Fab mi fai impazzire

Scritto da , il 2021-01-15, genere gay

Da quando l'abbiamo fatto la prima volta sono passati 2 mesi, in cui ci siamo visti e rivisti moltissime volte. Anche quando scendiamo con le ragazze non manca occasione per scopare da qualche parte. Siamo diventati più che scopamici io e Fab, tra noi c'è un rapporto di complicità molto forte, quando siamo insieme provo emozioni forti, se non sono con lui comunque lo penso. Mi attrae emotivamente oltre che fisicamente e penso lo stesso provi lui per me.
Per quanto riguarda il sesso, lo abbiamo fatto praticamente ovunque. Un pomeriggio andammo a farci un giro al centro commerciale, in un negozio di vestiti entrammo nel camerino. Lui si spoglió davanti a me ed io mi abbassai per fargli un pompino. Ingoiai tutta la sua sborra poi mi sedetti sul puff del camerino e mi fece un pompino anche lui a me ingoiando la mia crema.
La sera dopo scendemmo con le nostre fidanzate, andammo in un bar, e ad un certo punto della serata ci recammo al bagno. Non c'era nessuno così entrammo nella cabina cesso e ci abbassammo pantaloni e mutande. Lo scopai in piedi dopo aver bagnato per bene il suo culo ed essermi messo dietro di lui. Gli tenevo una mano sulla bocca per non farci sentire e con l'altra masturbavo il cazzo del mio migliore amico. Venimmo quasi allo stesso tempo dopo pochi minuti.
Un altra sera invece andammo a giocare a calcetto. Noi ci facemmo le docce per ultimi perdendo molto tempo e così lo spogliatoio si svuotó e rimanemmo soli. Sotto la doccia presi a succhiare il cazzo del mio amico e poi il suo culo sudato. Lo misi con la schiena al muro e gli sollevai le gambe, entrai in lui e scopammo così. Venni con goduria dentro il suo culo. Lui mi leccó la cappella e ripulì tutto poi mi leccó anche l'ano. Si sedette sulla panchina dello spogliatoio ed io mi misi a cavalcioni su di lui. Mi feci scopare come una troia mentre gemevo ad alta voce, tanto eravamo chiusi a chiave. Si liberó dentro di me e ci facemmo finalmente la doccia.
Mi venne anche a trovare a lavoro un giorno, mentre ero in ufficio nella pausa. Mi disse che in giacca e cravatta gli facevo venire il cazzo duro solo a guardarmi. Lo trascinai giù nel seminterrato dove c'era una scrivania e un computer malandato. Mi spogliai di pantaloni e box e lo stesso fece lui. Gli succhiai e inzuppai quella meraviglia del suo pene e lo accolsi dentro me quando mi sedetti sulla scrivania. Prese a scoparmi forte, mi tenevo a lui e gli urlavo di fottermi di più. Non ero mai sazio del suo cazzo. Ci baciammo a lungo e venne dentro me. Mi posizionai dietro di lui, leccai il buco del suo culo enorme. Lui si appoggiò alla scrivania ed io lo iniziai a fottere con decisione. Gli leccavo il collo, le orecchie, gli sussurravo tutta la mia voglia che avevo di lui, mi strinse le mani e venni dentro Fab pronunciando il suo nome.
Ieri invece sono andato da lui ancora con i panni del lavoro, lui era in tuta. Ci siamo baciati, un bacio fantastico, pieno di passione e desiderio. L'ho fatto girare e gli ho tolto il pezzo di sotto della tuta. Mi sono sfilato i pantaloni e le scarpe. Da dietro gli ho lubrificato il culo, poi ho cominciato a trombarlo. L'ho seduto sul tavolo della cucina ed ho continuato ad entrare e uscire da lui, tenendo lo sguardo fisso nei suoi occhi. Continuando a baciarlo con la lingua nella sua bocca. Sborro dentro il culo. Mi sbottono la camicia e gli sfilo la felpa, lui si siede sul divano ed io a cavalcioni su di lui. Mi accarezza il ventre, mi graffia dolcemente la schiena e mi continua a baciare e leccare anche il collo. Poi mi alzo, mi metto a carponi sul divano e lui dietro di me. Mi scopa, mi tiene la testa mentre io godo e gemo ad alta voce. Sta per venire, lo prego di farlo dentro e lui si svuota.
Stamattina è stata la scolta più bella. Stamattina abbiamo fatto l'amore. A casa sua, nel suo letto, ci siamo finalmente dichiarati amore.

Continua.........

Questo racconto di è stato letto 2 9 0 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.