Erotici Racconti

Tempo al tempo

Scritto da , il 2017-11-14, genere sentimentali

Ero poco più di un adolescente quando ti vidi per la prima volta...Tu con la tua moto, i tuoi capelli lunghi e l`aria da dannato.
Non mi avresti mai calcolata. Ma io avevo una cosa in mente... fare l` amore con te.

Spesso passavo davanti al tuo negozio, l` attività che gestivi con tuo padre. Mi soffermavo timidamente a guardare le vetrine, cercavo il tuo volto, pensando alle tue mani che forgiavano quei gioielli... cosa quelle mani potevano invece fare su di me.

Finalmente trovo l`occasione di entrare nella tua gioielleria. Poco mi interessava di acquistare i due mezzi cuoricini con le iniziali incise sopra da regalare al mio fidanzatino. Mi intrigava molto di più scoprire il tuo nome, la tua voce, cogliere il tuo sguardo che si posava su di me... restai delusa, freddo e professionale. Uscii con questi due cuoricini e con la promessa di rassegnarmi. Non ti avrei mai avuto.

Passarono gli anni...io non ero più un insignificante adolescente ma una giovane donna. Il destino ci fa rincontrare, amici in comune, finalmente parlare con te... complici i social mi chiedi di vederci.
Accetto trepitante..conto le ore che mancano all` appuntamento, con estrema agitazione mi preparo... scelgo con cura cosa indossare...jeans strettissimi, tacco alto e maglioncino morbido e scollato... Penso a come sarà il profumo della tua pelle,le tue mani su di me...
Lo raggiungo in un bar...dopo un frugale caffè, mi chiede se mi andava di vedere il suo nuovo negozio... "ma certo mio caro, aspetto questo da troppo tempo"...
Il negozio è in fase di allestimento...mi chiede se mi va di dargli una mano ad attaccare le mensole.. Le mensole??? Io legherei te...
Parliamo del più e del meno...lui che si muove, che inchioda, che batte...La mia testa naviga...mi sento confusa e...bagnata..
Torno a casa delusa e con l` idea che di dannato abbia solo l` aspetto esteriore..
Eppure cominciamo a sentirci e vederci con regolarità. Ma non si spinge oltre. Mi fa sentire come una sua amica.
Una sera decide di farmi conoscere il suo posto segreto...un sottotetto ..Entro e l odore di fumo di alcol mi pervade, scorgo tanti oggetti messi in ordine sparso, ci fantastico su... C è un letto! Cavolo allora sono capitata nel posto giusto... La sua aria di amico muta...comincia ad avvicinarsi a me, sento il suo respiro sul mio collo...mi bacia appassionatamente, il suo sapore misto di sigaro e zacapa mi da alla testa...Mi sta facendo impazzire, lo desidero..
Comincia ad accarezzarmi i seni, i capelli, la schiena, la sua erezione preme contro di me... gli tolgo il maglione, la camicia, sento il suo corpo caldo e voglioso sul mio...accarezzo il mio trofeo, prima lentamente, poi spingendomi nei pantaloni e negli slip.. È mio!
Lui emette rantoli di piacere, comincia a scoprire sempre di più il mio corpo...sente la mia vagina grondante di umori... Voglio godere..
Siamo nudi...ci spostiamo verso il letto, continuiamo a toccarci sempre più vogliosi...Lo voglio dentro non resisto più...lui mi bacia la vagina, assaggia tutti i miei umori, la lecca ed il mio clitoride sembra esplodere...prendo in bocca il suo pene, prima piano, me lo gusto dalla base al glande poi lo prendo tutto in bocca.. il piacere è immenso. Finalmente mi penetra, prima dolcemente, poi sempre più forte, lo faccio girare, ho una voglia pazza di cavalcarlo, di sentirlo tutto dentro...Arriviamo...in paradiso..

Da quel momento non ci sono più state attese, ci bastava uno sguardo...
Non ci interessava ne dove eravamo ne con chi...avevamo bisogno di fare l`amore..Di riempirci, di leccarci le ferite...
Non c è stato compagno, moglie, fidanzati che abbiano offuscato la voglia che avevamo l` uno dell` altro. Il nostro rapporto era fatto di piacere ed amicizia.
Sono sicura che anche tra 50 anni basterà guardarci per desiderarci come e forse più di prima.

Questo racconto di è stato letto 6 1 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.