Erotici Racconti

Vacanze pugliesi

Scritto da , il 2018-04-14, genere etero

Quando mia sorella mi offri' la possibilita' di passare una quindicina di giorni nella sua villa al mare ne fui estremamente felice, lei sarebbe andata in vacanza ad Agosto, io ,invece, avevo sempre preferito il mese di Luglio.
L'unica condizione che mia sorella mi pose fu di sopportare qualche fastidio perche' la villa , dopo essere stata chiusa per alcuni mesi, aveva bisogno di qualche manutenzione.
Cosi' in luminoso mattino di quell'inizio di Luglio di un paio di anni fa partii con mia moglie verso lo splendido mare del di Puglia.
Ero felice perche' da qualche anno per motivi di lavoro e anche per qualche problema di salute non mi ero preso vacanze lontane da casa, poi la villa ,che e' una vecchia masseria, aveva uno splendido giardino ed era ad un passo dal mare.
La macchina macinava chilometri e i quasi mille chilometri che ci separavano dal mare e dal sole ,con qualche sosta per il pranzo e per un caffe', furono quasi una passeggiata gioiosa fuori porta.
Io ho 62 anni e mia moglie 55, dopo tanti anni di matrimonio ci vogliamo ancora bene e , a parte i problemi comuni a tutti, eravamo e siamo tuttora abbastanza felici.
La prima settimana al mare trascorse meravigliosamente, nulla turbava la pace ed il riposo, le piccole manutenzioni di cui aveva bisogno la casa furono sbrigate con rapidita' e senza troppi fastidi dagli operai che erano stati incaricati di occuparsene.
La seconda settimana io ricevetti una telefonata dalla mia direzione , faccio un lavoro di notevole responsabilita', nella quale mi si chiedeva la cortesia, visto che ero nei paraggi, di recarmi presso una nostra filiale per verificare i problemi che si erano presentati.
Ok dico, la cosa non mi portera' via che una mattinata, il tempo di fare una quarantina di chilometri, verificare il problema e tornare.
Mia moglie aveva fatto amicizia con delle signore in spiaggia e quindi la mattina concordata io parto verso le 8,30 tranquillo che appena sbrigate le faccende domestiche lei sarebbe scesa in spiaggia dove avrebbe trovato con chi fare due chiacchiere.
E qui inizia la storia che mi ha turbato alquanto e che mi ha fatto passare alcune notti insonni.
Dopo una ventina di chilometri mi accorgo che la macchina in frenata sbanda paurosamente, decido di fermarmi e chiamo il carro attrezzi, una pinza da sostituire, la macchina sara' pronta nella tarda mattinata di domani..
Chiedo al meccanico di accompagnarmi a casa e di tornare l'indomani per consentirmi di ritirare il veicolo.
Fra le varie cose si erano fatte le 11,30, arrivo all'ingresso della villa e vedo il furgone del giardiniere parcheggiato nel vialetto, non vedo nessuno nel viale e decido di entrare in casa sicuro che mia moglie fosse gia' in spiaggia.
Entrato in cucina sento dei rumori strani provenire dalla cantina/rimessa alla quale si accedeva da una scala interna.
Si sentivano dei forti gemiti inframmezzati quasi a grida di donna, suoni inequivocabili, qualcuno stava scopando nella rimessa!!!
Col cuore in gola scendo silenziosamente per la stretta scala riparata da un muretto di mattoni disposti a scacchiera..e vedo ,non visto, mia moglie con le mutandine del costume calate sulle gambe, appoggiata con le tette ad un divanetto che era in rimessa mentre il giardiniere la montava a pecorina.
Mi crollo' il mondo addosso, ma rimasi a guardare senza troppo timore di essere scoperto, non volevo che si accorgessero della mia presenza, il muretto mi nascondeva bene e loro erano di spalle rispetto a me.
Mi meravigliavo perche' mia moglie in tanti anni era sempre stata morigerata e mai si era abbandonata al sesso con quella furia selvaggia che vedevo.
Il giardiniere era un signore piccolo di statura, quasi mio coetaneo, magro ,segaligno, con la pelle abbronzata ed un culo tanto smagrito da essere quasi inesistente. Non capivo come questo tizio avesse fatto a convincere mia moglie a darsi cosi'.
Ad un certo punto decidono di cambiare posizione e allora io vidi che lui aveva un pene di grandezza inusitata, non avevo mai visto un cazzo cosi' grosso sia in lunghezza che in spessore...
Nel cambiare posizione mia moglie glielo aveva preso in bocca ,forse per lubrificarsi meglio, lei aveva sempre gradito,fin da ragazza, succhiare il cazzo e succhiandolo si eccitava fin quasi all'orgasmo.
Riusciva a prendere in bocca solo la punta di quel cazzo enorme ma succhiandoglielo glielo accarezzava con tutt'e due le mani e gli accarezzava i mostruosi testicoli.
Lui si stese sul divano e mia moglie con mossa esperta si aiuto' con la mano destra per farsi penetrare, un paletto enorme di carne dura spari' quasi completamente nella sua dilatata intimita'.
La nuova posizione forse le consenti' di sentirlo meglio dentro ed io rimasi esterefatto nel vedere e ,soprattutto, nel contare gli orgasmi e le urla che li accompagnavano.. Non avevo mai visto mia moglie godere cosi'!
Ad un certo punto la rabbia e lo sconcerto sparirono per essere sostituiti da una eccitazione sessuale che non avevo conosciuto da parecchio, il cazzo mi venne duro e la tentazione di avvicinarmi per metterglielo in bocca e magari per cercare di incularmela divenne fortissima.
Il mio pene era piccolo rispetto al cazzo del giardiniere , solo inculandola avrei potuto prenderla e forse, facendolo, avrei solo preparato la strada del culo di mia moglie al cazzo del giardiniere, e, come mi sentivo allora, gli avrei consentito,senza fiatare, anche di incularsela tranquillamente.
Qualcosa fortunatamente mi fermo' ,la nostra vita insieme ne sarebbe uscita distrutta.
Allora col cuore in gola e con una voglia tremenda di sesso ,silenziosamente risalii le scale, silenziosamente mi allontanai dalla casa.
Tornai una oretta dopo che da lontano avevo visto il giardiniere uscire dalla villa, la cosa era durata piu' di un'ora e credo che lui l'abbia posseduta piu' volte e piu' volte, mia moglie certo glielo aveva fatto indurire con le sue sapienti labbra, forse aveva bevuto anche un bel po' delle sborrate di lui che credo fossero copiose viste le palle che aveva.....
Salito in cucina trovai mia moglie ancora in costume che preparava il pranzo, spiegai quello che era successo all'auto ma tacqui sullo spettacolo che avevo visto senza che nessuno se ne accorgesse.
Ma l'eccitazione non mi era passata, all'improvviso mi venne duro e piegandola sul tavolo di cucina la penetrai in vagina.
Non avevo mai sentito la sua fica cosi' morbida e cedevole, un guanto usato, morbido e profumato.
Dopo un minuto che la chiavavo mi accorsi che il mio cazzo usciva da lei ricoperto di una schiuma bianca,era lo sperma che il giardiniere copiosamente aveva versato in lei.
Fuoriusciva come una bianca crema ,schiumando per l'aria che il mio cazzo portava in vagina.
Allora , col cazzo bagnato , le appoggiai il mio glande al culo e cominciai a spingere, mi accorsi che il buco del culo non era stato preso nella mattinata e ne fui felice, almeno il culo mia moglie lo aveva lasciato a me ma non per sua volonta' di certo , solo perche' il grosso pene che aveva preso in fica non sarebbe entrato nel suo culo senza darle troppo dolore , forse, se fossi sceso in garage e l'avessi inculata prima io il giardiniere l'avrebbe goduta anche la'.
La inculai con foga e rabbia e riuscii anche a strapparle un orgasmo anale eiaculandole nell'intestino tutta la sborra che mi si era accumulata dal mattino..
Forse lei aveva capito perche' non avevo continuato a chiavarla, e vedendo la schiuma sul mio cazzo forse aveva capito che io avevo capito qualcosa..
Non ho fatto drammi , in fin dei conti anch'io l'avevo tradita con una ragazza la cui gioventu' mi aveva affascinato, ma non si puo' lasciare una moglie perche' un giorno nella sua vita ha voluto godere intensamente.
Credo che se quest'estate torno in villa al mare , le faro' un bel regalo, chiamero' il giardiniere e spariro' per qualche ora..o forse no, torno dopo un' ora e magari ci divertiremo in tre...voglio proprio vedere se riuscira' a prendere quella bestia nel culo dopo che glielo avro' aperto un po', magari mentre lui la incula mia moglie mi fara' il piu' bel pompino che mi abbia mai fatto.....ne sono certo.








Questo racconto di è stato letto 3 1 9 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.