Le mie prime volte

Scritto da , il 2015-05-05, genere gay

Inizierò con una premessa,sono argentino e il mio italiano ha qualche imperfezione ma spero che il mio racconto sia all'altezza di questo sito e dei suoi lettori.la mia storia parte da quando avevo 13 anni ,ero Bs Aires, ho sempre avuto amici più grandi di me e in particolare Miguel di 19 anni e cesar di 18 ,un pomeriggio eravamo fuori casa mia seduti sul muretto che recintava il giardino parlando del più e del meno e non so con usci l'argomento del sesso ,io ero piccolo e quindi per lo più ascoltavo ,parlavano di sesso tra uomini ,di cose vissute a casa di kuki una ragazza del quartiere,ma non con lei ma ben si con suo fratello maggiore,lui aveva penetrato entrambi i miei amici e parlavano del dolore e del piacere ,io zitto ascoltavo incuriosito e eccitato col cuore a palla ,dopo di che ci siamo salutati e io sono corso in bagno e ho subito cercato la vasellina che era l'ingrediente centrale dei loro racconti,ed allora trovato il tubetto con le mani tremanti e il cuore a mille incominciai a spalmarmela dietro per poi infilarmi in dito con molta fatica ,poi sempre in bagno trovai ina fialetta di vetro che aveva la punta sottile per poi ingrossarsi alla base e quella poi era stata la mia compagna ogni volta che andavo in bagno ,questa cosa mi eccitava tantissimo e poi nella mia testa innocente la associai al sesso femminile e quindi essere posseduto vuol dire essere donna ,e alla prima volta che che mi ritrovai da solo in casa feci l'assalto al cassetto dell'intimo di mia mamma che era una favola ,cosi indossai calze autorreggenti,mutandine e babydoll ,tacchi ecc .penetrandomi con la mia fialletta e sentendomi donna ,poi 16 anni uscivo con le calze da 👩 sotto i pantaloni che a un certo punto stringevo per far notare il mio sedere ,ma questo era il mio segreto sono sempre stato maschio con tutti ,avevo anche la ragazza ,una sera in casa mia ero da solo con due miei amici avevamo io 16 e loro penso 18, 19 anni avevamo bevuto qualche birra e Ronald proposse di fare sesso a tre ,io non vedevo l'ora (ero ancora vergine)l'altro mio amico disse di no e io Ronald ci denudammo e a turno ci penetrammo,a me non piaceva il ruolo di attivo ,volevo sentire quella sensazione che avevo sempre sognato e cosi fu ,il mio amico mi penetro ,ma non completamente ,ero stretto e lui venne quasi subito .Quel episodio rimasse un po tabu ,non ne parliamo mai più.poi fino ai miei 18 anni quando mia zia mi chiede di rimanere a dormire a casa sua per che lei andava via per il weekend quindi tutti i weekend per quasi un anno,cosi un giorno curiosando tra i cassetti trovai della biancheria molto sexi che era di sua cognata molto più giovane di lei ,cosi indosai babydoll ,reggiseno,autorreggenti e mi addormentavo sentendomi donna .una sera mi venne l'idea di indossare calze reggiseno senza mutandine e andare nella zona dei transessuali e gay ,e cosi feci.Una volta sul posto strinsi i miei pantaloni e riempi il reggiseno con delle calze e movendo il mio culetto non tardai in farmi notare da uno che mi si avvicino e mi invito a seguirlo ,mamma mia mi tremava tutto ,ero eccitato,mi porto dentro un casolare abbandonato e mi chiese di succhiarglielo ,io di quello non avevo mai sentito parlare ,e come si fa ,non avevo la più minima idea ,mi inginocchiai e incominciai a leccarglielo e a baciarlo ,ma io volevo essere penetrato ,cosi lui mi accontento ,non avevo la vasellina dei miei sogni e solo con la saliva che li avevo lasciato sul pene e con dei piccoli movimenti mi penetro completamente ,mi fecce un male pazzesco ,mi piaceva ,il mio sogno si avverava ,mi sentivo donna e poi mentre mi spingeva su e giù io masturbandomi venni e la favola fini ,lui voleva ancora venirmi in bocca ma io ero venuto e lo mandai via .quella notte non dormi ero felice ero finalmente entrato in un vortice che mi ha portato nella mia vita adulta a diventare Valentina si mi travesto e divento una bellissima "donna".

Questo racconto di è stato letto 9 9 6 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.