Erotici Racconti

Il mio amato Paolo

Scritto da , il 2017-08-12, genere masturbazione

Tutte le mattine è sempre la stessa storia: esco di casa e salgo in macchina, accendo il motore è la radio con lui, ed è in quel momento che lo sento.

La sua voce così calda e focosa, professionale ed erotica al tempo stesso: ah cosa non ti farei Mr. Fox!

La prima volta che l'ho sentito, per fortuna ero in macchina da sola; il mio paolo stava parlando proprio del mio segno zodiacale: la Vergine... non ho resistito, ho dovuto accostare la macchina e presa dall'eccitazione ho iniziato a spogliarmi.

"Per te Paolo! È tutto per te!!!"
Ho iniziato a strusciarmi sul sedile con addosso ancora il mio perizomino celeste bagnato di umori, e Paolo era ancora in sottofondo.

Avevo gli occhi chiusi e la radio al massimo, la mia fichetta pulsava mentre sognava le dita di mr. Fox dentro di lei.
Iniziò a toccarmi lentamente con ancora le mutandine addosso, facevo scorrere il filo tra le labbra rosa mentre ansimavo come una cucciola di cane in calore.

Mi toccavo in modo selvaggio, con le gambe spalancate sul cruscotto della macchina, graffiato il clitoride con le unghie mentre con l'altra mano mi penetravo con due dita

"Ohhh si Paoloooo, ahhh possedimi Paoloo, vieni a spaccarmi l'uteroo!!"
Gridavo senza sosta mentre Paolo finiva di recitare l'oroscopo.

"Dai paolo! Dammi il tuo nettare di stelle! Riempimi tutti i buchi! Ahhh"

Venni proprio mentre la sua voce si arresta va, con gli umori che sporcavano il sedile, ma non me ne importava nulla, Paolo era il mio unico pensiero fisso, un uomo che non avevo mai visto, un uomo che parlava di oroscopi e stelle cadenti; lo volevo.


Da quel giorno Paolo era l'unico uomo a cui pensavo, mi masturbavo pensando a lui, ogni volta che potevo, al lavoro, a casa, a pranzo, in palestra... ero sempre pronta per lui.

Mi toccavo e venivo sulle sue foto, mi ficcavo il telefono dentro la vagina mentre quest'ultimo trasmetteva la sua voce misteriosa e matura.

A natale avevo trovato anche la sua statuetta per il presepe e l'avevo utilizzata per sverginarmi il culo, come se fosse lui.

Lo vorrei che mi sculaccia mentre recita l'oroscopo; mi donerei tutta a lui.

PAOLO SONO TUA!

Mr. Fox fai di me ciò che vuoi; montani, inculami, ingravidami, spaccami in due, fammi urlare, voglio soffocare col tuo sperma in gola!

E sono disposta ad aspettare tutta la vita perchè tutto questo finalmente accada.

Questo racconto di è stato letto 9 6 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.