La prima volta con una donna

Scritto da , il 2015-07-23, genere prime esperienze

Ciao mi chiamo Vanessa. Ho 26 anni, sono di media altezza, snella, mora e porto una 4ª abbondante. Sono passati circa 2 mesi dalla prima volta in cui ho avuto il mio primo rapporto lesbico.
Quel giorno ero andata dal ginecologo per farmi prescrivere la dose della pillola che dovevo prendere per poter finalmente scopare con il mio nuovo ragazzo di nome Francesco. Entrata nello studio delle dottoressa Maria mi spiglio per far sì che lei possa visitarmi. Maria mi fa accomodare sulla poltrona, mi fa poggiare le gambe sulla poltrona e inizia l'ispezione. Come prima cosa, dopo essersi versata un po' di lubrificante sul guanto, mi mette un dito nella figa per lubrificarla e per poterci inserire in un secondo momento il divaricatore. Mentre lei si piega per prendere il divaricatore per potermi visitare, si vede da sotto il camicie che non ha le mutande. La prima cosa che pensai, mi ricordo, è stato che lei ogni tanto scopava con delle pazienti ma poi mi lasciai andare. Dopo che la dottoressa ebbe infilato il divaricatore nella vagina inizio a guardarmi la fica facendomi eccitare moltissimo. Chiusi gli occhi per cercare di non pensarci ma poco dopo sentii che la mia fica si stava bagnando. La dottoressa infatti aveva iniziato a leccare il mio clitoride. Io non sapendo cosa fare, feci un movimento brusco che attirò la sua attenzione. A quel punto lei mi disse: "Stai tranquilla, voglio solo leccare la tua bella fica dato che non molto spesso mi capita di visitare ragazze così belle e giovani." Io agitata mi chiedevo se era opportuno lasciarla fare o no ma proprio mentre ci pensavo mi mise una mano sulle tette e iniziò a pizzicarmi e strofinarmi i capezzoli. Ero eccitatissima. Avvicinai la mia mano alla sua testa e rapidamente e con forza la spinsi verso la mia fica. Fece roteare quella sua lingua come un vortice. Allora le dissi: "A me piace anche il cazzo!" Lei si alzò dalla sedia, si spogliò, aprii un armadio e tirò fuori una cintura-dildo da paura. Mi disse: "Ora succhia maiala!" Io iniziai a succhiarle quel dildo come se fosse il mio fidanzato. Poi lei mi disse: "Mettiti a pecorina!" Mi prese mi volto e me lo mise dentro. Dopo un poco che continuavo ad avere un orgasmo dietro l'altro entrò dalla porta la cliente successiva che ci vide e indegnata urlò tanto forte che si sentì in tutto lo studio medico. Tutt'ora io e la dottoressa siamo indagate per atti osceni in luogo pubblico.

Questo racconto di è stato letto 1 1 5 4 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.