Erotici Racconti

Mia moglie spiata 3

Scritto da , il 2017-06-20, genere esibizionismo

Salve a tutti,mi scuso se a volte non sono corretto nella punteggiatura o sono impreciso ma é frutto della fretta o magari a volte é dovuto al fatto che non rileggo il racconto..Comunque volevo chiarire il fatto che il racconto é reale e che tutto ciò che ho scritto é dato da esperienze che ho vissuto e che sto vivendo..In effetti a volte,se ci penso,è difficile crederlo anche a me e ciò che ci sta accadendo é solo il frutto di tanti anni vissuti senza emozioni o magari solo senza la giusta carica sessuale..Io ho già ammesso che amo il voyeur ma sarebbe difficile credo parlarne semplicemente con la propria moglie,avendo un opinione completamente diversa dalla tua sul sesso...La scorsa domenica mattina mi sono svegliato abbastanza presto mentre lei dormiva..Guardavo la tv a volume basso,Mi girai verso di lei e aveva addosso una camicia da notte bianco,si era appena alzato tanto da mostrare il perizoma bianco di sotto,spiavo il suo sedere che nonostante l'età era ancora bello sodo...Ho preso il cellulare e lo ho scattato qualche foto,volevo toccarla ma avevo paura di svegliarla,si riusciva a vedere la forma della vagina..non nego che il pene mi si induri' notevolmente,lei si svegliò e le dissi che mi alzavo per preparavo la colazione..Non so cosa mi è passato per la testa,lei al mattina prende lo yogurt bianco con i fiocchi di riso e il caffè..Presi lo yogurt e andai in bagno,lo aprii e con il cellulare in mano iniziai a sfogliare le foto del suo culetto,non ci misi molto e riversai tutto lo sperma fino all' ultima goccia nello yogurt,tremavo dalla paura si essere visto,andai in cucina e con un cucchiaino mischiai il tutto..lo portai a letto,essere stanco e scarico ma quando vidi che stava ingoiando lo sperma allo yogurt davvero provai un senso di grande piacere e soddisfazione..Pensai finalmente dopo tanti anni hai bevuto il mio seme...Avrei voluto fare l'amore ma sinceramente ero molto stanco,ci preparammo per andare al mare e tornammo la sera verso le 19..Ci facemmo una donna e ci riposammo poiché la sera eravamo stati invitati a casa di mio fratello.Ci preparammo e arrivammo alla villa,scherzammo e ridemmo per tutta la sera ma il mio pensiero fu sempre quello della mattina,al fatto che avesse ingoiato sperma e che non se ne fosse accorta.Lei indossava un vestito celeste di quelli larghi estivi con un paio di sandali,la guardavo frequentemente e mi accorgevo che stava sempre a sistemarsi i capelli o guardarsi allo specchio..forse é un sintomo che vuole stare sempre in ordine e precisa,trascorremmo una piacevole serata.Arrivata l'ora ce ne andammo,sinceramente avevo voglia di sentire il suo odore e il suo profumo ma mi resi conto che non potevo fermarmi di nuovo nello stesso posto e ne tanto meno proporle la stessa situazione..Arrivammo nella rampa delle scale e nel salire feci passare prima lei,io stavo 3-4 gradini sotto,riuscivo a vedere la forma del sedere,le sollevai appena la gonna e intravidi il tanga nero,lei si girò e sorridendomi mi disse ma la smetti?Noi abitiamo al terzo piano di un condominio,e stavamo al 1 ancora,mi avvicinai e le passai una mano sotto la gonna a sfiorare la vagina..Smettila che qualcuno potrebbe vederci,ma sono le 2 di notte risposi,dormono tutti...Mi prese un senso di possessione,di potere nei suoi confronti,l'afferrai da dietro e le misi una mano sotto la gonna,spostai il tanga e iniziai a masturbarla..ma sei pazzo??stai fermo..qui no..esclamo' con voce bassa...Stai zitta le dissi in un orecchio,la paura e la voglia di essere scoperti era tanta,lei rispetto ad altre volte non fece tanta resistenza,ci mettemmo al centro della rampa tra una scala e l altra in modo da non essere visti e iniziai a masturbarla..lei mi disse dai saliamo,andiamo a casa,qui non mi sembra il caso,che cosa penseranno se ci vedessero??Che sei una porca!!Noo dissi io...Lei mi guardò e con aria quasi di sfida mi disse:lo sai che mi da fastidio!!Scusami risposi!!!Mi ero fatto trasportare,la girai di sedere,le feci appoggiare le mani sulla ringhiera e le alzai il vestito..In 21 anni di matrimonio non eravamo mai arrivati fino a tanto,forse per vergogna o per pudore,o forse perché mia moglie non aveva mai acconsentito.Lei era piegata,e lei si guardava a destra e sinistra per paura che qualcuno ci vedesse,lei tirai a forza lo slip quasi a strapparlo,lei capii e se lo sfilò.Mi inginocchiai e iniziai a leccare con molta foga,senza farmene accorgere sputai un Po di saliva su una mano e lo passai tra la vagina e il buco anale...Lei era come paralizzata,con le gambe semiaperte,avrei voluto tanto possedere quel culetto vergine ma sapevo che era solo un desiderio.Sentimmo una porta aprirsi e lei di tutta fretta salì le scale senza nemmeno indossare gli slip.entrammo di fretta in casa e senza perdere nemmeno un secondo la buttai sul divano,la girai di culo e iniziai a leccare,le divaricai le gambe e cercavo di entrare con la lingua nella vagina per poi passare su per il deretano..Gemeva e si contorceva,cercava di spostarsi ma io con molta forza cercavo di tenerle le gambe aperte,eravamo al buio,il gioco era che non riuscivamo a vederci c0mpletamnte,riuscivo a sentire i suoi lamenti ma non riuscivo a vedere il suo viso...era notte fonda per cui per quanto lei si sforzasse di non fare rumore,comunque si sentiva...Basta,ti prego basta,fermati...mi diceva,io mi slacciai il pantalone,uscii il pene e me lo bagnaii con in Po di saliva e lo puntai vicino il buco dell' ano...ma che fai??no li,stai attento,no li no fa male esclamò con una voce tutta sottomessa...Hai un bel culetto lo sai??!! Le dissi!!!Volevo entrare con forza,rubarmi ciò che un uomo desidera più di una donna,lei von una mano mi prese il pene e se lo portò nella vagina...era completamente bagnata,spingevo e con l altra mano le accarezzavo il clitoride,sentivo lei ansimare forte,mi avvicinai all' orecchio e sussurrando le dissi:Ti piace il cazzo Clara?Dimmi che ti piace??Lei non rispose,allora capii non rispondendomi che le stava piacendo,mi avvicinai di nuovo e con una voce quasi soave le dissi:lo sai che sei la mia porca??Mi fai eccitare!!Lei neanche stavolta non rispose,sentivo che si bagnava sempre di più e capii che forse potevo tentare ciò che aspettavo da anni,mi sdraiai sul divano con la mia testa tra le sue gambe e la sua tra la mia...Lei non disse nulla,io iniziai a leccarle la fica e lei tanto eccitata trovava difficoltà a leccare il mio pene..Mi concentrai sul clitoride,lei iniziò a leccarmi il glande,sentii lei dimenarsi,io volevo spostarmi,sapevo che si sarebbe incazzata,io iniziai ad ansimare per far capire che anche io ero li per iaculare..non disse nulla,non si spostò,continuava a leccare come la peggiore delle prostitute,sentii lei muovere il sedere per accompagnare i miei movimenti e quando la sentii godere,ansimare non riuscii a trattenere o a spostarmi..sentii il mio sperma invadere la sua bocca,e lei dire no che schifo,le avevo iaculato in bocca,si alzò e corse al bagno e io la seguii,sputo' lo sperma che aveva in bocca e con l'asciugamano si levo' quello che aveva sul mento..Non disse nulla,si lavo' e si mise a letto...Quella sera pensai mille cose,pensai a come mai si fosse fatta trasportare così al buio..Non so se é giusto trattare così la propria donna,me lo chiedo ma penso anche che tra un coppia non ci devono essere barriere...ci mettemmo al letto e non ci dammo neanche la buonanotte.

Questo racconto di è stato letto 3 9 6 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.