Il mio amico Enzo

Scritto da , il 2016-05-06, genere gay

Sono un ragazzo di 20 anni e spesso sfogo le mie voglie erotiche masturbandomi nel rustico dove mi eccito guardando dei film porno e fantasticando su alcune mie amiche. Un giorno viene a trovarmi enzo, un mio carissimo amico e mentre girava per la stanza trova un dvd che ho lasciato per sbaglio sul mobile, sopra c'è raffigurato una bellissima mora a pecorina con un grosso dildo nel culo, io non sapevo che scusa inventarmi per giustificare la sua presenza ma enzo invece con tranquillità mi chiede se lo possiamo vedere insieme. Inizialmente rimango un po' titurbante ma poi accetto e messo nel lettore cominciamo a guardarlo. Passati un paio di minuti mi dice se non sento la voglia di farmi una sega e che lui vorrebbe farsene una. Senza rispondere sbottono i pantaloni e me lo tiro fuori, lui fa lo stesso, erano entrambi già in tiro così continuando a vedere il film ci masturbiamo. Uno di fianco all'altro vedevo il suo cazzo gonfiarsi sempre di più, non riuscivo a staccargli gli occhi da addosso. Era la prima volta che mi masturbavo in compagnia di un uomo e anche se non sono mai stato attratto dall'avere dei rapporti omosessuali adesso sentivo la voglia di possedere quel bel pisellone tutto per me. Immaginavo di ripetere le scene del film con lui dove ero io a fare la parte passiva. Ad un tratto enzo complimentandosi per la grandezza del mio cazzo lo afferra con una mano e mi masturba delicatamente chiedendomi di fare altrettanto. Io in un attimo comincio ad accarezzargli le palle ma voglioso non aspetto molto e afferrato anche io il suo pisello lo sego. Ero contento di tenerlo in mano, stavamo godendo tutti e due ma nonostante ciò desideravo sempre di più di poter avere un rapporto sessuale completo con lui...spesso domandavo se gli piacesse il mio modo di fare e stringendomi il cazzo mi diceva di continuare, quelle parole aumentano soltanto la mia perversione e non volevo altro che provare a prenderlo nel culo. Non sapendo come enzo avrebbe reagito alla mia proposta nel avere un rapporto insieme esito ma mi faccio coraggio e gli propongo di imitare le scene del film dove io sarei stata la donna è avremmo dovuto fare tutto quello che facevano loro. Non del tutto convinto aspetta ma poi si lascia andare e facendo ripartire il dvd da capo iniziamo a ripetere ogni mossa. Come prima lo masturbo mentre mi accarezza e mi palpa il culo, poi mettendomi in ginocchio di fronte a lui mi ritrovo con il cazzo davanti la faccia, è enorme, me lo sbatte sul viso un paio di volte poi poggiandomi il cappellone sopra le labbra mi guarda fisso ne gli occhi e vedendo la puttana nel film che sta spompinando il suo uomo attende che faccia lo stesso. Finalmente potevo avere un cazzo solo per me, contento con voce maliziosa gli sussurro che sono la sua troietta e che può farmi quello che vuole, ormai avevo soltanto voglia di farmi dominare...bacio la cappella e la lubrifico bene passandomela sulla lingua, poi la lascio scivolarmi in bocca finché non lo inserisco completamente dentro, spingendolo fino in fondo potevo sentirmi le sue palle premermi sul mento e ansimando mi ripete di leccarlo. Sentendomi soffocare dalla sua grandezza inzio a succhiarlo con passione. Anche se era il mio primo bocchino sembravo una troia molto esperta, non volevo più smettere, enzo dicendomi che ero brava mi bloccava la testa e spingeva sempre più forte, poi si ferma e seguendo il film me lo sbatte nuovamente sulla faccia, pregandolo di chiamarmi troia mi giro cambiando posizione e come la porcona in tv divarico le gambe e mi piego mettendomi a pecorina mostrando perfettamente il mio bel culetto sodo. Come l'attore anche enzo mi sculaccia prima di massagiarmi il buco del culo con due dita, io stavo impazzendo dal piacere, le sue dita mi avevano dilatato abbastanza bene ed ero pronto per essere penetrato. Struciandomelo tra le chiappe mi fa notare ancora la sua grandezza e passandocelo in mezzo più volte si ferma con la punta della cappella proprio sul buco del mio culo e spingendo prova a incularmi. Troppo grosso ha difficoltà così lo aiuto sputando sul cappellone cercando di lubrificarlo e allargandomi le chiappe riproviamo, adesso la sento che con facilità mi penetra scivolandomi pian piano dentro. Contenti mi prende per i fianchi e inizia a scoparmi analmente aumentando sempre il ritmo. Il suo cazzo duro entrava e usciva ormai senza problemi, io masturbandomi mi ero lasciato andare e mi concedevo completamente alle voglie erotiche di enzo che continuava a incularmi. Eccitato nel sentirmelo scivolare su e giù ho un orgasmo anale strepitoso e lanciando un bellissimo gemito di puro piacere si ferma lasciandomelo però infilato dentro... Tirandolo fuori lentamente si diverte a penetrarmi soltanto con la cappella ma voglioso di avere l'orgasmo anche lui senza avvisarmi me lo mette in bocca e scopandomi oralmente con forza non si ferma fino a che venendo mi riempie la bocca con la sua calda sborrata. Soddisfatto rimane a guardarmi mentre inghiotto tutto lo sperma con gusto. Rivestendoci andiamo via e mi dice di chiamarlo la prossima volta che vengo nel rustico oppure se ho un nuovo film da vedere. .

Questo racconto di è stato letto 7 0 1 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.