Viaggio di nozze

Scritto da , il 2016-04-12, genere scambio di coppia

Ciao mi chiamo Laura, ho 40anni e volevo raccontare il mio pazzo viaggio di nozze.

Mi sono sposata a 22 anni mio marito ne aveva 25, come viaggio di nozze avevamo deciso di non spendere grandi cifre per viaggi esotici ma di fare il viaggio che sognavamo cioè : in moto fino a Gibilterra, e sfruttando i 15gg matrimoniali e il mese di chiusura della ditta avevamo 45 gg per farlo.

Il giorno dopo le nozze abbiamo caricato la moto di Jack (mio marito) con solo il necessario e siam partiti verso la prima tappa Nizza, non avevamo prenotato nulla certi di trovare qualche b&b a buon prezzo.

Arrivammo a Nizza nel primo pomeriggio e fortunatamente trovammo subito un bel B&B lasciammo le borse e andammo il spiaggia, la cosa che notai immediatamente erano le donne che per il 90% erano in topless, Jack notai che aveva gli occhi spalancati e ero n pochino gelosa, la sera cenammo in una pizzeria e passeggiammo per Nizza, tornato in camera affrontai il discorso topless e dissi a Jack che ero un po gelosa del suo guardare, lui mi disse che gli sarebbe piaciuto che anch'io mi fossi messa a seno al vento, io porto una 3 bella piena e avevo un fisico da pin up, al momento gli dissi che nemmeno per sogno l'avrei fatto.

Ci svegliammo la mattina e preparammo le borse per scendere al mare andai in bagno a mettere il costume e sul lavandino trovai un perizoma nero con un reggiseno a triangolo molto stringato, lo presi e misi in borsa uscendo dal bagno col mio costume solito notando la delusione nei suoi occhi dopo che aveva comprato il costume di nascosto, ma io avevo in mente una sorpresa.

Arrivati in spiaggia gli dissi se andava a prendere 2 lettini, e mentre lui andava mi cambiai frettolosamente il costume e al suo ritorno rimase schoccato vedendomi praticamente coperta da 2 micro pezzi di stoffa.

Andammo a fare il bagno e lui continuò con la storia del topless, io mi allontanai nuotando lui non mi seguì e io approfittai e mi tolsi il reggiseno e gia sentire l'acqua sui seni liberi era una sensazione bellissima, restai a distanza fino a quando Jack non usci e si mise sul lettino, a quel punto aspettai che mi guardasse per uscire con le tette al vento, uscii e vidi lui arrossire e io non ero da meno mi sentivo calda in viso e notai i miei capezzoli essere turgidi come non mai, mi sistemai sul lettino e Jack mi bacio e accarezzo un seno, dopo circa 1 ora arrivò una coppia e si mise a fianco, avevo vergogna a essere li praticamente nuda a 1 metro da uno sconosciuto, ma notai che anche la ragazza si tolse il reggiseno e allora mi rilassai.

Il giorno successivo partimmo direzione frontiera con la Spagna ci fermammo a mangiare in autogrill e incontrammo  la coppia che era a fianco in spiaggia anche loro erano in moto, facemmo conoscenza, erano di Padova ed erano diretti  a Cap d'adge, ci dissero se volevamo passare qualche giorno li tanto avevano prenotato una villeta da 4 posti ma erano in 2 a causa di imprevisto dei loro amici, non avendo meta fissa accettammo, li seguimmo fino ad un cancello chiuso con una recinzione alta che non permetteva di guardare all'interno, suonarono il campanello e ci fecero entrare alla reception ci registrammo e ci diedero il regolamento del villaggio, gli diedi uno sguardo e notai che era un villaggio per nudisti e mi sentii gelare il sangue, arrivammo alla villetta entrai veloce e aspettai Jack per fargli leggere il coupon, mi disse che magari era permesso ma non obbligatorio, ci sistemammo e messi i costumi uscimmo in veranda e notammo subito una donna sui 40anni nuda che passeggiava per i viali, arrivarono anche Paola e Luca e gli chiesi se loro sapevano del regolamento!!!!! mi dissero che anche loro non sapevano perchè a prenotare era stata la coppia che poi non è partita.

Decidemmo di andare in spiaggia e appena arrivati un enorme cartello diceva vietato il costume, ci guardammo e tornammo a casa ci sedemmo in giardino e parlammo del da farsi, Paola disse che lei in topless ci stava ma nuda era un po restia, io la pensavo come lei Luca e Jack decisero che qualsiasi nostra decisione sarebbe stata accettata si allontanarono e io e Paola parlammo del problema e facendoci coraggio decidemmo di fare una prova e se non ci sentivamo a nostro agio saremmo andate via, tornammo in spiaggia e distesi gli asciugamani ci togliemmo tutto, ero tutta nuda in mezzo a centinaia di persone, dove mi giravo vedevo donne e uomini nudi tette, fighe e cazzi ovunque, io ero con una peluria ben curata Paola rasata completamente Jack un bel 20cm e Luca un 16cm, devo dire che pensavo peggio dopo circa 1 ora non mi sentivo piu a disagio e andavo tranquilla a fare il bagno passando in mezzo a gente tutta nuda, la sera passammo a cenare un paio d'ore parlando di noi e di cosa facessimo, nel tornare a casa Paola mi confidò che il cazzo di Jack l'aveva fatta  bagnare solo a vederlo, io al momento mi arrabbiai ma feci finta di nulla ridacchiando,.

La mattina seguente Paola si presentò nuda sin dal primo minuto, stuzzicando tutti, non so cosa le fosse successo anche Luca era sorpreso di lei, la giornata andò come la prima ma la sera successe qualcosa , cenammo e bevemmo molto e eravamo un po ubriachi andammo in spiaggia a passeggiare e Paola si spoglio e comincio ad invitarci a fare lo stesso alla fine anche noi eravamo tutti nudi, ci sdraiammo sulla battigia e Paola disse che se io non riuscivo a batterla a nuoto nel raggiungere la boa poteva scopare con Jack, io ubriaca accettai convinta che le mie sessioni invernali di piscina mi facessero vincere facile invece mi stracciò, e tornate a riva non so come e perchè tutti accettammo la scommessa e lei si prodigò a succhiare il cazzo di mio marito per poi farsi impalare a smorzacandela gemendo e godendo, io ero li a guardare mio marito che scopava un altra donna e sinceramente mi eccitava la cosa, ad un certo punto sentii una mano toccarmi la figa da dietro era Luca che mi disse che non era giusto e anche noi dovevamo divertirci e senza darmi tempo di rispondere mi spinse a terra mi infilo il suo cazzo nella mia figa bagnata che lo accettò senza problemi, scopammo per un po cosi fino a quando Paola mi chiamo e mi disse di lasciarla fare una cosa e si fece scopare da tutti e 2 in tutti i buchi, poi mi passo il testimone e io mi ritrovai il cazzo di mio marito nella figa e si sentiva che era il suo e quello di Luca in bocca non nel culo che era vergine, scopammo penso per 3 ore, e prima della fine fui deflorata nel culo da mio marito provai dapprima un forte dolore per poi godere come non mai, finimmo la serata facendo un bel pompino e facendoli venire nelle nostre bocche. 

Passammo 20 giorni a Cap d'adge, e facemmo sesso piu volte al giorno ormai non sapeva piu chi fosse mio marito, perchè quando si aveva voglia si scopava, e a me come mi scopava Luca mi piaceva e la sua sborra era buona, mio marito era preda di Paola piu volte al giorno, si faceva inculare perchè cosi grosso la faceva godere dal dolore, passati i venti giorni ci salutammo e non ci siamo piu visti ne sentiti, noi partimmo per continuare parte del nostro viaggio, ma questo ve lo racconterò un altra volta.

Questo racconto di è stato letto 1 6 9 3 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.