Coppia felice Mauro e Laura

Scritto da , il 2015-01-24, genere bisex

Vogliamo raccontare la nostra vera storia fatta di amore e sesso, ora ci presentiamo con una nostra biografia fino a che ci siamo messi insieme.
Io sono Mauro quasi 45 anni persona bisex sia attivo che passivo.
La mia bisessualità lo capita quando ero un adolescente avevo circa 12 anni, la mia famiglia era molto aperta e se vedevo sia mia madre che mio padre nudi loro facevano finta di niente, io mi approfittavo di questa cosa infatti mentre si facevano la doccia io entravo e potevo ammirare il cazzo di mio padre che era almeno 10 volte più grande del mio e una volta che lo ammiravo andavo subito a segarmi ripensando a ciò che avevo visto, mi succedeva anche quando vedevo nuda mia madre che mi segavo, devo dire che sentivo piacere ma ancora non sborravo.
Un giorno di mezza estate di pomeriggio ero in camera mia, i miei genitori pensavano che dormissi, loro si ritirarono in camera loro, dopo poco sentii dei gemiti, incuriosito mi alzai e senza farmi accorgere da loro avendo la porta socchiusa che dava sul letto vedevo mia madre che aveva preso il cazzo di mio padre in bocca lo succhiava con avidità, vedevo che più lo succhiava e più diventava grosso, finalmente vidi il cazzo di mio padre in tutta la sua grandezza dritto, fece allargare le gambe a mia madre cosi in quel frangente vedevo tutta la fica di mia madre con un piccolo filo di peli, appoggiò il cazzo sulla fica e con un colpo di reni lo fece sparire tutto dentro andando dentro e fuori mia madre ansimava perché stava godendo. la fece girare e gli mise il cazzo nel culo fino a che godette rimanendo in quella posizione sopra di lei dopo poco lo sfilo che era floscio. Tutto ciò che avevo visto mi eccito che andai subito in camera mia a segarmi.
I giorno che passarono mi rivedevo la scena del cazzo e della fica dei miei genitori e mi segavo di nuovo.
Avendo un mio coetaneo Carlo come amico un giorno mentre si studiava essendo soli a casa sua le volli raccontare ciò che avevo visto e mentre lo raccontavo ci eccitavamo, dopo aver terminato il mio racconto anche lui assisteva a queste scene tra il compagno di sua madre e la mamma essendo una persona che quando ne aveva voglia anche quando ero in casa, prendeva mia madre e la portava in camera facendo tutto ciò che era possibile, lui noto che aveva un cazzo enorme sia di lunghezza che di circonferenza e mia madre quando lo prendeva era felicissima per quanto godeva. Da questi racconti abbiamo iniziato a segarci fino a che godemmo. Dopo un paio di giorni ci rincontrammo, il discorso andava sempre la cosi abbiamo deciso che io gli prendevo il suo cazzo in mano per masturbarlo fino a che godeva e poi era lui che prendeva il mio facendomi godere, lo facevo quasi tutti i giorni fino a che invece che con le mani avevamo cambiato lo facevamo con la bocca distendendosi sul suo lettino e io succhiavo il suo cazzo e lui succhiava il mio, anche questo duro qualche tempo fino a che volevamo provare a prenderlo in culo cosi prendemmo una crema della sua mamma e la misi sul suo ano appoggiandoci il mio cazzo spingendolo dentro entro con molta facilita in quanto era un cazzo fino e lungo iniziano a farlo andare su e giù che dopo godetti, ora era la volta di Carlo che mi mise la crema e inizio a farlo entrare infatti entro lo sentivo dentro di me e prima che lo assaporavo Carlo godette. Questa storia andò avanti per circa 6 mesi quasi tutti i giorni ci vedevamo e si prendevano i cazzi nel culo.
Un pomeriggio mentre lo stavo pompando con tranquillità ci trovo il compagno della madre che quel giorno non era andato al lavoro rincasando presto, lui disse ma bravi e cosi che passate i pomeriggi, cosa devo fare devo raccontare il tutto ai vostri genitori, io e Carlo lo imploravamo di non farlo ma lui insisteva che lo avrebbe fatto, ci aspettavamo delle botte e punizioni dai rispettivi genitori, ma non succedeva, dopo 3/4 giorni venne Carlo per dirmi che il suo padrigno aveva detto di incontraci per parlarci, il pomeriggio andai a casa di loro per sentire cosa voleva e lui ci disse che non diceva nulla ma a una condizione che lo dovevamo fare in sua presenza, per paura accettammo, subito dopo ci denudammo iniziando a succhiarci il cazzo poi Carlo con il cazzo duro lo mise nel mio culo pompandomi mentre il padrigno aveva tirato fuori il suo cazzo e si stava masturbando vedevo che quel cazzo stava diventando di una grandezza inaudita tanto che lo confrontai con quello di mio padre era molto più grande, si mise seduto sul divano all'altezza della mia bocca che prese la mia teste e la porto sul suo cazzo infilandolo nella mia bocca che faceva fatica a contenerlo lo mandava fino in gola che sembrava che stessi per soffocare alla fine mi tenne la testa ferma e scarico la sua sborra in gola, per paura di rimanere senza fiato la ingoiai tutta.
Dopo un paio di giorni ci rincontrammo, questa volta ero io che stavo pompando Carlo lui si denudo del tutto venendo dietro di me con il cazzo dritto e inizio a farmelo sentire tra le mia natiche dicendomi che prima o dopo lo avrebbe messo nei nostri culi, sentivo quel cazzo dietro di me e la cosa mi faceva piacere, ogni qual volte che indietreggiavo lo facevo sbattere sempre di più sulle mie natiche, lui accorgendosi disse se lo volevo dentro, non risposi ma lui si alzo andando a prendere della crema spalmandola in abbondanza sul mio ano e con due dita cercava di dilatarmi di più il mio ano mi fece mettere in ginocchio sul divano e inizio a farlo entrare, sentivo molto dolore che gli dicevo di fermarsi lui si fermava in quella posizione dicendomi che era entrata la cappella, infatti la sentivo vedeva che mi era passato lo spingeva ancora dentro mi faceva male le dissi di smettere e lui mi diceva di rilasciarmi fermandosi, vedendo che mi rilasciavo lo faceva entrare devo dire che il dolore appassito lo spinse ancora ed entro tutto, lui trionfante disse visto che e entrato tutto, rimase fermo per circa due minuti in quella posizione mentre io sentivo il suo cazzo che mi aveva dilatato sia il mia ano che le pareti sentendolo che mi arrivava in pancia, lo stavo gustando tutto per la sua grandezza, inizio a farlo andare avanti e dietro sentendo che quado usciva le mie pareti si restringevano, l'avevo dentro da circa 10 minuti e il mio culo si era abituato a quel cazzo che con la foca usci e lui lo rimise subito dentro senza nessun problema fino a che sentii riempirmi di sborra calda dentro fino all'ultima goccia.
andò avanti per circa 6 mesi in cui sia io che Carlo ogni 2 3 giorni avevamo la nostra porzione di quel cazzo che il mio culo si era dilatato che lo prendevo senza problemi e nello stesso tempo mi piaceva prenderlo.
Ero arrivato a circa 16 anni e mi capitò l'occasione di farmi la mia prima scopata con una donna andando avanti alternando sia il cazzo che la fica. Arrivai a 19 anni inizia a mettere dei annunci e delle foto su dei siti in cui devo dire che conobbi molta gente specie coppie con lui bisex forse la mia giovane età essendo anche un bel ragazzo e con un cazzo di tutto rispetto, a 24 anni abitavo già da solo e questo mi aveva portato a una selezione di persone specialmente con una coppia di coniugi era una coppia speciale che oltre al sesso si era instaurata una grande amicizia che tuttora, avevo circa 27 anni e sia Mara che Marco volevano conoscere una donna bisex per far provare a Mara il sesso lesbico voleva provare in quanto non lo aveva mai fatto, ci mettiamo alla ricerca in vari siti di annunci per trovare una donna disposta a farlo con noi, ma molte si rifiutavano a farlo con un trio fino a che trovammo una bellissima ragazza di 22 anni che accetto di incontrarci, ci riunimmo a casa mia era una Lura bellissima ragazza, bionda con tutte le cose al punto giusto non era molto alta circa 1,69 con una 3 di seno per circa 50 kg, come ci siamo conosciuti e come se scatto una scintilla che ci siamo innamorati subito e da quel giorno non ci siamo più lasciati anche se oggi condividiamo il sesso insieme con altre persone.
Mi chiamo Laura, la mia vita sessuale iniziò molto presto, più per ripicca che altro. Avevo circa 13 anni ero una fanciulla che ero già ero sviluppata avevo un bel seno a pera ma scontentissima di me stessa per il quale ero grassottella e nello stesso tempo avevo dell'acne sul viso che i miei compagni di scuola mi prendevano in giro dicendomi cose non belle.
Per non incontrare le persone mi ero create un mio rifugio era in terrazzo dove vi era il lavatoio che non usavano più e la piccola terrazza come asciugatoio, andavo la per leggere i miei romanzi d'amore sognando.
Dopo qualche tempo mi venne a fare visita un mio coetaneo maschio, in cui ci mettemmo a parlare, era piacevole parlare con lui cosi venne altre volte, fino a che un giorno mentre si parlava mi disse se gli facevo vedere il mio seno cosi senza pensarci due volte mi tolsi la maglietta rimanendo con il seno nudo visto che non portavo reggiseno, lui rimase a bocca aperta, nello stesso tempo si porto la mano sul cazzo, dopo poco se ne andò.
Il giorno dopo puntuale si presento e senza che si parlava mi disse se lo rifacevo vedere lo rifeci di nuovo e lui mi disse se lo poteva toccare le dissi di si e nel toccarmelo ho avuto un brivido di piacere mentre con l'altra mano porto fuori il suo cazzo dai pantaloni, e stato tutta una cosa che lo afferrai e lo masturbai fino a che godette sporcandomi la mano di sborra. Si ripresento dopo un paio di giorni con un suo amico, la cosa mi fece piacere vedevo che qualcuno si interessava a me, poco dopo mi dissero se volevo far vedere il seno, lo feci subito ansi le disse se volevano toccarlo mentre mi toccavano io masturbavo i loro cazzi fino a farli godere, la cosa si ripete il giorno dopo ma questo volta volli prendere i cazzi in bocca facendoli godere dentro la bocca ingoiando la loro sborra. Si era sparsa la voce e ogni giorno venivano a trovarmi sempre di più 2 3 alla volta in cui mi mettevo a petto nudo mentre mi toccavano succhiavo i loro cazzi fino a che li facevo sborrare nella mia bocca, la cosa mi piaceva sempre di più anche se qualcuno mi diceva se le davo la fica la risposta era sempre no andò avanti per circa 1 anno. Arrivai a 14, avevo conosciuto un ragazzo che aveva 16 anni Flavio e con lui persi la mia verginità aveva un cazzo molto grande a confronto a quelli che avevo succhiato, oltre alla fica persi anche la verginità del culo la prima volta era stato doloroso ma per il bene perso che gli volevo ero disposta a tutto, mi scopava quasi tutti i giorni sia in fica che nel culo per circa 6 mesi, mi aveva imparato a fare tutto, ci vedevamo a casa sua e quel giorno non lo trovai solo ma con un suo amico molto più grande di lui dicendomi se gli volevo bene dovevo dimostrandolo facendo sesso anche con lui, per farlo contento lo feci mi misero in mezzo e mentre uno me lo mise in fica l'altro da dietro lo mise nel culo cavalcandomi, la cosa mi fece godere più del normale avendo un orgasmo appresso all'altro, una volta che godettero scaricandomi la loro sborra in bocca facendola ingoiare.
continua

Questo racconto di è stato letto 7 9 5 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.