Erotici Racconti

Una serata sola a casa

Scritto da , il 2018-02-13, genere etero

Era da tempo che i miei avevano programmato un viaggio e finalmente il giorno della partenza arrivó. Mi piaceva rimanere sola a casa, potevo fare quello che volevo . Non mi andava di uscire anche se ero abbastanza grande per farlo , visto che avevo 20 anni.Rimasi sola a casa e mi annoiavo. Decisi di uscire in terrazza. Mentre uscì vidi il mio vicino di casa che stava per entrare. Lo salutai e lui mi chiese dove stessi andando. Li dissi che ero rimasta sola a casa e poi lo invitai a prendere un caffé a casa mia. Indossavo una t-shirt che mi arrivava sopra l'ombelico e un paio di pantaloncini corti . Gli chiesi se voleva guardare un film con me e lui accettó. Andammo in camera mia , presi il pc e presi il primo film che trovai. Fra una chiacchera e l'altra lui si avvicinava sempre di più a me . Mi prese per la vita , mi avvicinó a lui e mi bació. La sua mano saliva sulla gamba piano piano fino ad arrivare alla mia figa. Mi toccava lì e mi baciava e io morivo dal piacere. La sua mano saliva ancora e mi toccava le tette. Me le palpava prima piano piano e poi le stringeva forte fra le sue mani. Mi tiró via la maglietta e io la sua , poi mi tolse il reggiseno e inizió a baciarmi le tette e le palpava. Eravamo entrambi molto eccitati. Gli sbottonai i pantaloni e lui tolse i miei, si mise sopra di me. Sentivo il suo cazzo duro che premeva e ardeva dal piacere. Io ero tutta bagnata. Mi tolse le mutande e io le sue. Vidi il suo cazzo dritto e duro e lo desideravo tutto dentro, ma lui inizió a baciarmi la figa , andava su e giú con la lingua e io gemevo dal piacere. Inizió a giocare...prese il cazzo e lo appoggiava alla mia figa , lo appoggiava piano piano e mi dava piccoli colpi .Gli dissi :entralo ti prego sto morendo... Lui entró il suo cazzo dentro e inizió ad andare avanti e indietro , avanti e dietro prima piano poi piú forte. Lo sentivo dentro di me che andava e usciva e mi faceva gridare dal piacere. Mi prese e mi mise sopra di lui. Iniziai a calvalcarlo , andavo sopra e sotto e mi toccavo le tette. Guardavo la sua faccia stava morendo dal piacere. Io andavo sempre piú forte quando sentì che mi venne dentro . Finimmo con un grido di piacere.

Questo racconto di è stato letto 5 1 5 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.