Erotici Racconti

Mamma che troi...che sei

Scritto da , il 2016-12-29, genere incesti

Racconto..

Ciao a tutti sono Gabriele ho 23 anni e vi voglio raccontare quando ho scopato mia madre la prima volta..ho sempre avuto un debole per lei, si chiama Giorgia a 43 anni una splendida donna che tanti uomini la guardano e la vorrebbero sbattere..lei lo sa e si veste sempre sexy...minigonne e vestitini attillati..una sera arrivò a casa alle tre..sentí il portone aprirsi e chiudersi stavo x riaddormentarmi quando sentí la voce di un uomo..poi il silenzio...le luci che prima trasparivano dalla porta..non si vedevano io mi alzai x guardare cosa stava accadendo mi avvicinai alla porta della camera di mia madre..era socchiusa io piano..piano .ci guardai dentro e vidi una cosa sconvolgente l'amico di mia mamma era su di lei gli aveva aperto le cosce gli stava togliendo le mutandine poi lui prese il suo caz. .. In mano lo posizionò all'apertura della figa di mia madre e lo spinse in lei..Giorgia iniziò a godere e ansimare.io ero pieno di rabbia verso mia madre che si faceva scopare da quel maledetto lui dal canto suo penetrava mia mamma con ardore..le aprì le cosce se le mise sulle spalle mise il suo pene all'apertura della figa di mia mamma ed entrò la sbatteva sempre di più..poi venne in figa a mia mamma..si alzò..si rivestí la salutò e se ne andò..io ero arrabbiatissimo...nella mia mente dicevo sei una putt...la mattina dopo lei era tranquilla..andò a lavorare io andai a scuola..ma stavo preparando la mia vendetta...verso di lei..all'uscita di scuola andai in farmacia comprai tranquillanti volevo stordirla un po' per poi scoparmela..volevo che sentisse tutto poi pensai di chiamare un mio amico per darmi una mano..lui capí mi disse sai se vuoi che lei senti mentre te la scopi devi mettere mezzo di questo sonnifero e un pizzico di questa sostanza che ti darò io..sei sicuro che capirà che me la sto scopando..non preoccuparti se lo ricorderà per parecchio..presi quei miscugli feci tutto per bene..io misi la sostanza nel vino 🍷 a mia madre..lei bevve tutto senza saperlo..dopo qualche ora iniziò a fare effetto..la dovetti accompagnare a letto..la spogliai..mi spogliai pure io ..gli aprì le cosce lei mi disse cosa fai? Ti scopo..mamma no..no. Ma non aveva forza per fermarmi gli abbassai le mutandine..lei mi disse solo perché..io gli risposi..perché sei una putt.. Ti sei fatta scopare dal tuo amico..mamma che troi...che sei..intanto il mio pene penetrò la figa di mia madre la scopai sempre più forte poi la presi dalle gambe le allargai x bene misi il pene all'entrata del suo culo ed entrai in lei..godeva tanto ma io volevo di più..lei capí che facevo tutto questo per rabbia..ma gli stava piacendo mamma che troi.. Che sei..ma ti Amo..la penetrai in figa sempre di più venne tante volte la baciai in bocca..entrai nella sua figa schizzai il mio seme nel suo pancino..poi gli misi il mio pene vicino alle sue labbra lei aprì lo prese tutto in bocca..lo succhio poi schizzai il mio seme nella sua bella bocca...da allora è solo mia...

Questo racconto di è stato letto 1 1 5 3 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.