Erotici Racconti

Andrea : Capitolo 2

Scritto da , il 2017-10-11, genere gay

Se siete interessanti alle storie di Andrea sul mio link troverete gli altri capitoli :

Riassunto il primo Capitolo : Andrea e Giorgio cominciano a parlare dei problemi di Andrea con le ragazze .

Andrea aveva risposto alla domanda di Giorgio : "ti piacciono i porno gay ?" in maniera impulsiva, e se ne era pentito .Giorgio aveva reagito con vero stupore ma non aveva nascosto una certa strana soddisfazione nell' apprendere la notizia . Andrea non aveva mai analizzato a fondo questo suo interesse ; gli era capitato per caso di "cadere" su un sito gay e poi avanti senza porsi tanti perchè. Ora realizzava che le migliori seghe , quelle in cui aveva goduto di più erano state al PC guardando semmai due bei ragazzi nei loro più intimi segreti . Mentre era lì con Giorgio su quel divano , gli viene in mente una serata fantastica in cui si era masturbato a lungo e con tanta soddisfazione:
era un giorno caldo , solo a casa in boxer , passa davanti allo specchio e ammira il suo bel corpo , ammira la protuberanza nel boxer con il cazzo barzotto che rigonfia il pacco senza ancora delinearne le forme . Poco prima aveva visto un porno in cui un ragazzo carino come lui si segava davanti ad uno specchio seduto in poltrona a gambe un pò aperte. Si sfila il boxer davanti allo specchio , pensando a quel ragazzo , ed il suo pisello già duro mostra in punta i primi segni di umidità , lo tocca con le due dita , stringe il prepuzio per scoprire che dentro, quel liquido, è già nel canale , lo tocca , lo lecca lo assapora.
In quel momento Andrea sente quella bellissima voglia di sentire il seme uscire dal suo corpo e comincia a toccare l'asta con delicatezza tra pollice e medio pensando che quella mano non sia la sua .... un attimo e lo sperma fuoriesce come una valanga contorcendo di spasmi piacevolissimi il suo corpo ormai a terra . Il primo schizzo , come avviene sempre quando riesce far passare due giorni tra un sega e l'altra, gli arriva sul collo , lo sente caldo lo prende con l'altra mano e se lo porta sulle labbra ...
Giorgio si era anche lui disteso sul divano ed era rimasto in silenzio rispettoso dell amico che si era immerso nei suoi pensieri. Giorgio aveva sempre ammirato Andrea , la sua simpatia e per certi versi si sentiva stranamente attratto dalla sua fisicità . Non aveva mai visto Andrea nudo , ma solo in boxer ed ogni volta che succedeva non poteva non rimanere abbagliato dalla perfezione di quel corpo : il collo lungo che svettava su due spalle definite ma non marcate , i due capezzoli stretti e sempre duretti che svettavano sulla cima delle colline dei due pettorali senza peli . Quella fila di peli sottili che invece partendo dal centro del petto si fermava all' ombelico per proseguire verso il basso ed infilarsi verso l'inguine sempre ben gonfio e protetto da un boxer in tessuto leggero elastico che disegnava intuitivamente forme e dimensioni.

Fine capitolo 2

Questo racconto di è stato letto 1 6 9 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.