Erotici Racconti

La confessione del tradimento

Scritto da , il 2017-10-12, genere gay

Mentre facevo sesso con il mio compagno, gli ho confessato che avevo fatto sesso per 200 euro con uno che ho conosciuto al sexyshop.
Se incazzato come una iena e mi ha detto "Sisso sei diventato una puttana ? " . E da allora non mi vuole più toccare. Anzi, quando esco di casa mi obbliga a mettere il cuneo (piccolo) e tenerlo tutto il tempo che sono in giro.
Dopo un mese di questa punizione gli chiedo scusa, ma Lui non si degna di guardarmi e va ancora dormire da solo.
Anche io vado in camera, vado a dormire nudo come al solito ma non riesco ad addormentarmi per l'eccitazione, mi viene in mente il vibratore, cerco nel cassetto ma invece trovo un biglietto con scritto "Per > Sisso: ti piacerebbe ehh lo buttato via così impari, zoccola".
Il giorno dopo mi telefona il commesso del sexy shop:"Vieni in negozio che ti devo parlare". Indosso il cuneo per obbedire al mio compagno ed esco.
Il commesso (sempre strafigo) mi dice che quello con cui ho fatto sesso l'altra volta si è innamorato di me e vuole farlo ancora.
Tutto eccitato per l'astinenza sessuale accetto subito di incontrarlo.
Arriva al sexy shop e senza parlare ci spogliamo e vede che mi tolgo il cuneo . Allora gli spiego tutto e gli dico che il mio compagno è molto geloso.
Facciamo sesso eccitatii, dopo: "E' stato bellissimo, sono innamorato e voglio vivere con te."
"La differenza di età é un problema per te . ho dieci anni più di te."
Io gli rispondo "Hai anche il pisello più grande del mio compagno"
E ridiamo insieme con complicità .
Esco vado al parco per rilassarmi, per pensare se accettare oppure no e per farmi passare il bruciore.
Dopo rientro a casa. Il mio compagno mi dice che mi perdona e che vuole fare sesso con me. (Due al prezzo di uno, che giornata) penso.

Mi spoglio nudo e lui urla "Dov'è il cuneo ?" in difficoltà gli rispondo "...ehmm..mi spiace lo dimenticato al bagno dell'Università" "Domani vai a recuperarlo" e facciamo sesso come non abbiamo fatto mai .
Risultato il sedere in fiamme per il troppo sfregamento. Di solito in due minuti facciamo tutto invece dopo cinque minuti "Fermati non ne posso più" "Lui, ti metto ancora il lubrificante" e giu ancora sesso a più non posso. Dopo un po' "Basta,... fermati,... ti faccio un pompino" Lui invece mette il lubrificante e giu a più non posso. Penso (vuole rompermelo ...) e comincio a gridare a quel punto veniamo insieme tutti e due (miracolo, mai successo).
Il giorno dopo vado al sexyshop per recuperare il cuneo, però non riesco a metterlo per il bruciore e il dolore.
Torno a casa e lo metto nel cassettoo. Quando torna la sera cerca il cuneo e urla "Non è quello che ti ho regalato, è anche più grande."
Non so cosa dire . " Si non c'era più, ne ho comprato un altro"
"Peggio per te adesso usi questo più grande, vedrai che poi ti abitui."
Morale della favola: anche un pisello più piccolo è sempre un pisello.
Ho deciso di rimanere con il mio compagno, Lo amo.

P.S.:Il vibratore me lo ha restituito ma intanto non lo posso usare.

Questo racconto di è stato letto 1 5 5 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.