Erotici Racconti

Mai avrei pensato 1

Scritto da , il 2018-02-12, genere trans

Ciao a tutti mi chiamo Fabio ho 30 anni. Quello che vi voglio raccontare è una storia vera ed e accaduto una settimana fa. Abito in una città della riviera romagnola sono single da un anno e mezzo. Vivo da solo in una villetta a schiera attorno a me ci sono delle case bellissime ed una di questa è stata comprata da una ragazza stupenda alta un metro e ottanta una 5 misura di senno ed un culo favoloso! Lei è la mia confinante di giardino balcone e anche casa. Una sera torno sulle 23 a casa e sento dei rumori prevenire da casa sua per un attimo ero preoccupato ma poi dopo non ci ho fatto caso perché dato che era lì da poco pensavo che stesse festeggiando la nuova casa. Non avendo sonno prendo una birra e vado in giardino a fumare verso la mezza notte sento che si salutano e se na vanno tutti lei rimane da sola io continuo a farmi gli affari mie quando ad un certo punto mi sento chiamare era lei bella che mai capelli ricci neri labbra rosse carnose un mini tubino che rimetteva in assalto tutte le sue forme. Mi dice hey vicino scusa ma stasera abbiamo fatto un po’ di casino in quanto sono venuti dei mie amici per festeggiare casa nuova. Io gli dico tranquilla non c’è nessuno problema tanto io non vado mai a letto prima delle 2 quindi non ti preoccupare. Detto ciò mi alzo e mi presento piacere Fabio lei piacere mio Fernanda ci mettiamo a parlare del più e del meno senza far mancare i mie complimenti a suo favore e gli chiedo se le andava una birra? Dice si però avrei piacere che la venissi a prenderla da me così ti faccio vedere casa e magari in qualche modo partecipi alla festa un po’ in ritardo però meglio tardi che mai. Accetto senza esitare passo di la ed entro in casa la struttura uguale alla mia ma molto curata raffinata e la parte più bella la zona notte con un letto rotondo e piena di specchi. Ci accomodiamo di sotto mi chiede come mai da solo e cosa faccio nella vita ecc ecc. tra una birra al altra non riuscivo a non spogliarla con gli occhi avevo il cazzo che mi stava scoppiando dovevo tornare a casa e farmi una mega sega tolgo il disturbo la ringrazio per la serata e me ne torno a casa. Il mio lavoro mi porta via troppo tempo e durante la giornata non ci sono quasi mai a casa. La sera dopo rientro a casa e di lei neanche l’ombra mi spoglio entrò in doccia appena fuori dalla doccia sento suonare alla porta ero ancora in accappatoio mi Cingo ad aprire e appare lei in tutta la sua bellezza jeans strettissimi che gli fanno un culo che te lo sogni la notte mi scuso per la tenuta ma dato che ero appena uscito della doccia lei si scusa per l’intrusione e mi chiede se potevo passare da casa sua che aveva un problema con il contattore che scattava sempre. Gli dico che il tempo di asciugarmi i capelli e vestirmi sarei venuto lei mi dice fai con calma che anch’io mi faccio una doccia e poi ti aspetto. Dopo mezz’ora mi presento a casa sua sperando di trovarla come lei aveva trovato me ma a differenza lei era già cambiata e profumata aveva una canottiera a stento teneva il suo grosso senno è un paio di leggings neri gli chiedo quale fosse il problema mi avvio verso la scatola del contatore e gli faccio provare tutti gli elettrodomestici per capire se era un contatto. Il problema c’era e come era nella sua camera da letto mi accingo a vedere ed era nel interruttore della luce una cacciavite smonto e metto apposto lei nel frattempo mi chiede se mi andava qualcosa gli chiedo un bicchiere d’acqua e poi mi dice se avevo impegni e se mi andava di mangiare qualcosa con lei accetto vado di sopra a vedere se il problema era risolto accendo la luce espetto qualche istante e tutto va bene mi cade l’occhio su una poltrona nella sua camera da letto e vedo una vestaglia trasparente calze nere ed un perizoma di pizzo nero mi avvicino annuso ed erano profumatissime sento lei da sotto che mi chiede se andava tutto bene gli rispondo si va tutto bene. Scendo di sono ed aveva già fatto da mangiare gli dico che andava tutto bene e il problema era lì adesso la luce va e non gli darà più problemi mi ringrazia con un abbraccio e poi mi dice che senza di me non avrebbe saputo come fare io puntualmente gli dico che quando vuole poteva sempre contare su di me, ci mettiamo a mangiare io ero più che vogliose avevo il cazzo che scoppiava dentro alla mia tuta anche perché quando sono in tuta per casa non uso mai le mutande finiamo di mangiare mi dimentico che ero duro ci alziamo dalla tavola e la aiuto ad sparecchiare lei se ne accorge e mi dici tutto bene? Io dico un po’ imbarazzato si sì tutto ok mi metto sul divano ammiro lei che finisce di sistemare la cucina dandomi le spalle ad un certo punto si gira e mi dice se continui a fissarmi non ti calmerai io non sapevo cosa dire che figura balbetto qualcosa lei puntuale dice e per quello che hai visto sopra? Io rispondo anche ma se devo essere sincero e da ieri sera che sono così si siede di fianco a me e allora mi dice visto che tu sei stato generoso a mettermi apposto la corrente voglio ringraziarti a modo mio si alza e si avvia di Sora passano 5 interminabili minuto e la sento che scende solo a vederla stavo sborrando mi fa segno di stare fermo e di non muovermi si avvicina sempre di più e comincia a sfiorarmi le labbra con la lingua e poi sculettava come solo lei sapeva fare comincia a spogliarmi e leccarmi tutto quando arriva al mio cazzo fa su e giù con la mano poi si abbassa con la Boca e lo fa scomparire tutto in gola e stupenda e ci sa fare mmmmm io sono nudo lei non ha ancora tolto un indumento passano 10min di pompino con i fiocchi quando la avviso che le sto riempendo la Boca lei annuisce ma non smette mentre le sborro in Boca lei manda giù tutto io sono al settimo cielo è sempre più voglioso si alza e ci baciamo in Boca le accarezzo il culo e le lecco le tette comincio a spogliarla piano piano rimane solo in perizoma scendo sotto il suo senno con la lingua e piano piano sulla sua pancia fino ad arrivare al pube mentre gli toglievo il perizoma rimango basito da ciò che vedo un cazzo moscio e tutto liscio che era il doppio del mio faccio finta di niente e continuo a leccare attorno fino a scendere lunghe le gambe poi risalgo su e comincio a leccargli il cazzo che in men che si dica divento grosso e lungo che io non avevo mai visto un cazzo così ho pompato con la mia Boca fino a farlo esplodere.....


CONTINUA.....

Questo racconto di è stato letto 6 4 1 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.