serena.

To be continued….




Questo racconto di è stato letto 1 1 3 8 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.