Papaiderasteueiniderasteuein

Scritto da , il 2020-07-26, genere gay

Atthios
Oh! Atthios,
Le tue natiche tonde e sode attendono con ansia la mano del maestro.
In ginocchio, davanti a lui, la bocca candida di denti coronata dalle labbra rosso carminio, attendono di bere la sua forza mentre le mani stringono i tuoi riccioli neri.
Le tue mani giocano con i suoi maschi muscoli di guerriero. Di fronte alsole calante, il tuo sguardo si posa sulle verdi valli dell’Attica.
Tremi: girato, La schiena sente i suoi pettorali possenti e vedi crescere il suo, il tuo desiderio.
La sua capace virilità ti penetra con dolcezza, con forza.
Ti colmerà con il suo seme perché tu possa con gioia gridare: Sono tuo.
Poi sazio porgere la bocca al suo bacio

Questo racconto di è stato letto 1 8 1 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.