Zia Corinne , tedesca in visita a Palermo

Scritto da , il 2021-11-24, genere incesti

Erano la fine degli anni 80
Io, giovane adolescente palermitano, appena riuscito a finire le scuole dell'obbligo
Figlio unico di una famiglia di madre palermitana e padre tedesco,
Erano gli anni delle perenni masturbazioni,ne facevo più volte in giorno, perennemente arrapato
Una sera di fine agosto, mentre eravamo a cena
Mio padre disse che sua sorella,la Zia Corinne, vedova ormai da anni e mai più risposata, veniva a trovarci per qualche giorno
Mia mamma non era contenta, perché secondo lei,la zia era una poco di buono,una facile,una prostituta in poche parole
Mio padre disse di piantarla e che in fondo doveva restare solo pochi giorni
Io non l'avevo mai conosciuta di persona quindi non potevo minimamente sapere se fosse vero o meno
Il lunedì mattina, vero le 7 arrivò,andai io ad aprire
Una visione celestiale
Roba da rivista porno
Una donna alta,robusta, formosa e soda
Capelli biondi Corti, occhi chiari,due tette enormi e un culo fantastico, Zia Corinne nonostante i suoi 60 anni era una donna eccezionale
Mi saltò addosso e mi riempì di baci
I miei salutarono e si scusarono perché dovevano uscire per andare a lavorare il campo appena fuori città
Restai io a casa non avendo scuola per le vacanze
Aiutai la zia con i bagagli
Mi chiese se poteva fare una doccia e se nel mentre preparavo un buon caffè per lei
Certo, vado subito, dissi
Sentivo l'acqua scorrere, iniziai a fantasticare su di lei
Il cazzo inesorabilmente iniziò ad indurirsi
Mentre versavo il caffè, un'idea perversa mi assalì la mente
Cominciai a segarmi
Sborrai dentro la tazzina di caffè
La zia venne in cucina,con l'asciugamano avvolto intorno al corpo
Il caffè è pronto
Prese la tazzina
Il cuore mi batteva forte
Poggiò le sue labbra sul bordo e cominciò a sorseggiare
Lo bevve tutto
Poggiò la tazzina
Mi guardò negli occhi alcuni secondi..
È il più buono che ho mai bevuto
Sii, cazzo,pensai...fu come una scopata per me
Tornò in camera per vestirsi
Franco, puoi venire un attimo?!
Si zia arrivo
Andai in camera
Era in piedi solo con le mutandine addosso
Due tette enormi scoperte
Mi spalmeresti questa crema dietro la schiena? Io mi sdraio un attimo
Certo,ma se arriva qualcuno o se lo lo vengono a sapere?
Non c'è mica nulla di male?! Perché tutti questi problemi?
Comunque se ti fa stare tranquillo sarà un nostro segreto, disse lei
Ok
Si sdraiò sul letto
Versai un po'di crema sulla schiena e iniziai a spalmarla
Fai anche le cosce tesoro
Ok
Scesi tra le cosce e spalmavo
Il mio sguardo era fisso sul suo culo e l'interno coscia che dalle mutandine trasparenti vedevo tutto
Più su amore
Dove? Fino sotto al sedere
Sentivo la figa calda,la sfiorava con il pollice
Ma purtroppo fui interrotto dal rumore della porta,stava tornando mia mamma per pranzo
Tornò anche Mio padre
La zia disse, vai non farti vedere qui, così corsi in cucina e feci finta di nulla
Pranzammo e finalmente i miei tornarono al lavoro
Mia zia mi disse, amore mi prepari un bel caffè come quello di stamattina?
Io mi sdraio un po'
Certo lo faccio subito
Presi la tazzina e sborrai dentro,versai il caffè e lo portai a lei
Lo ingoiò di gusto
È squisito
Amore mio
Grazie zia
Io sono in camera,guardo un po'di tv se hai bisogno mi chiami
Hai la tv in camera? Disse lei
Si, anche il video registratore con qualche film
Quasi quasi vengo anche io così guardiamo qualche film insieme,ti va?
Certo, sé vuoi
Indossava un vestitino leggero,scosciata,era stupenda
In camera avevo anche un divanetto davanti al televisore
Si accomodò e chiese che film avessi
Mostrai le svariate videocassette,lei disse, niente altro? Ehm no
Pensavo che un giovane ragazzo come te guardasse anche altro..
Non hai la fidanzata?
Si
Hai già fatto qualcosa con lei?
Nulla di nulla,non vuole
Che spreco, disse lei
Non hai qualche film più interessante? Disse sorridendo
Zia,ce l'ho ma non devi dirlo però
Te l'ho detto prima, sarà un segreto, neanche te devi dire nulla ok?
Ok
Presi le videocassette porno nascoste e le portai in camera
Ohhh finalmente
Dai mettine una
Cominciò il porno
Eravamo sul divano
C'era un silenzio rotto solo dai gemiti della attrice porno che accoglieva un bel cazzo
La zia aveva le gambe leggermente aperte,la mano poggiata nell'interno Coscia e la muoveva lentamente
Io ero solo in pantaloncini senza mutande
Il cazzo duro e gonfio era dritto come una bandiera
Ti piace? Disse lei
Si
A te? Dissi io
Molto, rispose
Improvvisamente allungò la mano
La portò verso il mio cazzo,lo afferrò da sopra i pantaloncini e lo strinse
Mmmm sussurrò
Li tirò giù, fece uscire la mia asta dura
Lo prese in mano
Iniziò a segarmi
Stavo impazzendo
Era meraviglioso
Mi segava veloce
Fino a farmi sborrare sulla sua mano
Poi si alzò,mi raccomando,non è successo niente oggi, disse mentre uscì dalla stanza
Il giorno trascorse come non fosse successo nulla
Aspettai il giorno dopo,ma mamma restò a casa
Zia uscì per visitare la città
Mentre facevamo colazione,la mamma mi chiese cosa pensavo di quella donna
Molto bella, affascinante
Affascinante? Rispose lei
Si, è molto attraente anche se è grande di età
Ti piace così tanto?
Ad essere sincero,si
Sembrava fosse quasi gelosa
Per cosa?
Mamma,dai
Dai sono curiosa
È sempre attraente, come si veste, come si muove, come parla etc
Tu sei mio figlio, detto sinceramente,tra me e te,devi essere sincero però
Tu da ragazzo,lo faresti con lei?
Dai mamma, che domande sono
Dai solo curiosità, mica lo racconto
Beh penso di sì comunque
Capito, disse quasi delusa
Ma ti sei mai segato pensando a lei?
Dai,che cavolo
Dai tesoro,sono curiosa,non dico nulla te lo giuro
No, quello non l'ho fatto
E su di me?
Dai,ma sei impazzita?
Sono sola curiosa tesoro,ti giuro resta un segreto
Si,poi se papà viene a sapere che parliamo di questo mi ammazza
E chi glielo dice, sono curiosa e resta tra noi questa conversazione
Abbassai un po'la testa e dissi di si
Fu come sollevata
Quante volte?
Molte volte
Tutti i giorni, anche stamattina
Vidi che gli occhi brillavano
Ti confesso che anche io ci penso spesso, anche quando lo faccio con tuo padre penso che ci sia tu al suo posto
Per questo sono rimasta a casa oggi,ero gelosa
Venne verso di me,mi prese la mano e mi portò verso la camera
Sdraiati,mi levò le mutande
Si piegò su di me e cominciò a succhiare il mio cazzo in modo fantastico
Vedevo la sua testa salire e scendere sul mio membro
Mamma, sborro
Lei aumentò il ritmo
Accogliendo tutto dentro di lei che ingoiò senza sprecare nulla
Leccami tu ora, amore
Aprì le gambe e mi implorò di leccarla
Fu un'esperienza unica
Aveva un sapore buonissimo
Non ne poteva più e mi pregò di entrare dentro di lei
La prima volta che entravo in una figa
Era fantastico, meraviglioso
Mi gudava lei
Amore,ti amo, fottimi sempre,ti prego
Si, mamma lo prometto
Sborrami dentro per favore, vieni dentro di me
Sborrai riempendole l'utero
Mi baciò appassionatamente, vado a vestirmi prima che rientrano gli altri
Tornò dopo essersi vestita, è stato bellissimo,ti amo, disse
Ti amo mamma
Dopo pranzo papà tornò al lavoro, mamma restò a casa e c'era pure la zia
Che di nascosto venne e mi chiese se uscivamo e andavamo in qualche posto appartato per fare qualche cosa insieme
Quando sentimmo aprire la porta
Zia si nascose sotto il letto
Mamma chiuse la porta
Mi si buttò addosso
Ho voglia di te,dammi il tuo cazzo
Mamma, c'è la zia
Tranquillo è in camera sua a dormire
Così mi prese il cazzo in bocca
La zia uscì da sotto il letto
Mamma geló
La zia senza dire nulla prese il mio cazzo in bocca e avvicinò mia mamma a lei
Cominciarono a succhiare insieme
Mia zia si portò tra le gambe di mia mamma e iniziò a leccare
La penetrò con le dita e leccava fino a farla squirtare come un idrante
Mamma si chinò a pecora
Amore,fottemi ora
La figa era fradicia
Entravo in un lago di umori, urlava fortissimo
Mia zia la fece spostare, fammelo succhiare ora,tu leccami, disse a mia mamma
Mia mamma leccava con foga era assatanata tanto che zia urlava come fosse posseduta
Hai una lingua meravigliosa
Zia mi guardò e mi disse
Lo voglio nel culo ora
La inculai con forza e voglia
Era il mio sogno
Mi sentivo avvolgere il cazzo dai muscoli del suo culo
Sborrai subito e mia mamma leccò tutto
Quella fu la prima di varie scopate, fino alla sua partenza
Ho continuato con mia mamma, ad oggi scopiamo ancora e lo rifarei altre mille volte lei dice lo stesso
Siamo ancora carichi di passione e non tutti possono dire lo stesso,il racconto non sarà scritto in modo perfetto,mi scuso per questo,non sono scrittore e volevo condividere questa storia con voi

Questo racconto di è stato letto 8 2 7 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.