Erotici Racconti

Le sorprese di mia moglie

Scritto da , il 2017-01-10, genere sentimentali

Stranamente questa sera io e mia moglie siamo andati a letto contemporaneamente, di solito tra gli impegni miei e suoi ultimamente ci si vede solo di sfuggita.
Lei mi viene vicino e si accoccola e io la cingo sulle spalle con un braccio, capita spesso che ci coccoliamo e quando si sente nel nido al sicuro di solito si lascia andare e dorme, ma stasera non ha intenzione di dormire.
Mi accarezza il petto nudo, io dormo solo con i boxer che sia inverno o estate, mi bacia il collo. mi giro verso di lei e cerco la sua bocca mentre lei sta cercando la mia.
Ci baciamo e come faccio sempre infilo una mano sotto il suo baby-doll per accarezzare la sua schiena poi scendo verso il sedere e lo trovo contenuto in un perizoma alla brasiliana di pizzo, le accarezzo le natiche poi la faccio mettere supina e le sfilo il baby-doll.
Continuiamo a baciarci mentre le accarezzo un seno, soffermandomi su capezzoli turgidi e grossi come la tettarella di un biberon, lascio la bocca e succhio avidamente il capezzolo mentre la mano scende fino al bordo del perizoma.
Un dito alza l'elastico e le altre si infilano sotto al pizzo, il pube è stranamente liscio tanto che penso di essere ancora lontano dalle piccole labbra e continuo a scendere fino a trovare l'inizio del solco dove poco sotto trovo la clitoride.
Realizzo allora che si è depilata, sa quanto mi piaccia il suo sesso privo di peli, mi stacco con la bocca dal capezzolo la guardo e lei mi fa un sorriso compiaciuto, la bacio avidamente poi torno di nuovo a succhiare il capezzolo e scendo baciandole la pancia.
Scendo ancora e lei apre le gambe per farmici accomodare in mezzo, lecco il monte di venere liscio, mi insinuo nelle pieghe della piccole labbra alla ricerca del suo centro di piacere, il mio respiro si fa sempre più veloce e pesante, leccare la fica di mia moglie appena depilata mi manda in estasi.
Trovata la clitoride la lecco ritmicamente, la mordo, la succhio come fosse un pene, la lecco di nuovo mentre le infilo prima uno poi due dita in quel orifizio grondante di umori, le muovo in sincronia con la lingua mentre le mi prende la testa e la trattiene prendendola sulla clitoride.
Raggiunge l'orgasmo mentre una delle due dita ben lubrificata di insinua nell'ano, anch'esso liscio e perfettamente privo di peli, senza trovare resistenza, sfilo le dita quando lei lascia la presa sulla mia testa, assaporo i suoi umori leccandola ed infilando la lingua nella vagina, poi alzandole le gambe lecco l'ano rilassato e leggermente aperto, mi insinuo anche li con la lingua.
Ora tocca a me, risalgo a baciarla per farle sentire il suo sapore, appoggio il pene all'ingresso della sua vagina e li entra senza trovare ostacoli, è bagnatissima, intrisa di un liquido vischioso che agevola i miei movimenti rendendo comunque pastoso il movimento.
E' una sensazione meravigliosa che solo la sua vagina appena depilata sa darmi, scorro benissimo al suo interno ma le sensazioni sono come amplificate, affondo il mio pene dentro di lei fino a che i nostri bacini arrivano in contatto e inizio un lento su e giù.
Sento l'orgasmo che monta inesorabile, vorrei durare un pò di più ma capisco che non riuscirò quindi aumento il ritmo e in pochi colpi arrivo all'apice, mi spingo più che posso al suo interno e lascio andare il mio seme più in profondità che posso.
Mi lascio cadere sul materasso di fianco a mia moglie, la bacio e la accarezzo, ansimante e soddisfatto.
Amo mia moglie, amo fare sesso con lei e amo quando mi fa queste sorprese.

Questo racconto di è stato letto 4 1 7 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.