Erotici Racconti

Le gemelle

Scritto da , il 2017-04-22, genere dominazione

Ester era sembrata da subito una ragazza particolare ma per questo era estremamente affascinante e sia Rebecca che Giulia ne erano rimaste colpite senza avere il coraggio di confessarselo a vicenda....stavano insieme da due anni...erano molto felici e unite nonostante le rispettive famiglie le avessero allontanate per vergogna....Gli amici e i clienti abituali del bar della stazione dove lavoravano le chiamavano "le gemelle " perché non si separavano mai e vivevano in perfetta simbiosi....
Quando quella ragazza così eccentrica e vistosa era entrata e aveva ordinato un bicchiere di vino bianco le aveva per qualche istante letteralmente ipnotizzate entrambe..Ester ovviamente se ne era accorta..Le piaceva attirare l'attenzione su di sé e quelle due bariste la incuriosivano particolarmente...Si muoveva e parlava con una sensualità disarmante....."Grazie ragazze " disse loro sorridendo maliziosamente..."A presto " aggiunse strizzando l'occhio destro..uscì dal bar e le gemelle si guardarono cercando di mascherare reciprocamente l'interesse che avevano provato di fronte a quella sottile ma eccitante provocazione...Si amavano e tanto ma l'istinto talvolta è più forte e irrefrenabile dell'affetto e quella notte,per la prima volta,quando fecero sesso pensarono a lei in mezzo a loro....avevano sognato ad occhi aperti di accarezzarla e baciarla insieme mentre lei teneva le loro teste schiacciate su di sé....aveva trasmesso loro una sicurezza e una direttivitá assai eccitante....
Passò qualche giorno e il ricordo di quell'incontro stava sfumando quando una mattina la rivedero al bancone mentre le fissava e sorrideva...."Posso avere un caffè o devo aspettare ancora molto?"disse seccamente la donna mentre le gemelle la fissavano....."Certo scusa "disse Giulia mentre Rebecca si precipitava a prepararglielo....di nuovo sentirono la sensazione travolgente che le portava a fantasticare ad occhi aperti su loro tre insieme....Questa volta però le gemelle ebbero il coraggio di confessarselo scoprendo che era stato un pensiero comune dalla prima volta...Si guardarono complici e con sguardo bramoso e passo felino si avvicinarono al bancone porgendole il caffè e un numero di telefono....non aggiunsero altro....Si allontanarono fino a quando lei non fu uscita.....Corsero a controllare ma con grande delusione scoprirono che il foglietto era rimasto accanto alla tazzina....tornarono al lavoro senza dire una parola....erano le 20 di quella stessa giornata quando il  cellulare di Giulia squilló....Un numero sconosciuto...rispose controvoglia..."Immagino abbiate chiuso...vi aspetto fra mezz'ora a casa mia in via GaribaldI 201,interno 4"...Giulia non riuscì nemmeno a parlare. ..guardó Rebecca che capí al volo che si trattava della misteriosa donna del caffè....Allora aveva preso il numero lasciando li il biglietto per poi stupirle più tardi.???Scoppiarono a ridere...Era sempre più intrigante ed eccitante sia lei sia il gioco che era iniziato...Passarono da casa...erano cosi eccitate che mentre si preparavano iniziarono a baciarsi e leccarsi rispettivamente la figa mugugnando senza controllo....
Alle 21.35 bussarono alla porta e quello che videro le lasciò per diversi secondi con la bocca spalancata e il cuore in gola...Una bellissima cameriera con un vestito sexy e provocante e scarpe tacco 16 sorrideva loro invitandole ad entrare...La casa era bellissima...luminosa ma tenebrosa esattamente come la avevano immaginata....Le gemelle si accomodarono sul divano " La mia Padrona arriva subito " disse la ragazza e loro si guardarono incredule ma sempre più estasiate....Mentre spolverava con estrema femminilità e sensualità Rebecca e Giulia la guardavano curiose ed eccitate...iniziarono a sentire la figa pulsare e bagnarsi...le loro mani si sfiorarono sempre più insistentemente trasmettendo desiderio e ardore...non riuscivano a smettere di guardarla e desiderarla.....Ester era entrata nella stanza e le osservava sorridendo..."La mia schiava Sabrina....sono molto orgogliosa di Lei " disse con voce suadente....La cameriera appena sentì la sua voce si inginocchió e gattonando velocemente verso di lei inizió a baciarle le scarpe....Le gemelle erano sconcertate e alienate e l'eccitazione prima pacata e silenziosa si fece irruenta e incontrollabile...ansimavano  stringendosi le mani...."Spero di poter fare un ottimo lavoro anche con voi,gemelle"

Questo racconto di è stato letto 2 8 9 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.