L, iniziazione

Scritto da , il 2020-11-22, genere gay

Ero un ragazzino di 14 anni che andava a lezione da un professore che ne aveva 40.Dopo la lezione mi fermavo sempre a parlare con lui perché mi faceva piacere sentirlo anche per le cose che mi raccontava.
Un giorno mi disse se ero interessato a visionare delle riviste dove si vedeva il sesso in maniera esplicita. Io dopo aver inghiottito per un senso di eccitazione dissi che si mi sarebbe piaciuto.
Alla vista di quelle immagini mi sono subito eccitato e il mio professore iniziò ad accarezzare il mio culetto, io più per pudore che per convinzione mi alzai, lui mi disse che no vi era niente di male in quello che stavamo facendo e che anche nella, antichità gli uomini avevano rapporti fra di loro.
Questa spiegazione mi convinse però quella volta fini tutto lì e andai a casa.
IN attesa di ritornare a lezione dal mio professore nei giorni seguenti, il mio pensiero andava a quello che mi aveva detto e cosa strana mi sentivo terribilmente e citato.
La volta successiva dopo la lezione lui mi disse se volevo guardare le riviste, io gli dissi subito di sì. Questa volta però non ho rifiutato le mani del prof nel mio culetto anzi mi eccitavo da morire, lui ad un certo punto sbottono i pantaloni e mi disse di prendergli in mano il suo cazzo. Non aveva un cazzo grande ma normale anzi direi piccolo però per me era la prima volta iniziai a masturbarlo fino a quando mi fece mettere in ginocchio e me lo mise in bocca dicendomi come dove procedere.
Io ero molto e eccitato e mi piaceva molto quello che stavo facendo.
Qquella volta fini tutto lì e lui mi disse se mi era piaciuto. Io dissi che si ni era piaciuto tanto, al che lui mi disse che alla prossima lezione ci saremmo spogliati e messi nel letto.
Io contai le ore che mi separavano dalla prossima lezione e quando arrivo finalmente il giorno, dopo la lezione andammo a letto e ci spogliammo nudi, il prof non era sposato, quel giorno con tanta dolcezza prese il mio culetto e mi svergino facendomi e citare da morire, mentre mi penetrava mi ha fatto promettere che dovevo essere solo suo ed io ho promesso solennemente mentre lui mi inondava il culetto della sua calda panna.
La storia con il prof è durata per tre anni, in questo periodo mi ha fatto diventare la sua donna e la sua troietta, facevamo l'amore almeno una o due volte A settimana e mi ha forgiato facendomi provare di tutto. Il prof aveva il. Cazzo piccolo ma ben funzionante ed era molto attivo, in genere i nostri incontri iniziavano con me che lo. Prendevo in bocca fino a quando lui non veniva nella mia bocca a volte facendomi ingoiare tutto e dopo mi prendeva dietro per un tempo interminabile fino a riempire il mio culetto della sua calda sborra che fiottava in quantità.
Dopo andavamo in doccia e prima di aprire l'acqua lui mi innaffiava sempre con la sua pioggia dorata e questo per me era un ulteriore motivo di eccitazione ed appagamento totale.
La storia fini ma io mi consolai quasi subito.
Questa comunque è un'altra storia che racconterò in seguito.

Questo racconto di è stato letto 3 7 6 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.