Milk party photos

Scritto da , il 2018-03-12, genere saffico

Mi presento, sono Elena, ho 45 anni e sono una lesbica confermata da quando ero molto giovane. Ero un po spaventata per il giudizio che avrebbero potuto darmi gli altri all'inizio..ma io sono una donna ambiziosa, e volevo dimostrare a tutti quelli che dubitavano di me che nonostante la mia diversità potevo andare lontano. Per tutta la vita sono stata una grande appassionata di fotografia. Da quando ho conseguito il diploma in un importante liceo artistico della mia cittadina per poi trasferirmi a Milano e fare l'accademia, specializzandomi in seguito i fotografia artistica. Ho sempre nutrito un grande amore per questa arte, e mi sono impegnata a fondo per anni lavorando per piccoli progetti..compiendo step su step,per passare dalla studentessa impacciata e riservata che ero, a fotografa ufficiale per una nota agenzia di modelle a Milano. Ho una truep personale composta da tre persone, strumenti di ultima generazione e soprattutto un ufficio e una rivevitoria personale. Già una ricevitoria personale perché la mia arte mi rende molto richiesta tra le giovani ragazze di oggi, il motivo? Il mio stile. Io mi occupo di foto surreali, molto ispirate sia allo stile Fantasy di cui sono sempre stata una fan accanitissima, sia alle avanguardie Anime e Manga orientali, che di questo secolo attirano un incredibile numero di giovanissime aspiranti modelle, che con il mio marchio possono farsi una reputazione discreta soprattutto all'inizio di una presunta 'carriera'. Ora, detto questo si può capire facilmente che io lavoro ogni giorno a contatto con bellissime ragazze, che il piu delle volte sono ben consapevoli del loro potenziale. Le ragazze dai 18 ai 21 anni puoi venire da me e organizzare un servizio fotografico personalizzato. Ovviamente alcune volte mi sono ritrovata a fare certi pensieri su ragazze che venivano da me e mi colpivano particolarmente, poiché molti di queste photo session avevano dei palesi riferimenti erotici..così come il Fantasy in se ha sempre conservato quella scintilla di erotismo e malizia a parer mio. Una Nami di One piece,piuttosto che un Ariel, una dolce Elga dei boschi in abiti succinti, piuttosto che una ragazza gatta, una ragazza volpe..ragazza cerva..oggi questo va molto di moda tra gli appassionati del genere, è quasi ironico vedere tutti assecondare un istinto che una volta ritenevo famigliare solo a me. Nonostante tutte queste ragazze con cui ho a che fare, non ho mai avuto in 13 anni di carriera una vera e propria sbandata per una ragazza che fosse mai venuta da me, è capitato ovvio di guardare..osservare con desiderio una curva procace, un bel seno avvolto da fasce di "foglie" o coperto da conchiglie, ma sono una lesbica libera, con una vita sessuale attiva. Mi soddisfa andare per i locali lesbo nel fine settimana rigorosamente con le mie amiche e conoscere qualche donna. Nell'ambito del mio mestiere inoltre c'è da dire che ci sono molte donne con tendenza ad andare oltre gli schemi, quindi non posso lamentarmi. Ogni tanto mi dilettano anche a spendere un po' del più che abbondante ricavato del mio lavoro per andare in night speciali..e avere uno spettacolo da una escort che appagasse precisamente il mio ideale di bellezza. Fianchi larghi, curve prosperose e scura di pelle. Le donne dal fisico tipico africano prosperose e in forma mi hanno sempre fatto impazzire..Non necessariamente nere, era il fisico, la carne soda che manipolavo che mi faceva andare in estasi. Comunque come ho detto non avevo mai preso sbandate esagerate per nessuna ragazza che fosse mai venuta nel mio studio, o almeno così è stato fino all'estate scorsa..quel pomeriggio afoso di fine agosto, quel dannato pomeriggio in cui le mie viscere furono sconvolte dall'incontro con Sofia. Quel pomeriggio ero nel mio studio come per la maggior parte della settimana, e stavo facendo l'ultima ora di ricevimento per un gruppo di ragazze che erano in attesa da tantissimo tempo. Saluto la penultima ragazza che aveva fissato l'incontro ed io ovviamente ero abbastanza stanca, e il caldo era insopportabile nonostante l'aria condizionata dell'ufficio. Con una quasi noncuranza lessi l'ultimo nome sul registro per quel pomeriggio, una certa Sofia, di 18 anni. Ricordo che non me ne importava molto, pensavo solo a tornare a casa mia è farmi un bagno fresco, ma quando sentii bussare alla porta con un tocco leggero quasi fosse timoroso, e pronuncia la parola "avanti", le cose cambiarono bruscamente. Nel mio ufficio si presentò una ragazza si diciotto anni dalla pelle bianca come il latte, senza nessun apparente difetto, un filo di mascara vestiva le ciglia di nero intenso ed evidenziava gli occhi grandi come confetti e castano verdi, una bocca carnosa e delicata, tutto il suo fisico aveva un tocco arrotondato ma sodo di giovinezza, portava una magliettina leggera che lasciava scoperta la pancia piatta, tanto per la cortezza della maglietta quanto per il suo incredibile seno..non avevo mai visto una ragazza tanto prosperosa in tutta la mia carriera, mi chiesi mentalmente che taglia fosse..Una quinta..? O di più probabilmente. Gli shorts che portava rivelavano delle coscie sode e bianche..I suoi fianchi sinuosi, il lato B da cubana e il suo fisico non erano per nulla in disarmonia con quel seno enorme..anzi, ogni cosa valorizzata l'altra, i capelli mossi lunghi e castani, che cadevano in ciocche boccolose sui suoi seni stretti in un reggiseno messo a evidente dura prova, coronavano quella magnifica visione. La ragazza mi sorrise con un velato imbarazzo.
"Buongiorno..! Grazie mille per avermi ricevuto!"
Io ero ancora mezza sconvolta dalla sua bellezza..ma per dinci, non potevo fare scena muta per la prima ragazzina più bella che mi si presentava davanti! Quindi mi ricomposi come potevo.
"Il..Il piacere è mio! Allora te sei Sofia giusto?" Risposi con il tono più professionale possibile. La ragazza sorrise caldamente e annuì in cenno di "sì " mentre si sedeva davanti a me..al lato opposto della scrivania, cercando in modo sottile ma evidente agli occhi di una donna di limitare al minimo i ballonzolamenti di quelle tettone..E mentre lo faceva io pensai a una cosa tra me e me..Quella ragazza è l'incarnazione dell'ideale erotico della donna nel mondo Fantasy/Anime..! Come se la natura, per qualche scherzo libinioso avesse concretizzato una ragazza in grado di scatenare in ogni caso i pensieri più intimi, soprattutto un chi ama il genere che io ho sempre tributato nella mia arte e nel mio lavoro.
"Allora..cara Sofia.." continuai come da procedura, cercando di eclissare ogni pensiero invadente "come posso esserti utile? Eri interessata al servizio srandard? A quello personalizzato? Ma prima dimmi un Po di te. E perché vorresti fare questo servizio fotografico?".
Lei sorrise delicatamente e mi rispose "Allora..sto facendo l'ultimo anno di superiori e vorrei iniziare una carriera come modella una volta conseguita la maturità..ahahaha! Sono una ragazza socievole, mi trovo bene con la gente anche se a volte mi chiudo un po' nel mio mondo. Mi sono sempre piaciuti gli anime, fin da piccola, poi quando avevo 15 anni ti ho scoperta grazie ad uno dei tuoi primi servizi, e mi sono innamorata del tuo stile, si vede proprio che ci credi, e dedichi tempo soldi e passione in quello che fai".
Sorrisi spontaneamente, fu quasi involontario ma mi ritrovai a coltivare già da queste prime parole quella che poteva essere un po'più di una semplice osservazione maliziosa tra me e me.
"Ti ringrazio molto..E cosa volevi fare cara Sofia? Che servizio facciamo..? " Risposi con calma ma con una velatura di calda malizia.
"Volevo fare il servizio personalizzato..in stile Fantasy naturalmente! La mia idea era quella di un animale antropomorfo. Saprà sicuramente cose tipo gatta..coniglietta..cagnolina.. che nei manga va tanto di moda Ahahaha! Non lo so mi hanno sempre ispirato i completini 'furry' ..ma non sapevo quale fare..sotto questo punto di vista volevo decidere qualcosa assieme a lei..perché sono molto indecisa. " concluse lei..con semplicità e dolcezza. Io avvertì una pressione dal prodondo di me stesso..appena lei finì di parlare mi ritrovai pervasa da una forte eccitazione..che si manifestava sotto forma di pensieri dentro di me..Ed essendo una appassionata anche di hentai, ovviamente, non potevo fare a meno di immaginare quella ragazza in completino da Mucca..che mettesse in mostra quel petto ricco di carne soda..Una delizia proibita da manipolare. Diario di la mente sa questo pensiero e mi concentrai per rispondere alla ragazza.
'Mh..interessante! Devo dire che sei veramente una bellissima ragazza..E con uno stile furry devo dire che staresti veramente bene a parer mio..hai proprio un bel fisico sai?" Spero di non essere stata troppo invasiva, ma lei mi sorride e mi ringrazia con calma e serenità. Come go già detto sono una donna ambiziosa, e ormai ero determinata a guardare e a godere di quel corpo..che era più bello dell'oro, e rispecchiava la bellezza intrigante e maliziosa del mondo Fantasy. Se prima guardavo le modelle con distacco, adesso la dominatrice che era in me voleva godere della vista di quelle forme voluttuose e quei lineamenti da bimba. Quindi continuai..
'Allora..te mi chiedi una mano a scegliere l'animale da interpretare eh..?" Dissi con un tono di voce più basso e fermo.
"Sisi! Sarebbe davvero bello poter lavorare con lei, seguendo i suoi consigli.." rispose lei con voce entusiasta, la luce di un futuro brillava nei suoi occhi.
"Allora facciamo così. Te ora vai pure a casa a riposarti, lasciami il tuo numero di cellulare e indirizzo di casa..e questo sabato ti vengo a prendere in macchina e andiamo direttamente alla lovation, dove avrò già preparato tutto il materiale. Fidati di me e fidati che sarà un servizio fantastico!" Le dico con un sorriso aperto.
"Oddio sarebbe fantastico..! Grazie mille.." Mi rispose con l'entusiasmo di una bambina a Natale.. E senza ulteriori indugi mi scrisse il numero e l'indirizzo di casa, prima di salutarci. Mi diede la mano con evidente emozione, sporgendosi leggermente in avanti..rivelando tra le pieghe della magliettina viola il solco del petto..che andava giù..premendo evidentemente in basso a causa del peso di quelle poppe..E i pensieri mi assalirono tutti dalla sua uscita dal mio ufficio..dopo avermi beato gli occhi della vista delle sue natiche che sculettavano ad ogni passo avanti..
Per tutta la settimana non feci che pensare a Sofia..E al suo corpo tentatore..quei seni che sembravano disegnati da madre natura in pesona. Per sabato mi assicurano di preparare tutto..la location sarebbe stata una vecchia rimessa della mia famiglia appena in periferia a Milano, così saremmo state tranquille..Sofia voleva che io le dessi una mano con il modello furry..beh..avrei fatto un bel servizio fotografico spinto su una ragazza mucca..! Andai dal membro del mio staff che si occupava di costumi e abiti da scena, e gli commissionai un bikini in stoffa spessa, basato sul modello da spiaggia, ma assottigliato ai lati, di taglia 4..appositamente troppo piccolo per contenere quelle curve..con relativo cistumino fatto a tanga..con la coda sulla parte posteriore..tutto ovviamente con i motivi bianchi e neri di una bella mucca da latte.. oltre che un cerchietto con orecchie sa vacca..collarino con il campabello dorato. Avrei fatto di Sofia la mia modella..ho capito quanto lei mi ammiri, e non avrò difficoltà a farle fare ciò che voglio..a farsi vedere da me..farsi fotografare. Il pensiero di avere a mia disposizione quella piccola dea..Mi evitava terribilmente, so che è sbagliato da un lato..è una bambina in confronto a me..ma maledizione..la carne è debole..E il desiderio di disporre della mia 'cow girl mi pervade ogni centimetro. Arrivò quel fatidico sabato pomeriggio..
CONTINUA ♡ (Lasciate la vostra opinione grazie:)

Questo racconto di è stato letto 4 9 9 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.