A mano a mano

Scritto da , il 2019-04-13, genere masturbazione

A mano a mano sempre più a fondo,sempre più ossessivamente e
sempre più addentrati nell'intestino retto! Questo è il seguito del mio
precedente racconto titolato "Introduzione" al sesso anale self-service!
Ed a mano a mano,giorno dopo giorno, dopo orgasmi anali ripetuti ed
irrefrenabili,vi renderete conto di non poterne più fare a meno di auto-
penetrarvi, F o M che siate,ma di volerlo praticare sempre,tutti i giorni,
anche nei momenti più impensati della giornata e con sempre più vigoria
vorrete cavalcare il fallo occasionale,rinunciando però nel frattempo a
molti degli oggetti elencati nella prima parte del precedente racconto,
perché a quel punto troppo pericolosi da cavalcare e ad alto rischio
di "risucchio interno", senza più possibilità di vedere "scenderli" o
fuoriuscire di nuovo! A tal caso evitare decisamente per cavalcate
selvagge e verticali: cetrioli,carote,ed il pestello del pista-sale da cucina,
perché come già specificato prima,vanno benissimo per una auto -penetrazione
orizzontale-magari sotto le lenzuola- e perfettamente controllata con le
vostre stesse mani,ma assolutamente da evitare se si sente il bisogno
impellente di farsi una sana cavalcata selvaggia in posizione verticale,
laddove i suddetti oggetti ,quasi sicuramente verrebbero inopinatamente
ingoiati e risucchiati al suo interno dal vostro stesso ano sempre più largo
e di conseguenza sempre più vorace,mai sazio di nuove sensazioni e di
appaganti penetrazioni! Ed è così che a mano a mano rinuncerete agli
oggetti sopra-elencati per fare" sesso sicuro" e non andare incontro ad
improvvide situazioni non più risolvibili! Rimangono a questo punto almeno
tre soluzioni ottimali,già proposte nel precedente racconto: lo stura-lavandini
a ventosa col manico in legno( più ciotto e' meglio e'...),il porta rotolo in legno
per Scottex ed il matterello per pizza! Questo sempre che voi non abbiate
deciso di fare l'ultimo step ed acquistare-senza timori,vergogne o rossori-
un esaudiente dildo in lattice dalla lunghezza e consistenza che più vi aggrada,
con base larga e quadrata,per impedire gli inconvenienti sopra-elencati! E
così a mano a mano non uscirete più dal tunnel( anzi,vi ci addentrerete sempre
più a fondo...) dell'auto-penetrazione,ed inoltre finirete per non uscire più
neanche di casa...!!

Questo racconto di è stato letto 1 5 7 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.