La coppia matura

Scritto da , il 2022-12-05, genere prime esperienze

Un vecchio proverbio recita ”Chiedere all’oste se il vino è buono” la risposta è scontata.
Chiedere alla propria moglie se ti ha mai tradito, anche in questo caso la risposta è scontata.
Magari ti risponde male, poi più risentita che mai conclude “Come puoi mettere in dubbio il mio comportamento”? Naturalmente seguito da altri epiteti come stronzo, imbecille ed altri complimenti. Nessuna che riesce a pensare una eventuale risposta affermativa potrebbe essere la soluzione ai problemi di coppia. Poi a rimetterci sono proprio loro perché il maschio, se così si può chiamare, a volte le sborra nella figa e lei non si accorge che è entrato qualcosa. Questo è un problema che assilla le coppie mature, in questi ultimi tempi, neanche tanto mature. Invece del solito cannellone convergente verso il basso, assaporare un rinvigorente cazzo di misura notevole, potrebbe veramente risolvere un mare di problemi. La donna ne trarrebbe subito beneficio fisico, l’uomo invece ne trarrebbe un beneficio mentale che di riflesso lo porterebbero ad erezioni appena più evidenti. Il preambolo per dire che mi trovo esattamente nella situazione del maschio che fa della flessibilità del suo cazzo un’arma spuntata. La moglie che si atteggia e fedele servitrice dello stato, rinunciando ai piaceri della vita. Viviamo soli, i nostri figli sono sposati, capita di uscire dalla doccia nudo, si copre gli occhi per non guardarmi nonostante abbia comunque dei centimetri esagerati sul mio cazzo pendente. “Copriti maiale” è la frase gentile della giornata. Sono passati solo venti anni dal nostro matrimonio e siamo ridotti in questo stato,quale futuro ci attende?
Mistero termico come faccia a dormire col pigiama di flanella a luglio, potrebbe essere motivo di studio per le coibentazioni edilizie. Io dormirei nudo ma ho una tremenda paura dell’evirazione totale. Finalmente è venuta ad abitare a fianco del nostro appartamento una donna, sua coetanea con tutt’altra aspirazione, le dimostra tutto quello che ha specie quando esce sul balcone. Mi ha ridato vita e speranza finalmente. E’ gentile, ha una voce abbastanza marcata, una quinta di seno. Anche il mio cazzo si è accorto, lo sento irrigidirsi e penso che prima o poi glielo farò vedere alla gentile donzella. Mi ha preceduto, è stata “lei” a farmi vedere per prima il suo cazzo, è un travestito cinquantenne che vederlo col seno ed il cazzo sporgente ha distrutto tutta la poesia che avevo costruito. Sono arrivato alla conclusione che non c’è gloria per gli artisti, quindi mi rattrappisco per emulare il mio cazzo ed insieme aspettiamo sviluppi positivi. Per gentile concessione di Alvaro e Cristina, coppia cinquantenne.

Questo racconto di è stato letto 5 3 8 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.