Erotici Racconti

Coetanei soddisfacenti

Scritto da , il 2018-07-12, genere etero

Abito in un posto un po isolato,mi sono sentita spesso sola ma le cose sono cambiate quando degli amici di per festeggiare il loro anniversario hanno mandato loro figlio da noi per 7 giorni mentre sono in vacanza. Lui non è niente male anzi è un bel ragazzo ed è diverso da quelli che normalmente mi circondano, dal primo giorno l'ho visto guardarmi in maniera strana e avvicinarsi spesso, dormiamo in camera insieme e pertanto stargli lontano è difficile. La 3 notte che era qui, mi si è avvicinato e mi ha toccato il sedere al che io stavo reagendo male, ma mi ha preso per un polso, mi ha girata e mi ha baciata. La sua presa forte sulla pelle mi eccitava, sentivo il suo pene eretto contro il mio ventre, mi sono sdraiata sul letto e l'ho lasciato fare, mi ha tolto i pantaloncini del pigiama e con essi ha sfilato anche gli slip, mi ha allargato le gambe e posato la sua bocca tra esse,la sua lingua calda e umida mi bagnava più di quanto non fossi gemevo e animato dal piacere, lui nel mentre si è cacciato il membro e si toccava piano, si è allontanato da me ed è entrato di colpo, la cosa mi ha fatto male, sono stretta ma le sue spinte erano forti e il piacere ha lasciato presto posto al dolore, mi ha chiesto di girarmi e io l'ho fatto, mi sono messa a quattro zampe e lui è entrato in me, mentre mi prendeva la figa, aveva un dito nel mio culo,la cosa mi piaceva molto, godevo e le mie pareti vaginali strizzavano il suo cazzo in me,dopo alcune spinte è uscito e si è posizionato davanti alla mia bocca, ho preso il suo cazzo in bocca e ho iniziato a succhiarlo fino a farlo godere e ho ingoiato, ci siamo lavati e siamo andati a letto.

Questo racconto di è stato letto 4 0 3 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.